Cerca nel blog

giovedì 26 agosto 2010

Museo di Roma in Trastevere - Il mondo che non vedo | Fabiano Parisi - 8 Settembre 2010 ore 18


IL MONDO CHE NON VEDO

FABIANO PARISI

 

 

La mostra "Il mondo che non vedo" promossa dall'Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione – Sovraintendenza ai Beni Culturali di Roma  e dall'Associazione Culturale Officine Fotografiche inaugura a Roma presso il Museo di Roma in Trastevere, Mercoledì 8 Settembre 2010 alle ore 18.00, e rimarrà aperta al pubblico dal 9 al 26 Settembre.

 

La mostra, che tratta il tema dell'archeologia industriale, dei luoghi abbandonati e degradati delle nostre metropoli, vuole essere un dialogo ed un confronto tra le architetture della città di Roma e quelle delle altre città italiane ed europee. Il progetto in mostra "Il mondo che non vedo" attraverso le opere fotografiche di Fabiano Parisi (Roma, 1977), punta l'obiettivo su un racconto per immagini di queste realtà, ponendo l'accento sull'estetica di queste strutture architettoniche private della presenza umana, tra geometrie purissime e prospettive frontali nelle quali viene esaltata la profondità e la sovrapposizione dei piani architettonici.

 

Il percorso della mostra, a cura di Chiara Canali, unisce una ventina di opere secondo due tipologie stilistiche: da un lato le fabbriche dismesse, emblema di una superata ideologia della produzione e del lavoro (fotografie applicate su ferro con tecnica mista e resine), dall'altro i luoghi di ritrovo sociale e di aggregazione collettiva ora abbandonati, come case aristocratiche, sale da ballo, chiese, cripte, teatrini, scuole (fotografie applicate su legno con tecnica mista, resine, e incorniciati).

 

Nel lavoro fotografico di Parisi convivono entrambe le dimensioni della vita sociale e di quella economica, a testimoniare il tramonto complessivo di alcuni riti, usi, costumi e tradizioni di un'epoca, quella del Novecento. Fabbriche a conduzione familiare, ville nobiliari, cinema di quartiere, teatri di provincia, chiese storiche stanno lentamente scomparendo, lo stesso panorama dell'Italia del dopo-guerra sta inevitabilmente cambiando per lasciare il posto ai cosiddetti non-luoghi, tanto conclamati da Marc Augè.

 

La fotografia di Parisi recupera informazioni del tempo passato e tramanda l'effige di un tessuto edilizio in via di abbattimento, di un edificio andato distrutto, o di un altro che va perdendo la propria originaria fisionomia a causa delle aggressioni del degrado atmosferico, con la consapevolezza di una malinconia, di una solitudine, di una frantumazione e di una mancanza a cui allude il titolo  "Il mondo che non vedo", preso in prestito da una raccolta di poesie di Fernando Pessoa.

 

L'ottica e il punto di vista di Parisi è quello di un nostalgico del XXI secolo che vuole riappropriarsi delle identità di luoghi antropologici ormai vuoti, perduti, privi delle persone che li hanno vissuti, la cui vita è nascosta nei cumuli di detriti abbandonati, nelle macerie affastellate, nella stratificazione delle muffe e nei depositi della polvere.

  

Il rilevamento di questo decadimento resta affidato a immagini visive che mantengono inalterato il valore storico, mentre le pietre e i ferri dell'architettura raffigurata mutano irrimediabilmente il loro connotato epidermico e il significato semantico.

 

L'esposizione sarà accompagnata da un catalogo a colori di circa 48 pagine, edito da AP Editore con testo critico di Chiara Canali e Claudio Composti, e un apparato iconografico di circa 30 immagini.

 

 

In occasione della mostra, Venerdì 24 Settembre, ore 18 sarà organizzata una conferenza dal Prof. Arch. Antonino Saggio della Facoltà di Architettura L. Quaroni, Università di Roma La Sapienza, dal titolo "Le aree dismesse dalla industria. Una grande crisi e una grande opportunità per il mondo contemporaneo. Il punto di vista della ricerca architettonica" che intende far comprendere e riflettere su come il grande tema della dismissione degli edifici e delle aree industriali sia collegato innanzitutto a un cambiamento generale dell'idea di città. Scopo della conferenza è percorrere questo filone in cui la ricerca di una nuova estetica si innesta in una necessaria trasformazione urbanistica che dischiude idee e possibilità nuove dal punto di vista architettonico.

 

 

 

IL MONDO CHE NON VEDO

Fabiano Parisi

 

8 - 26 Settembre 2010

 

Inaugurazione Mercoledì 8 Settembre dalle ore 18.00

 

Museo di Roma in Trastevere

Piazza Sant'Egidio 1/b - 00153 Roma

Orario Martedì-Domenica 10.00-20.00

(la biglietteria chiude un'ora prima)

Giorno di chiusura Lunedì

Sito www.museodiromaintrastevere.it

E-mail  museodiroma.trastevere@comune.roma.it

Telefono  060608

 

Organizzazione ed Ufficio Stampa

Officine Fotografiche

tel.: 06 5125019

www.officinefotografiche.org

ilmondochenonvedo@gmail.com

 

domenica 22 agosto 2010

Mostra Arte Zhen Shan Ren a Figline valdarno

Associazione Culturale Onlus 'Il Ponte'   

 

 

 ***  Mostra d'arte "Zhen Shan Ren" a Figline Valdarno  ***

 

 Durante la festa del Perdono, esposizione dei dipinti creati da artisti praticanti del Falun Gong

 

L'associazione culturale onlus 'Il Ponte', dal 2 al 7 settembre, esporrà presso la sala della Misericordia in piazza San Francesco a Figline Valdarno, la Mostra d'arte Internazionale "Zhen Shan Ren" ('Verità, Benevolenza, Tolleranza'),  L'ingresso, dalle 9:00 alle 23:00, è gratuito.

 

Le 40 opere esposte in questa mostra sono state create da un gruppo di artisti affermati, che hanno in comune la pratica del Falun Gong – un'antica disciplina spirituale cinese – attraverso la quale hanno ottenuto la salute fisica e mentale e hanno trovato le risposte ai grandi significati dell'arte e della vita. Il Falun Gong è praticato liberamente da milioni di persone in tutto il mondo, ma sfortunatamente è oggi perseguitato in Cina, dove i praticanti soffrono una brutale campagna di intimidazione, propaganda e violenza. Quattro degli artisti di questa mostra hanno personalmente sofferto prigionia e torture per mano del regime cinese.

 

Le opere d'arte di questa mostra hanno lo scopo di esporre la bontà della pratica del Falun Gong e la brutalità della persecuzione. Lo sforzo degli artisti coinvolti in questo progetto è di salvaguardare la pace e la giustizia, elevare la base della moralità umana, riaffermare forme d'arte ortodosse e diffondere i principi universali di Verità, Benevolenza e Tolleranza in tutto il mondo. La mostra racchiude quattro temi principali: armonia, avversità, coraggio e giustizia.

 

L'inaugurazione avrà luogo giovedì 2 settembre ore 18.30, saranno presenti: Riccardo Nocentini, sindaco del comune di Figline Valdarno; Gianluigi Rettani, responsabile dell'ufficio Servizi alla Persona del comune di Figline Valdarno; Franca Pisani, artista residente a Reggello; Diana Manni, artista residente a Pian di Scò.
 

Info:

Erica Ermini

email: erica.ermini@libero.it


 

COMUNICATO STAMPA: Associazione Culturale Onlus 'Il Ponte'    -- www.falunart.org -- 



martedì 17 agosto 2010

Nuova guida di Villa Remo Brindisi, intervista di Artinitaly.it alla autrice

La casa che fu di Remo Brindisi a Lido di Spina (Fe), ospita opere di design, da Mackintosh a Munari, di Medardo Rosso e, tra i post-avanguardisti, Savinio, De Pisis, Rosai, Sironi; del secondo novecento, Manzoni, Isgrò, Corpora, Murer, Ceroli, Vedova; presenti anche opere di autori stranieri del calibro di Moore, Arp, Erst, Matta, Wharol, Christo.

Un'ambiente affascinante e luminosissimo (un dettaglio nella foto di Marco Caselli Nirmal), concepito con straordinaria coerenza formale dall'architetto e designer Nanda Vigo nel 1971, assieme al pittore abruzzese, per ospitare la raffinata collezione d'arte contemporanea.

Oggi, martedì 17 agosto alle ore 21.00, l'autrice, Eleonora Sole Travagli presenta 'Villa Brindisi un'astronave nella pineta. Storia del Museo Alternativo tra Arte, Architettura e Design', nuova guida della Casa-Museo.

La presentazione è una ottima occasione per scoprire un sito d'arte affascinante che merita di essere conosciuto pur se non presente negli itinerari più battuti del turismo dell'arte.

Una veloce intervista all'autrice della guida - Eleonora Sole Travagli - introduttiva dell'appuntamento, è ospitata da Artinitaly.it.

martedì 10 agosto 2010

Omaggio a Pratt. Intervista a Fresu e Ninfa, protagonisti al Venezia Jazz Festival

Una mostra fotografica e un concerto che narrano l'affascinante avventura di Hugo Pratt, Cartoonist, romanziere, saggista, punto di riferimento di molti fumettisti, si sono tenuti nella “sua” Venezia durante il Venezia Jazz Festival, dove a Palazzo Grassi le immagini in bianco e nero di Pino Ninfa hanno evocato lo spirito di Pratt accompagnate dalla tromba di Paolo Fresu e dal bandoneon di Daniele di Bonaventura.
Venezia, Argentina e Sudamerica, Londra… tanti luoghi si ritrovano nelle opere di Pratt, che conosciamo soprattutto per il suo Corto Maltese, uno dei più familiari personaggi del fumetto italiano ed mondiale.
Pratt collaborò con Il Corriere dei Piccoli con le riduzioni a fumetti di romanzi della letteratura per ragazzi assai conosciuti come L'isola del tesoro di Robert Louis Stevenson. Sul finire degli Anni 60 sul n. 1 della rivista da lui concepita - Sgt.Kirk - compare 'Una ballata del mare salato', la prima vicenda di Corto Maltese.
In occasione dell’evento di Palazzo Grassi, Ninfa e Fresu hanno tratteggiato il senso della loro rappresentazione di Pratt - un dialogo tra musica, immagini e letteratura dedicato al grande maestro del fumetto - con una intervista che può essere letta su Artnitaly.it.

martedì 3 agosto 2010

Rimini. Vendesi bilocale lusso sul mare





Appartamento fuori capitolato, silenziosissimo in palazzina di nuova costruzione (giugno 2004; classe a3) composto da:
  • Ingresso.
  • Ampio soggiorno con cucina lineare Scavolini.
  • Ampia camera matrimoniale.
  • Bagno (fuori capitolato) con super box doccia da 80 cm x 120 cm, piatto doccia in mosaico e pareti in cristallo temperato con profili in acciaio; doppio soffione doccia di cui uno da 30 cm (con fori anti otturazioni da calcare); termoarredo per asciugamani; sanitari sollevati Dolomite.
  • Rispostiglio con allaccio e scarico idraulico per lavatrice.
  • Impianto di riscaldamento a pavimento radiante.
  • Pavimenti e rivestimenti di design (tutti fuori capitolato) ViVa Ceramica (72€/mq.)
  • Impianto domotico con serrande elettriche con chiusura e apertura autonoma e centralizzata all'ingresso (fuori capitolato).
  • Porte a scrigno bianche con finiture in ottone (fuori capitolato).
  • Impianto di climatizzazione attivo (fuori capitolato).
  • Balcone panoramico vista mare e verde con Loggia di 5 mq.
  • Portone blindato.
  • Videocitofono.
  • Cassaforte.
  • Predisposizione impianto di allarme.
  • Predisposizione per aspirazione centralizzata.
  • Garage di 23 mq, con 2 finestre luminose, impianto elettrico e idraulico (con scarico per lavatrice) allacciati.

Elegante e nuovo Arredamento con componenti unici, tra cui:
  • Cucina SCAVOLINI modello Crystal (top di gamma) in vetro laccato nero (completa di elettrodomestici, tra cui lavastoviglie e forno del tutto nuovi).
  • Grande armadio ditta MoVe in vetro laccato Rosso Creta a tre ante scorrevoli (L.3,10 mt) con punto TV interno nella stanza da letto.
  • Letto Chateau d'Ax in Alcantara Blu scuro, con rete in doche e sottovano molto capiente.
  • Mobile porta TV costruito su misura (legno rovere tinto wengè).
  • 3 tende a binario.

Disponibilità a lasciare tutto il restante arredamento (meno di 12 mesi di utilizzo) e complementi.


RIEPILOGO:
  • Climatizzazione: si
  • Bagni: 1
  • Stato: come nuovo.
  • Piano: 2° (alto).
  • Ascensore: si (moderno con sistema di allarme e vivavoce attivo 24 ore al giorno)
  • Riscaldamento: autonomo a pavimento radiante e climattizzazione caldo/freddo.
  • Costruzione di giugno 2004, classe A3.


Metri quadrati
appartamento: 53,50 mq | balcone 17,9mq di cui 5,0mq di loggia | garage: 23mq Totale 73,56 mq

Richiesta per l'immobile arredato: 230.000 €


Invia Email oppure telefona al: 3478271841 (Andrea)

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI