Cerca nel blog

mercoledì 22 dicembre 2010

Auguri-Lo zampognaro-Rodari

Auguri dal CorrieredelWeb.it di Andrea Pietrarota

Lo zampognaro


Se comandasse lo zampognaro
che scende per il viale,
sai che cosa direbbe
il giorno di Natale?

"Voglio che in ogni casap
spunti dal pavimento
un albero fiorito
di stelle d'oro e d'argento".

Se comandasse il passero
che sulla neve zampetta,
sai che cosa direbbe
con la voce che cinguetta?

"Voglio che i bimbi trovino,
quando il lume sarà acceso
tutti i doni sognati
più uno, per buon peso".


Se comandasse il pastore
del presepe di cartone
sai che legge farebbe
firmandola col lungo bastone?
"Voglio che oggi non pianga
nel mondo un solo bambino,
che abbiano lo stesso sorriso
il bianco, il moro, il giallino".

Sapete che cosa vi dico
io che non comando niente?
Tutte queste belle cose
accadranno facilmente;

se ci diamo la mano
i miracoli si faranno
e il giorno di Natale
durerà tutto l'anno.


Gianni Rodari



martedì 21 dicembre 2010

Spazio Espositivo 2+1 a Cagliari. Maria Lai: “UN FILO NELLA NOTTE”


Spazio Espositivo 2+1 a Cagliari: martedì 21 dicembre alle ore 18 inaugurazione dell'evento natalizio

"UN FILO NELLA NOTTE" con le opere di Maria Lai 
 

Martedì 21 Dicembre alle ore 18 si inaugura con un aperitivo " UN FILO NELLA NOTTE" con le opere di Maria Lai.

L'evento 08 viene organizzato nello Spazio Espositivo 2+1, che lo studio di architetti "Due più Uno Officinarchitettura" ha destinato ad eventi legati all'arte, alla cultura, all'architettura e al design.

La mostra continuerà per tutto dicembre fino al 06 Gennaio e rimarrà aperta dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20. 

La mostra vuole essere un omaggio al Natale attraverso le opere di un'artista sarda, riconosciuta a livello mondiale: Maria Lai.

Nata a Ulassai (Nuoro) nel 1919, paese inserito in un paesaggio scabro e minato da continue frane, Maria Lai si è formata, come artista, tra Roma (dove ha studiato con Mazzacurati e Prini) e Venezia, sotto la guida severa di Arturo Martini. Talento manifesto sin dalla giovinezza, ma di carattere schivo, la Lai ha esposto alle mostre con larghi intervalli di tempo. Dagli anni Settanta la Lai ha sviluppato un linguaggio originale nella produzione di tele cucite che generano scritture illeggibili e materiche, evocative di stati d'animo e di pensieri. La comunicazione con lo spettatore è affidata alle sensazioni che la trama descritta dai fili e il contatto con la stoffa suscitano, in un passaggio diretto dall'artefice al lettore-interlocutore. I libri di ceramica, invece, recano impressa la scrittura come una memoria di un gesto forte, che lascia il segno. 
A partire dagli anni Ottanta la sua ricerca artistica è stata rivolta soprattutto agli interventi sul paesaggio, su vasta scala, come l'azione Legarsi alla montagna del 1981 sulla quale Filiberto Menna scrisse delle pagine importanti, o di contenuto come l'installazione per il Museo dell'Olio a Farfa, vicino Rieti.

Lunedì 27 dicembre l'esposizione "UN FILO NELLA NOTTE", sarà ospite al Teatro Massimo di Cagliari. 
Alle 21 andrà in scena "In principio fu U" uno spettacolo comico - satirico che racconta in breve la storia universale della Sardegna con Elio Turno Arthemalle, Vanessa Podda e un gradito ospite. 
L'ingresso è di 12 euro. Il ricavato della serata sarò devoluto a Domus de Luna Onlus.

Per l'organizzazione dell'evento "UN FILO NELLA NOTTE" ha contribuito il partner ufficiale dello spazio espositivo 2+1: Experience temporary event, che si è occupato anche della comunicazione e della promozione dell'esposizione. 

Spazio Espositivo 2+1 si trova a Cagliari, in Via Alagon 6b. 
 
 
--
EXPERIENCE
temporary event
 
Stefania Boi         Cell. +39 - 320.1840313

Laura del Piano   Cell. +39 - 340.5604997

skype: experience.temporaryevent

 


lunedì 20 dicembre 2010

Fuecu Arte Azione Futurismo nel Salento

Fuecu Arte-Azione

 (Rosa Lussuria Futurista)
Salento 20-22 dicembre 2010
 
In due eventi (dicembre 2010) nel Salento – a Trepuzzi e Novoli –, curati dal critico d'arte Vitaldo Conte, la "Rosa Lussuria Futurista" diviene sinonimo di FUECU come Arte-Azione.
Nel primo incontro a Trepuzzi, il 20 dicembre nella Sala Consiliare (ore 19,30), questo percorso è "Un racconto d'arte (2007-10)": introdotto da Cosimo Valzano (Sindaco di Trepuzzi) e Anna Blasi (Ass.re alla Cultura, Trepuzzi), a cui seguirà l'intervento del curatore con proiezione di video.
Nel secondo incontro a Novoli (la città del fuoco), il 22 dicembre al Teatro Comunale (Piazza Regina Margherita – ore 21) il discorso s'incentra sul "Futurismo Oggi: Arte come Azione", introdotto da Oscar Marzo Vetrugno (Sindaco di Novoli) e Cosimo Valzano (Sindaco di Trepuzzi). Seguirà l'intervento di Vitaldo Conte con proiezione di video, tra cui l'anteprima di "Fire Desire" (con Laura Baldieri e Tiziana Pertoso) e infine Antonio Saccoccio & Net.Futurismo con il video-evento "Fuochi Ritmi NeoTribali". È prevista nelle adiacenze del Teatro un'installazione collettiva dal titolo "Sciamanico Fuoco..rituali d'amore".
Il Futurismo non è soltanto una molteplice possibilità di creazione, è anche un modo di vivere – scrive Conte – che, talvolta, torna a "rivivere" (anche a livello nominale), in altre apparenze o sintomi creativamente "incendiari". Scrive infatti Marinetti: "E vengano dunque, gli allegri incendiari dalle dita carbonizzate! Eccoli! Eccoli! (...) Grandi poeti incendiari, fratelli miei futuristi!". L'opera da bruciare o di breve esistenza costituisce, dal Futurismo ai giorni nostri, una possibilità o metafora di arte come rito e ricerca di autenticità: ancora più avvertibile in questo tempo in cui l'opera d'arte tende a divenire sempre più "feticcio" di valore e, quindi, oggetto di conservazione.
Coordinamento culturale degli eventi: Anna Blasi, Tiziana Pertoso.
La manifestazione, promossa dai Comuni e dall'Assessorato alla Cultura di Trepuzzi e Novoli, è patrocinata dalla Regione Puglia, Provincia di Lecce e Unione dei Comuni del Nord Salento. 

lunedì 13 dicembre 2010

Opera di Luciano Maciotta per LED

"Tracce di luce alle finestre....per andare oltre"

un intervento luminoso di Luciano Maciotta

alla Rotonda della Besana 
 

Fino al 10 gennaio 2010 

Nell'ambito del progetto di illuminazione urbana della città "LED – Light Exhibition Design" promosso dal Comune di Milano, Assessorato Arredo, Decoro Urbano e Verde, merita un'attenzione particolare l'intervento realizzato da Luciano Maciotta alla Rotonda della Besana. 

Partendo dalla riflessione sulla storia dell'edificio, sorto come cimitero dell'Ospedale Maggiore e poi adibito via via nel tempo agli usi più diversi, Maciotta ha previsto una installazione luminosa che realizza alle grandi finestre in forma stilizzata una croce con il braccio verticale costituito da fasci di luce e quello orizzontale ricavato dalla coppia superiore di inferriate delle finestre, richiamando la curiosità di quel pubblico che non ha mai frequentato questo luogo ora destinato ad eventi espositivi e a parco e che transita a piedi o in auto nelle vie adiacenti.

L'obiettivo è quello di stimolare il passante distratto a scoprire cosa c'è "aldilà" delle nude mura in mattoni a vista con cui è realizzato il porticato, che a prima vista appare quasi impenetrabile e, proprio per la sua forma di recinto circolare, chiuso e protetto da robuste inferriate alle finestre, non stimola il desiderio di "andare oltre".

Contrariamente all'uso abituale per cui le finestre si costruiscono perché la luce entri nell'edificio, con l'installazione di Maciotta le finestre assumono una funzione inversa e proiettano la luce sviluppata dai segni luminosi verso l'esterno.

L'obiettivo è di far sì che la luce che emana dalle installazioni alle finestre susciti un senso di fiducia nell'umanità, nella sua capacità di resistere ai tempi e alle avversità, ma solleciti anche un segno di apertura al mondo esterno.

La Rotonda diventa ancor più  un simbolo, un riferimento, un luogo di attenzione speciale, un luogo di incontro e di comunicazione tra Arte e uomo.

Il segno luminoso assume quindi anche una spiccata valenza sacra e spirituale e spinge l'osservatore, troppo spesso frettoloso e distratto, ad entrare, a prendere coscienza e, una volta entrato all'interno, a porsi delle domande, che attengono alla storia del luogo oggi diventato spazio pubblico destinato al gioco e al divertimento oltre che a significative attività culturali.

Dal punto di vista tecnico l'operazione si avvale di materiali tipici della modernità - i led ad alta potenza (led: acronimo di Light Emitting Diode ovvero "Diodo ad emissione di Luce"), piccole lampade caratterizzate da una efficienza luminosa enorme rispetto alle lampade tradizionali, e il plexiglas – gestiti dall'artista con quella competenza che gli deriva da anni di esperienza in campo tecnologico, applicando qui la stessa logica creativa che da anni sviluppa integrando sulla tela della sua pittura presenze luminose ottimamente veicolate proprio dall'uso dei led.  

La resa luminosa dell'installazione è tutta da ammirare, come hanno potuto constatare  quanti percorrono il Viale Regina Margherita e direttamente la via Besana, che hanno così potuto apprezzare il valore simbolico dell'installazione che fa scoprire la presenza di questo edificio ormai entrato nella consuetudine e nella banalità di un vedere abitudinario.  

Nota biografica

Maciotta è un artista milanese che vive a Monza e che per lungo tempo ha lavorato nei campi dell'elettrotecnica e dell'elettronica mettendo a frutto la laurea in Ingegneria elettrotecnica e occupando importanti ruoli manageriali sia in Italia che all'estero. Da alcuni anni, ha ripreso a frequentare con maggiore assiduità quel versante dei suoi interessi che fin dagli anni  Sessanta (è nato nel 1943) lo avevano portato sui percorsi dell'arte e in particolare verso quel neoconcretismo che va dall'arte programmata alle tele sagomate di Enrico Castellani. Ambiti questi in cui evidente era l'attenzione alla luce e agli effetti possibili sulla superficie della tela e dentro lo spazio. La conoscenza approfondita dei fenomeni luminosi e degli apporti che la tecnologia più avanzata andava man mano proponendo ha portato l'artista a cercare una interazione tra luci naturali (ovviamente riflesse dai colori stesi sulle superfici) e possibili inserimenti di luci artificiali dentro il quadro. Le opere più recenti di Maciotta, infatti, abbinano spesso l'indagine dello spazio mediante l'interazione tra la pittura vera e propria e percorsi o "disegni" di luce generati attraverso il posizionamento di led che diventano veri e propri strumenti d'espressione.  
 
 
 
 
 

Informazioni e richiesta di materiale stampa:

uessearte, Via Natta 22 Como - tel. 031 269393  fax 031 267265   info@uessearte.it

Dimostrazione ANTI PELLICCE OIPA AAF




COMUNICATO STAMPA

 

AAF (Animals Asia Foundation)

OIPA Italia (Organizzazione Internazionale Protezione Animali)

 

 

 

"Nel XXI secolo ancora avete addosso una pelliccia? Avete dimenticato di portare con voi la clava!" questo lo slogan con il quale due volontarie delle associazioni OIPA e AAF hanno sfilato ieri pomeriggio nel cuore dello shopping della capitale per portare l'attenzione dei passanti, spesso troppo distratti dalla frenesia degli acquisti, su un tema drammatico e purtroppo ancora attuale: il mercato delle pellicce.

Questo, nonostante molte difficoltà che, dagli anni '80, ne hanno segnato la pesante battuta d'arresto, continua a prosperare grazie all'escamotage degli inserti in pelliccia: guarnizioni e risvolti in pelo animale che ornano e 'abbelliscono' non solo le ormai classiche giacche con il cappuccio ma anche accessori insospettabili, come scarpe da jogging, abbigliamento intimo, giocattoli per bambini e persino i caschi per le moto.
 
E' proprio quindi sui 'colli in pelliccia' che le volontarie hanno voluto focalizzare l'attenzione, attraverso l'esposizione di cartelli e fotografie che ritraevano gli animali scuoiati, spesso vivi, da una mercato senza scrupoli.
 
'Armate' di clava e travestite da donne primitive con parrucca e dentiera hanno percorso le vie più affollate: via Condotti, via del Corso e piazza di Spagna, riscuotendo tra l'altro l'approvazione di molte persone che hanno mostrato piena solidarietà con il messaggio anti pellicce.
 

L'iniziativa, del tutto pacifica e volta a informare coloro che non sono realmente consapevoli delle atrocità che si nascondono dietro a un semplice bordo di pelo, verrà ripetuta proprio in concomitanza delle festività natalizie, quando gli acquisti crescono in modo esponenziale e con essi, purtroppo, la prosperità di un mercato macabro e immorale.

 
----------------

Per info:

Elisa Averna (AAF)  www.animalsasia.org

Giovanna Di Stefano (OIPA)  www.oipaitalia.com

venerdì 10 dicembre 2010

IN FABULA - RIVODUTRI 18 DICEMBRE


 

Prende il via sabato 18 dicembre 2010 alla Tenuta Due Laghi, Loc.Campigliano 29, Rivodutri (Ri), nell'ambito della Rassegna ExArte, la mostra d'arte contemporanea IN FABULA a cura di Barbara Pavan, promossa da Studio7.it, con il Patrocinio del Comune di Rivodutri 

La mostra, che chiude la programmazione annuale della Tenuta, è, come si evince dal titolo, dedicata ai bambini ed alle loro famiglie, grazie allìallestimento delle opere di tre illustratori: Enrica Pizzicori, Marinella Sorge e Luca Vannozzi. 

Il lavoro di Enrica Pizzicori parte dal racconto, dalla parola, dalla fiaba, sebbene quadri e illustrazioni abbiano diversi presupposti essendo l'illustrazione subordinata ad un testo e, in qualche modo, una narrazione di immagini. I suoi quadri, però, nascono sempre e comunque dall'eco di un racconto. Ad essi la Pizzicori infonde quella magia che appartiene ai libri per l'infanzia. Le opere di questa mostra sono il risultato della 'contaminazione' con la narrazione, immagini che attingono dal ricordo delle letture infantili, da 'Pínocchio'  ad 'Alice nel paese delle meraviglie'  fino alle fiabe meno note.

 

Enrica Pizzicori è nata a Prato nel 1976. Ha vissuto a Brema (D) dove ha lavorato come aiuto restauratrice presso il Vocke Museum. Ha studiato affresco presso la scuola L.Tintori di Prato. Ha studiato presso la Facultad de Bellas Artes di Salamanca (E). Ha frequentato i corsi di illustrazione di Sarmede (TV) condotti da A. Cimatoribus, S. Junakovjic, e da Linda Wolfsgruber; e quelli di Macerata condotti da V. Kostantinov. E' diplomata in Decorazione presso l'Accademia di Belle Arti di Carrara. Dal 2000 si occupa di illustrazione infantile. Ha pubblicato con la casa editrice Eldec Roma la serie di racconti 100 fiabe da salvare. Ha collaborato con la casa editrice Edizioni Clandestine per la quale ha curato una copertina. Ha collaborato con la curia di Bergamo per la realizzazione di un calendario per l'avvento e  di altri progetti grafici. Ha collaborato con il Settore Cultura del Comune di Carrara per le locandine di numerosi eventi culturali legati all'infanzia. Collabora con l'Associazione Prospettiva Creativa (VE) con cui ha vari progetti editoriali tra cui il libro Il piccolo angelo e Il campo di cuori. Sta illustrando il libro Il carillon dei desideri per la casa editrice Edigiò. Nel 2002  ha fondato l'Associazione Culturale Nouvelle Lune con la quale porta spettacoli di teatro di strada e teatro ragazzi nelle piazze italiane ed estere. Si occupa da anni di progetti creativi per l'infanzia  e di promozione della lettura. Tra le mostre recenti: Collettiva "Il mondo di Rodari" Pontedera (PI); Collettiva "Il circo dipinto" Fortezza Firmafede Sarzana (SP); Collettiva "Arte al Castello" Castello Malaspina  Massa (MS); Mostra Internazionale di Illustrazione "Le immagini della fantasia" Sarmede (TV); Collettiva "Il circo dipinto" Fortezza Firmafede Sarzana (SP); Collettiva "Femina" Carrara (MS); Personale "In fiaba" presso Atelier Canard Bucine (AR); Collettiva "Le stanze delle fiabe", a cura di Barbara Pavan, Palazzo Marcotulli, Rieti, con il Patrocinio di Regione Lazio, catalogo; Personale "La pittura del cuore", Morlupo (Rm); Personale "Bidibodibibù", a cura di Monna Lisa Salvati, Banca Sella Sud, Nola (Na); Personale "Alice nel paese delle meraviglie", Libreria Libri Liberi, Firenze; Collettiva "Faces", a cura di Barbara Pavan, 36Mazal Contemporary, Locarno, Svizzera; Rieti, Libreria Moderna, "L'eco delle fiabe", personale, a cura di Barbara Pavan. 

Uno stile netto e coerente, chiaro e schietto nelle forme e nei personaggi e una spiccata capacità descrittiva caratterizzano le opere di Marinella Sorge. L'artista rappresenta scene in cui i protagonisti sono personaggi, quasi sempre femminili, dall'aria dolce e malinconica ma che al contempo lasciano inequivocabilmente trasparire anche un lato oscuro. Prendendo spunto e ispirazione dall'immaginario iconografico delle fiabe e della letteratura, dalla corrente pop-surrealista degli anni '90, dalla passione per la cultura Rock'n'Roll dagli anni '60 ad oggi, Marinella Sorge crea immagini ricche di simbolismi, di delicatezza estrema e ugualmente di forte impatto, in cui malinconia, contrasto e sogno si fondono e si scontrano, metafore quanto mai realistiche di emozioni, paure e sentimenti che si agitano dentro di noi. 

Marinella Sorge è nata ad Avezzano nel 1977. Ha conseguito il Diploma in Illustrazione ed Animazione Multimediale presso l'Istituto Europeo di Design di Roma, acquisendo competenze specifiche nel campo dell'illustrazione tradizionale e della computer grafica, nell'utilizzo di software e nell'animazione tradizionale o realizzata al computer. Tra le partecipazioni recenti segnaliamo: (2006) Casa Editrice Edizioni per ragazzi "Coccole&Caccole", illustratrice per la collana "Grandi bambini", Realizzazione di 11 tavole e copertina del volume "Soffia e và" di Pippo Scudiero; Casa Editrice Edizioni per ragazzi "Coccole&Caccole", illustratrice per la collana "Grandi bambini", Realizzazione di 11 tavole e copertina del volume "La famiglia Serenity 2" di Gloria Bardi (2007) "Residui teatro", Roma – Circolo Culturale "Rampa Prenestina"; Casa Editrice "Sinapsi", Sulmona (AQ), progetto editoriale indirizzato alle scuole elementari e medie; Esposizione al Festival "Tra il sole e la luna", Montone, Teramo; Selezionata concorso internazionale di illustrazione "Arena del fumetto", Bologna (2009) Selezionata Concorso Internazionale "Uomo Nero, Verde, Blu", Accademia Pictor  Nell'ambito Della Mostra Del Libro Di Torino.; Esposizione al Festival "Arzibanda" di Capistrello, L'Aquila; Ravenna, Sala Forum Seconda Circoscrizione, "Isolina e le altre", a cura di Barbara Pavan, collettiva con il Patrocinio di Regione Emilia Romagna, Provincia e Comune di Ravenna; (2010) Rieti, Studio7 Spazio Arte Contemporanea, "Malinconie, contrasti e sogni", personale, a cura di Barbara Pavan.  

Le opere di Luca Vannozzi sono la trasposizione in favola della vita quotidiana. Il suo lavoro è un invito a leggere l'esistenza come una grande avventura, con lo sguardo incantato dell'infanzia, con la leggerezza dei racconti e delle fiabe. 

Luca Vannozzi è nato a Rieti nel 1966. Illustratore della collana di libri di Gatto Panfilo, ha all'attivo numerose partecipazioni tra le quali segnaliamo nel 2009 la rassegna 'Le stanze delle fiabe', a cura di Barbara Pavan, tenutasi a Rieti, Palazzo Marcotulli, con il Patrocinio di Regione Lazio e Comune di Rieti, pubblicazione delle opere in catalogo e nel 2010 'Index', collettiva di artisti contemporanei, a cura di Barbara Pavan, Rieti, Studio7 Spazio Arte Contemporanea. Vive e lavora a Rivodutri. 
 

La mostra sarà  visitabile fino al 31 gennaio 2011.

Scheda tecnica

 

Titolo   In fabula

A cura di  Barbara Pavan.

        Artisti Enrica Pizzicori, Marinella Sorge e Luca Vannozzi

        Date 18 dicembre 2010 – 31 gennaio 2011

        Orari Giovedì-sabato ore 19-23; domenica ore 11-15

        Sede espositiva Tenuta Due Laghi

        Loc. Campigliano 29 – Rivodutri (Ri)

Patrocinio del Comune di Rivodutri

        Ingresso libero


mercoledì 8 dicembre 2010

LOGOS 11 dicembre 2010 L'ARIETE artecontemporanea




L'A R I E T E artecontemporanea

L O G O S  storie su carta da Oppi a Baechler

opere di  ANDERLE | BAECHLER | BOTES | BROWN | BUELL | CHIA | CUCCHI

DAVOLI |  KNAP |  LANZI  |  MONDINO  |  MONTESANO  | ONTANI  | OPPI

PALADINO  |  PELLEGRINI  |  POMPILI  |  SAMORI'  |  SPAZZOLI


Opening  sabato 11 dicembre 2010  ore 18

11 dicembre 2010 / 22 gennaio 2011         Via D'Azeglio 42 Bologna

Orario > lun sab 15.30-19.30  Info 348 9870574  www.galleriaariete.it

a cura di Laura Correale Santa Croce

Inaugura sabato 11 dicembre presso L'Ariete artecontemporanea di Bologna 'LOGOS. Storie su carta da Oppi a Baechler', mostra dedicata ad uno dei momenti più significativi del percorso creativo di ogni artista, l'opera su carta. La carta, uno dei materiali più antichi e preziosi prodotti dalla nostra civiltà, di infinite qualità diverse e frutto di un lungo percorso di lavorazione, porta in sé la memoria di secoli di evoluzione culturale. L'opera su carta in molti casi ci consegna una dimensione intima e rivelatrice dell'artista: il momento in cui nasce un'opera d'arte attraverso un lavoro preparatorio. In altri costituisce l'espressione d'elezione di artisti che, sulla carta, hanno espresso la loro poetica piu' intensa. Logos, nell'accezione di 'racconto'. Una mostra che vuole raccontare la bellezza di un supporto che ancora oggi, nell'epoca del virtuale, accoglie e preserva nel tempo, piu' di ogni altro, i segni e le forme dei piu' significativi artisti contemporanei.

lunedì 6 dicembre 2010

INVISIBILITA’ DEL VISIBILE mostra a Lecce

 

INSIDE – OUTSIDE

L'invisibilità del visibile

11 DICEMBRE 2010 – 05 GENNAIO 2011

 

Chiude il 2010 la mostra d'arte contemporanea "Inside – Outside: L'invisibilità del visibile" curata da Dores Sacquegna. L'evento pone l'accento su una varietà di biodiversità legata al territorio e
si snoda  in un percorso costituito da opere di pittura, di fotografia,  di installazioni e video, che rappresentano un nuovo livello di percezione plurisensoriale. La mostra vuole coinvolgere sempre più persone a comprendere ed apprezzare l'importanza della riqualificazione ambientale e naturalistica, i paesaggi rurali e naturali anche nelle grandi città, gli ecosistemi a rischio di estinzione, le culture rispettose della natura. Lo sguardo degli artisti è rivolto anche ai luoghi in cui vige una sensibilità interiore, allo stato di invisibilità delle cose che caratterizza il nostro tempo.

Artisti in mostra: 

WILLIAM ALLSHOUSE(Usa); GRIMANESA AMOROS (Usa); ELINORE BUCHOLTZ (Usa);LOREDANA CAMPA;(Italia); MARIA GRAZIA CARRIERO (Italia); FERNANDO DE FILIPPI (Italia);GIULIO DE MITRI (Italia); ALEXANDRA DE PINHO(Portogallo);ANNE DESFOUR (Francia);ISIDORA FICOVIC (Serbia);KAREN GRAINGER(UK),MARY JANE JESSEN (Canada);HEDY MAIMANN(Austria);DARIO MANCO(Italia); GABRIELA MORAWETZ (France); ALISA NIKULINA(Russia); JEAN PETERSON (Usa);DELPHINE PRIOLLAUD-STOCLET(Francia); MARIA A. SCARINGELLA (Italia);VIVIEN SCHMIDT(Usa);FUTABA SUZUKI (Giappone); KUMIKO TAMURA (Giappone); PIERRE THOMAS (France).

 

Inaugurazione  sabato 11 Dicembre ore 19:30

11 Dicembre 2010 – 05 Gennaio 2011
Lunedì - Venerdì, 10,00 – 19:30

Sabato: 17-20. Domenica chiuso

 

Primo PianoLivinGallery

Viale G. Marconi 4 Lecce

tel/fax: 0832.30 40 14

 

Arte Contemporanea e Comunicazione - Palazzo delle Esposizioni





The Next Stop - l'Arte Contemporanea e La Comunicazione

 

È ancora possibile iscriversi all'ultimo incontro di The Next Stop, ciclo di seminari sul mondo dell'arte contemporanea che si svolgono nella prestigiosa location di Palazzo delle Esposizioni di Roma, con interventi dei migliori professionisti del settore.

L'ultimo appuntamento di quest'edizione - 10 e 11 dicembre 2010 dalle 10.00 alle 14.30 - è incentrato sul tema L'Arte Contemporanea e La Comunicazione.

Sono previsti gli interventi di:

Mauro Ceolin (Artista), Maria Paola Orlandini (Autrice e conduttrice di Art News), Gioacchino De Chirico (Esperto in comunicazione, Consulente, Ideatore e Organizzatore di eventi, Giornalista), Gabriele Caramellino (Autore blog Nòva 100, Il Sole 24 ore).

Descrizione:
Dai blog ai programmi televisivi, passando per i free press, la comunicazione dell'arte contemporanea diventa multicanale per poter da un lato veicolare il messaggio in modo innovativo e, dall'altro, sfruttare i vantaggi e le potenzialità di ciascun medium. Le strategie di marketing e il posizionamento "ritagliano" l'ambito di mercato prescelto e i target di riferimento, mentre la settorialità e i contenuti "costruiscono" il prodotto finale.

Leggi tutto >>

INFO

 

Iscrizioni entro Giovedì 9 Dicembre 2010

Per informazioni e iscrizioni: tel. 06 97.84.41.92 - lauragalloppo@thenextstop.eu

Gli indirizzi e-mail di questa mailing list provengono da richieste di iscrizione alla newsletter pervenute al nostro recapito oppure da elenchi e servizi di pubblico dominio pubblicati in internet. Ai sensi del codice sulla privacy (d.lgs 196 del 30 giugno 2003), le e-mail informative e le newsletter possono essere inviate solo con il consenso del destinatario. Se hai ricevuto questa mail per errore e desideri non ricevere più la newsletter clicca qui .

 

Arte Video Roma Festival Final Tour - Ricicli Catodici, Galleria Gallerati, dall'8 al 14 Dicembre 2010



C.A.R.M.A.

Centro d'Arti e Ricerche Multimediali Applicate

presenta

Arte Video Roma Festival Final Tour

Ricicli Catodici

Inaugurazione mercoledì 8 dicembre ore 19:00

dall'8 al 14 dicembre 2010

Galleria Gallerati

a cura di Veronica D'Auria

 


Mercoledì 8 dicembre avrà luogo presso la Galleria Gallerati la prima tappa dell'evento finale di Arte Video Roma Festival, rassegna internazionale di ricerca audiovisiva organizzata dal C.A.R.M.A. - Centro d'Arti e Ricerche Multimediali Applicate - che si è tenuta nei giorni 25, 26, 27 di giugno e si è distinta, oltre che per la qualità della selezione,  per la tendenza all'interazione e alla collaborazione attiva con altre realtà nazionali ed internazionali impegnate nel lavoro di diffusione delle arti e delle culture odierne.

 

Una giuria speciale composta da autorevoli critici e artisti (Adriana Amodei, Andrea Balzola, Robert Cahen, Valentino Catricalà, Mariagrazia Costantino, Veronica D'Auria, Bruno Di Marino, Marco Maria Gazzano, Stefano Roveda, Mario Sasso e Enrico Tomaselli) ha selezionato fra tutte le sezioni esposte (MAGMART FESTIVAL,

FISH EYE FESTIVAL, ARTEVIDEO, C.A.R.M.A., HEURE EXQUISE! e RICICLI CATODICI) 14 lavori in tutto, 10 opere di arte video tra quelle proiettate al Festival e 4 opere videoinstallative proposte nel foyer sugli schermi della sezione/progetto "Ricicli Catodici".

 

Nella Galleria romana verranno esposte le opere videoinstallative finaliste della sezione RICICLI CATODICI proposte in multivisione sugli schermi dell'omonomo progetto:

 

Piero Chiariello, Sun; Sami Rahal, Brain Journey; Domenico Canino, International Video Portrait; Sarah Buckius, Trapped Inside Pixels.

 

Ricicli Catodici è il progetto ideato da Lino Strangis per il C.A.R.M.A. e basato sul recupero di televisori a tubo catodico destinati a diventare "rifiuto ingombrante nelle stracolme isole ecologiche". Un'operazione che non solo propone risposte concrete al problema dei rifiuti tecnologici ma allo stesso tempo attua una "riconversione intellettuale degli strumenti riutilizzandoli per trasmettere cultura odierna, offrendo agli artisti metodi alternativi di produzione ancor più utili in tempi di crisi economica". 

Un'operazione tesa a proporre attraverso la multi visione della medesima opera una pluralità di percezioni audiovisive rese possibili dalle loro particolari caratteristiche tecniche e in relazione ai diversi stati di usura.    

 

 

Le opere finaliste saranno protagoniste di una serie esposizioni dislocate in spazi di prestigio della capitale in cui saranno proposti anche nuovi contenuti:

 

8 - 14 dicembre, Galleria Gallerati - videoinstallazioni Ricicli Catodici;

13 gennaio, Sala 1 - Centro internazionale d'arte contemporanea - 5 finalisti + Screening Gaza;

20 - 28 gennaio, MLAC - Museo Laboratorio di Arte Contemporanea dell'Università Sapienza di Roma - 10 opere finaliste + nuove opere degli artisti più votati;

4 - 10 febbraio, Nuovo Cinema Aquila - 5 finalisti.

 

 

 

GALLERIA Gallerati

 

fotografia ARTE contemporanea

 

Via Apuania n°55, Roma

 

Orari: lunedì-venerdì 17:00-19:00

sabato, domenica e fuori orario su appuntamento

 

tel. 06 44258243 – 347 7900049

info@galleriagallerati.it       www.galleriagallerati.it

 

 

 

Arte Video Roma Festival

C.A.R.M.A.- Centro d'Arti e Ricerche Multimediali Applicate

E-mail: ass.carma@gmail.com     http://carma.qblog.it

 

Ufficio Stampa: Veronica D'Auria:  veronica.dauria@gmail.com;






sabato 4 dicembre 2010

Galleria Genus. Rabarama e Salvo il colore e la personalità


 

San Benedetto del Tronto

 

Presenta

Rabarama - Salvo

il colore e la personalità

 

 

 

Inaugurazione mercoledì 8 dicembre 2010 ore 17.30

8 dicembre - 8 gennaio

 

 

 

 

La Galleria d'Arte Genus di San Benedetto del Tronto prosegue con la sua attività espositiva. Mercoledì 8 dicembre 2010 alle 17.30 presenta il Colore e la personalità, doppia personale di Rabarama e Salvo. La mostra propone l'incontro tra due degli artisti italiani più importanti e apprezzati nel panorama nazionale e non solo, ma è anche un incontro tra due generazioni e due linguaggi diversi ma non contrapposti.
 
il colore e la personalità vuole raccontare un frammento dell'attività di due artisti italiani tra i più importanti nel nostro panorama, Rabarama e Salvo. I loro percorsi di ricerca sono molto differenti a partire dal modo differente che hanno di utilizzare il linguaggio artistico. Rabarama ha fatto della scultura lo strumento principe della sua ricerca, una scultura che ha come proprio centro di interesse la figura umana, una figura umana frazionata e scomposta come un puzzle colorato. Salvo invece attraverso la sua pittura ci mostra paesaggi, urbani e naturali, con colori fantastici, ricchi di suggestioni, quasi fossero uno specchio del suo Io. La Galleria Genus presenta una doppia personale dove all'uso del colore si fondono due percorsi intimi, individuali e personali.
 
Rabarama (Paola Epifani) è nata a Roma nel 1969.sviluppa la sua formazione artistica al Liceo Artistico di Treviso e all'Accademia di Belle Arti di Venezia, da questa esce a pieni voti nel 1991. Partecipa da subito a numerosi premi nazionali e internazionali di scultura, con un crescente successo di critica e pubblico. Attualmente vive e lavora a Padova. Il percorso sperimentato da Rabarama per descrivere la figura umana ha precisi riferimenti filosofici: riflessioni intorno al pensiero sulla natura e al destino dell'essere umano.
Ha ricevuto numerosi riconoscimenti sia in Italia che all'estero, tra le tante mostre a cui ha partecipato citiamo:
2001 - Sculture Monumentali - Fondazione Palazzo Bricherasio, Torino
2003 - Beijing International, National Art Museum of China, Biennale di Pechino - PRC
2005 - Fundaciòn Sebastian, Città del Messico, Messico
2007 - Rabarama a Ginevra, maestoso connubio, Castello Franck Muller, Ginevra, Svizzera
2010 – Rabarama at Moor House - Moor House, Londra, Gran Bretagna
 
Salvo (Salvatore Mangione) nasce a Leonforte (EN) nel 1947, attualmente vive e lavora a Torino. Inizia la sua attività alla metà degli anni '60, con lavori legati al linguaggio fotografico, dopo questa fase concettuale comincia una riflessione sul recupero della pittura classica. Propone iconografie con un tratto ingenuo e un colore moderno, i soggetti si ispirano ai maestri del Quattrocento e in seguito a rovine archeologiche. Negli anni successivi la ricerca pittorica si lega agli elementi caratterizzanti il paesaggio.
Ha partecipato a numerose mostre in importanti musei, gallerie o manifestazioni in Italia e all'estero, tra cui ricordiamo:
1972 - Documenta 5 – Kassel, Germania
1976 - Biennale di Venezia,
1984 - Biennale di Venezia,
1999 - Die Sammung Paul Maenz - Weimar, Germania.
2003 – Salvo - Trevi Flash Art Museum, Trevi
 
 
scheda tecnica
Artisti: Rabarama - Salvo
Curatore: Adele Vagnarelli
Testo: Dario Ciferri
 
Periodo 8 dicembre – 8 gennaio
Orari di apertura: mattino 10-12,30  pomeriggio: 17-20
Chiuso domenica mattina e lunedì mattina

 

Info

Galleria d'Arte Genus srl

Via M. Curzi

63039 San Benedetto del Tronto (AP)

tel 0735 500521

email info@galleriagenus.it

web www.galleriagenus.it

 


MOSTRA 'INDEX' RIETI 30 DICEMBRE -14 GENNAIO

Index

Mostra d'arte contemporanea

 
 

Dal 30 dicembre 2010 Studio7 Spazio Arte Contemporanea, in via Pennina 19 a Rieti, presenta 'INDEX' , a cura di Barbara Pavan.  

In mostra le opere di: Adriano Annino, Antonella Avataneo, Arianna Bonamore, Roberto Ceccarelli, Veronica Debellis, Gianfranco De Felice, Elisabetta Fazi, Filippo Maria Gianfelice, Graziella Gola, LuBott, Patricia Mallia, Claire Nelson, Enrica Pizzicori, Raffaella Simone, Luca Vannozzi e Clarice Zdanski. 

La mostra mette a confronto il lavoro di sedici artisti attivi a livello nazionale ed internazionale, provenienti da diverse aree geografiche e background formativi. Dalla fotografia alla scultura, dalla pittura all'illustrazione, 'Index' è uno sguardo sul multiforme e variegato panorama artistico contemporaneo.  

La mostra sarà visitabile fino al 14 gennaio 2011. 
 

Scheda tecnica: 

Titolo:     Index

            Artista: Adriano Annino, Antonella Avataneo, Arianna Bonamore, Roberto Ceccarelli, Veronica Debellis, Gianfranco De Felice, Elisabetta Fazi, Filippo Maria Gianfelice, Graziella Gola, LuBott, Patricia Mallia, Claire Nelson, Enrica Pizzicori, Raffaella Simone, Luca Vannozzi e Clarice Zdanski 

A cura di Barbara Pavan

Date:     30 dicembre 2010 – 14 gennaio 2011

Sede espositiva:   Studio7 Spazio Arte Contemporanea

               Via Pennina 19 – 02100 Rieti

Orari:      giovedì - sabato  17-20 chiuso 31/12 e 1/1

Info:      cell.320.4571689  e-mail studio7artecont@gmail.com

Ufficio stampa:   studio7  barbarart@tiscali.it

venerdì 3 dicembre 2010

Mostra BLUE - 11.12.2010

Blue

Mostra d'arte contemporanea 
 

Si apre sabato 11 dicembre 2010 presso Blu Monde Atelier, in Via A.Vespucci 25, a Osteria Nuova (Ri), Blue, una mostra d'arte contemporanea promossa da Studio7.it e curata da Barbara Pavan. 

Quattro artiste, Arianna Bonamore, Daniela Caciagli, Enrica Pizzicori e Raffaella Simone, hanno realizzato per questa mostra opere il cui fil rouge è la predominanza del colore blu.  

Arte e filosofia, inquietudine e femminilità: tutto si intreccia, nelle opere di Arianna Bonamore, in un'alchimia di forme e colori che costringe lo spettatore a procedere per diversi livelli di lettura e di emozione. 'Capelli vestiti di colore, - scrive la Bonamore - ciocche piegate dalla necessità di entrare in un corpo, fili che, come entità indipendenti, volano e si armonizzano in virtù del soggetto principale. Ogni elemento diventa simbolicamente infinito. Una danza continua tra la vita e la morte di un attimo, il tutto è rappresentato da un materiale estremamente sottile quindi vulnerabile, a sottolineare l'unicità del momento che si sta vivendo. Un omaggio all'essere umano e alla natura che lo circonda ed alle cose che sono al di là del nostro controllo.' 

Arianna Bonamore è nata a Roma nel 1977. Ha all'attivo numerose mostre in ambito nazionale ed internazionale. Tra le più recenti: Locarno (Svizzera), 'Faces', 36Mazal Contemporary Art; Roma, Galleria Minima Arte Contemporanea, 'La moda nell'invisibile'; Barcellona,Crisolart Galleries, 'From Kips Gallery New York to Crisolart Galleries Barcelona'. Vive e lavora a Roma. 

Figlia del suo tempo, di questa 'era della comunicazione', Daniela Caciagli, ne rileva costantemente le contraddizioni. Le sue figure senza volto fluttuano quasi inconsapevoli in profonda solitudine: uomini e donne che si incrociano per strada, in un treno, al bar; individui che condividono o  frequentano gli stessi spazi, senza mai incontrarsi veramente, senza mai scambiarsi un gesto o una parola. Un mondo che vive sempre di più le realtà virtuali e sempre più incapace di condividere  incontri reali e reali rapporti umani. 

Daniela Caciagli è nata a Bibbona (Li) nel 1962. Tra le principali mostre recenti segnaliamo: LOCARNO (Svizzera), 36Mazal Contemporary, Downtown, a cura di Barbara Pavan, collettiva, catalogo; RIVODUTRI (Ri), Tenuta Due Laghi, Rassegna Ex Arte#1, Madamadoré, a cura di Barbara Pavan e Luca Arnaudo, collettiva, catalogo; ROMA, Galleria Minima Arte Contemporanea, Assenze, a cura di Barbara Pavan, personale, catalogo; CAVALESE (Tn), Centro Arte Contemporanea di Cavalese, Isolina e le altre, a cura di Barbara Pavan, con il Patrocinio di Provincia Autonoma di Trento e Comune di Cavalese, collettiva, catalogo; FIRENZE, Saci Gallery, Passages, a cura di Gianni Costa, collettiva; SERAVEZZA, Scuderie Granducali, Dieci, a cura di Gianni Costa, collettiva; MILANO, Spazio Tadini, Après le solstice, a cura di Gianni Costa, collettiva; MILANO, Galleria Emmediarte, Figure in viaggio, collettiva; RIETI, Palazzo Marcotulli, One Planet, a cura di Simone Fappanni, con il Patrocinio di Regione Lazio, Provincia, Comune e CCIAA di Rieti, catalogo, collettiva; ROMA, Galleria Montoro Arte Contemporanea, Frames, a cura di Barbara Pavan, personale, catalogo; NIZZA, Francia, Espace Art Foire de Nice, Palais des Expo, a cura di Barbara Pavan e Beatrice Bregoli Orts, con il Patrocinio di Camera di Commercio Italiana a Nizza e CCIAA di Rieti, catalogo  

Attinge e proviene dal mondo dell'illustrazione Enrica Pizzicori. Le sue opere sono sempre echi di racconti e di fiabe più o meno conosciuti. 

Enrica Pizzicori è nata a Prato nel 1976. Ha vissuto a Brema (D) dove ha lavorato come aiuto restauratrice presso il Vocke Museum. Ha studiato affresco presso la scuola L.Tintori di Prato. Ha studiato presso la Facultad de Bellas Artes di Salamanca (E). Ha frequentato i corsi di illustrazione di Sarmede (TV) condotti da A. Cimatoribus, S. Junakovjic, e da Linda Wolfsgruber; e quelli di Macerata condotti da V. Kostantinov. E' diplomata in Decorazione presso l'Accademia di Belle Arti di Carrara. Dal 2000 si occupa di illustrazione infantile. Ha pubblicato con la casa editrice Eldec Roma la serie di racconti 100 fiabe da salvare. Ha collaborato con la casa editrice Edizioni Clandestine per la quale ha curato una copertina. Ha collaborato con la curia di Bergamo per la realizzazione di un calendario per l'avvento e  di altri progetti grafici. Ha collaborato con il Settore Cultura del Comune di Carrara per le locandine di numerosi eventi culturali legati all'infanzia. Collabora con l'Associazione Prospettiva Creativa (VE) con cui ha vari progetti editoriali tra cui il libro Il piccolo angelo e Il campo di cuori. Sta illustrando il libro Il carillon dei desideri per la casa editrice Edigiò. Nel 2002  ha fondato l'Associazione Culturale Nouvelle Lune con la quale porta spettacoli di teatro di strada e teatro ragazzi nelle piazze italiane ed estere. Si occupa da anni di progetti creativi per l'infanzia  e di promozione della lettura. Tra le mostre recenti: Collettiva "Il mondo di Rodari" Pontedera (PI); Collettiva "Il circo dipinto" Fortezza Firmafede Sarzana (SP); Collettiva "Arte al Castello" Castello Malaspina  Massa (MS); Mostra Internazionale di Illustrazione "Le immagini della fantasia" Sarmede (TV); Collettiva "Il circo dipinto" Fortezza Firmafede Sarzana (SP); Collettiva "Femina" Carrara (MS); Personale "In fiaba" presso Atelier Canard Bucine (AR); Collettiva "Le stanze delle fiabe", a cura di Barbara Pavan, Palazzo Marcotulli, Rieti, con il Patrocinio di Regione Lazio, catalogo; Personale "La pittura del cuore", Morlupo (Rm); Personale "Bidibodibibù", a cura di Monna Lisa Salvati, Banca Sella Sud, Nola (Na); Personale "Alice nel paese delle meraviglie", Libreria Libri Liberi, Firenze; Collettiva "Faces", a cura di Barbara Pavan, 36Mazal Contemporary, Locarno, Svizzera 
 

L'opera di Raffaella Simone si ispira ad un versetto del Cantico delle Creature: 'Beati quelli che si troveranno nella tua volontà / poiché loro la morte non farà alcun male.' Arte e scrittura, elemento fondamentale e ricorrente nell'opera dell'artista, si intrecciano, si contaminano, fino a sciogliersi nello spazio dell'opera d'arte. Scrive di lei Augusta Venanzi: 'L'arte per Raffaella è una pratica alchemica. La superficie del quadro il luogo della sua alchimia. Nei suoi lavori emerge il valore dell'immagine come simbolo e della scrittura come corpo, fisicità materia dell'opera. La scrittura è la sua pittura. Le opere si scrivono e per scriverle l'artista mette insieme frammenti di altre storie…' 

Raffaella Simone è nata a Roma nel 1970. Diplomata in Pittura presso l'Accademia delle Belle Arti di Roma, ha frequentato Les Ateliers des Beaux-Arts de la Ville de Paris. Tra le mostre recenti: (2010) Sant'Anatolia di Narco (Pg), Ex Convento di S. Croce, I Love, a cura di Massimo Giovannelli, collettiva, catalogo (2009) Ravenna, Seconda Circoscrizione, Isolina e le altre, a cura di Barbara Pavan, collettiva con il Patrocinio di Regione Emilia Romagna, Provincia e Comune di Ravenna, collettiva; Rieti,  Palazzo Marcotulli, One Planet,  a cura di Simone Fappanni e Barbara Pavan, con il Patrocinio di Regione Lazio, Comune, Provincia e CCIAA di Rieti, catalogo italiano/inglese, collettiva; Roma, Galleria Montoro Arte Contemporanea, Isolina e le altre, a cura di Eliana Frontini e Barbara Pavan, collettiva, catalogo; Nizza, Francia , Palais des Expositions, Espace Art, a cura di Barbara Pavan, con il patrocinio della Camera di Commercio di Rieti e Chambre de Commerce Italienne à Nice, catalogo italiano/francese, collettiva; Berlino, Germania, Galerie Artport in der Kolonie Wedding, Memorabilia, a cura di Arianne Blankenburg, personale; Pompei (Na), Libreria Mondadori, Isolina e le altre, a cura di Monna Lisa Salvati e Barbara Pavan, collettiva; Vitorchiano (Vt), Torre Medioevale Comunale, Laudato sie, a cura di Massimo Giovannelli,  Patrocinio della Regione Lazio e del Comune di Vitorchiano, catalogo, collettiva; Roma, Complesso dei Dioscuri al Quirinale, Dal Futurismo al Contemporaneo, con il Patrocinio del Ministero per i Beni  e le Attivita' Culturali, collettiva 

La mostra rimarrà  aperta fino al 31 gennaio 2011. 

Scheda tecnica: 

Titolo:     Blue

            Artisti: Arianna Bonamore, Daniela Caciagli, Enrica Pizzicori, Raffaella Simone 

A cura di Barbara Pavan

Date:     11 dicembre 2010 – 31 gennaio 2011

Sede espositiva:   Blu Monde _ Atelier d'Arte e Laboratorio orafo

               Via A.Vespucci 25

               Osteria Nuova di Poggio Moiano (Ri),

                              tel.0765.841528 mob.345.3136017

Info:      cell.320.4571689  e-mail studio7artecont@gmail.com

Ufficio stampa:   studio7  barbarart@tiscali.it 

giovedì 2 dicembre 2010

MOSTRA PAOLO TALLARIGO A TORINO


 
Il Diavolo e l'acquasanta

Omaggio al glamour Italiano

Mostra Fotografica del Maestro Paolo Tallarigo

Il 7 dicembre p.v. si terrà dalle ore 21,00 presso l'Inferno Cafè di Torino la mostra fotografica del Maestro Paolo Tallarigo.

Tallarigo è stato ed è tuttora uno dei nostri più illustri fotografi italiani

È stato uno dei fotografi ufficiali della rivista Playmen (rivista concorrente di Playboy) tutta Italiana,che ha lanciato l'erotismo pulito ed elegante made in Italy.

Tra le attrici soubrette fotografate da Paolo Tallarigo ricordiamo Carmen Russo, la maestrina dei film di Pierino (Michela Miti) e Paola Senatore.

Tuttora collabora con riviste come INTERVIU (Spagna), PLAYBOY, PENTHOUSE(Australia e Olanda), DYNAMYT, NEW LOOK…

Alla mostra saranno visibili opere relative a scatti di genere Fashion e Glamour.

In seconda serata è previsto un model sharing a carattere sexy/glamour con le due splendide modelle emergenti della scuderia di www.modelleperlastoria.com (Eva Marie e Kate)

Per ulteriori informazioni relative all'accredito per fotografi e pubblico al model sharing scrivete a alex.cunsolo@modelleperlastoria.com 



Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI