Cerca nel blog

martedì 31 luglio 2012

Termini Imerese. SiciliAntica: passeggiata notturna alla scoperta dell’antico Castello

Termini Imerese. Formidabile rocca. Passeggiata notturna alla scoperta dell'antico Castello

L'appuntamento è per venerdì 3 agosto 2012 alle ore 21,30 al Belvedere davanti la libreria Punto 52. L'iniziativa prevede una passeggiata alla scoperta dell'antico Castello, ulteriore  tappa di un progetto, lanciato dall'Associazione SiciliAntica, per conoscere e riscoprire la città e permettere ad una comunità di riappropriarsi della propria memoria storica.

La visita, guidata dal geologo Antonio Contino, prevede una camminata lungo l'antico perimetro del castello, con l'illustrazione delle tracce più significative e in conclusione la salita sulle terrazze dell'antica fortezza da cui si può ammirare un panorama straordinario. Al termine verrà letta la descrizione del territorio di Termini e del suo castello che ne fece l'architetto Camillo Camilliani nell'anno 1583. I partecipanti potranno seguire tutto l'itinerario su una cartina, che sarà consegnata all'inizio della passeggiata, con la pianta del castello e la ricostruzione del perimetro delle strutture. "L'itinerario si propone – afferma Alfonso Lo Cascio della Presidenza regionale di SiciliAntica - di  riscoprire la storia del fortilizio, di evidenziare le tracce rimaste della sua esistenza millenaria e di tratteggiare le modifiche prodotte dall'uomo sulla formidabile ed imprendibile rocca. Un vero e proprio percorso all'interno della memoria storica della città antica".

Il Castello di Termini Imerese

Sin dalla sua nascita la città di Termini Imerese si lega in maniera inscindibile al suo Castello, una delle fortezze strategicamente più importanti dell'Isola, ma della quale rimangono soltanto labili tracce. Il castello, che resistette strenuamente ad assedi (come quello emblematico del 1338 che portò alla quasi totale distruzione della città), dopo il 1860 finì per essere smantellato dagli stessi abitanti di Termini. A tutto ciò si aggiunse l'apertura di numerose cave di pietra calcarea legate soprattutto ai lavori di realizzazione dell'erigendo molo di sopraflutto del porto, che comportarono pesantissime modifiche di questa area con la scomparsa di alcune grotte delle quali non rimangono vestigia. Oggi nulla rimane della torre principale della fortezza, della vasta piazza d'armi, della chiesa di S. Ferdinando, del ponte levatoio e di tante altre strutture che caratterizzavano l'antico maniero.  Per informazioni: SiciliAntica, Via Ospedale Civico, 32 - Termini Imerese Tel. 091 8112571 - 346 8241076 E-mail: terminiimerese@siciliantica.it


Nell'immagine il dipinto del Castello di Termini realizzato da Ignazio De Michele nella metà dell'Ottocento.




lunedì 30 luglio 2012

TERRA ARTE - Natura e ARTificio, Paternopoli (Av), 8-9 agosto 2012




XII edizone 8-9 agosto 2012

Paternopoli (Av), ore 21.00

Direttore artistico

Luca Pugliese


Natura e ARTificio

Mostra a cura di

Fortunato D'Amico

in collaborazione con Chiara Canali


La XII edizione di Terra Arte propone quest'anno una mostra dedicata a quattordici videoartisti e ad altre due personali, una di Riccardo Dalisi e l'altra di Luca Pugliese, sul tema Natura e Artificio. Il contesto della manifestazione assomma in sé una serie di eventi che spaziano dalla musica alla perfomance, alla rappresentazione artistica in generale. La peculiarità del festival ha favorito in questi anni l'incontro e il dibattito tra le diverse forme d'arte, portando alla ribalta personaggi noti e altri ancora in fase di evoluzione; tutti spinti dalla volontà di ricercare nella tradizione e nella cultura della terra gli strumenti per leggere il passato e progettare il futuro. Un dialogo serrato, che ha consentito ai più giovani di consolidare le proprie attitudini e di crescere scegliendo, con la loro partecipazione, di frequentare un percorso insolito per promuovere la propria attività di comunicazione, rispetto alle offerte di eventi realizzati in questi ultimi decenni in Italia.

VIDEOARTE

Carina Aprile, Domenico Buzzetti e Michela Pozzi, Silvia Capiluppi, Deproducers, Christiane Draffehn, Andrea Felice, Alessandro Girami, Alice Grassi, Pina Inferrera, Dario Migliardi, Roberto Mosca Ros, Nino Mustica, Andy Others, Daniele Pignatelli

MOSTRE PERSONALI

Riccardo Dalisi, Luca Pugliese

PROGETTI MUSICALI

mercoledì 8 agosto

Marzouk Mejri Ensemble

Ciccio Merolla in Merollasolo

Beppe Brotto

Quintorigo

giovedì 9 agosto

Luca Rossi in Il Raccontaio

Canti e incanti di Sicilia

con Katia Pesti, Giancarlo Parisi, Maura Guerrera

Fluido Ligneo Ethnic Orchestra - Luca Pugliese

con Robertinho Bastos, Tony Bowers, Beppe Brotto, Giuseppe Famiglietti, Doris Lavin, Marzouk Mejri, Giancarlo Parisi, Luca Rossi, Lucia Scarabino, Catello Tucci.

CONFERENZA

mercoledì 8 agosto, ore 21.00

Conferenza inaugurale, con gli artisti ospiti, Fortunato D'Amico, Felice De Rienzo (sindaco di Paternopoli), Leopoldo Lombardi (presidente AFI), Luca Pugliese. Moderatore Peppe Iannicelli

giovedì 9 agosto, ore 21.00

Convegno sul tema Natura e Artificio, con Renuccio Boscolo (clipeologo, esperto di semiologia delle arti rinascimentali), Francesco Correggia (responsabile CRAB), Filippo de Filippi (responsabile Dipartimento di Design dell'Accademia delle Belle Arti di Brera). Moderatore Fortunato D'Amico

Ingresso libero


   Facebook Twitter MySpace



Giulio Pezza: "ImmaginariaMente", espressioni dell'anima su tela


"ImmaginariaMente" di Giulio Pezza
Espressioni dell'anima su tela.

Nasce "ImmaginariaMente", tra mille sfumature di toni, frutto di una passione mai assopita, costantemente presente nella prosecuzione più naturale di ciò che l'artista ama di più: il colore. 

Là dove estro e creatività si fondono, finalmente i pensieri costruiscono lo spazio che da vita al sogno. 

Buon viaggio a chi è goloso di novità: 
 

(Page) www.facebook.com/ImmaginariaMente

(3D Gallery) http://giuliopezza.artsteps.com/exhibitions/1882/ImmaginariaMente

Ufficio Stampa Pezza - (Official WebSite) www.giuliopezza.it 




domenica 29 luglio 2012

Lecce. Arte in movimento nei locali

Negli ultimi anni è diventato sempre più normale, per i locali, almeno per quelli più trendy, ospitare esposizioni artistiche, quadri e fotografie, di giovani artisti.
Tale iniziativa prende il via SABATO 4 AGOSTO  ORE 19.00  - c/o  il BAR  " PAUSE " in viale Aldo Moro con un nome semplice ed efficace " l’arte in movimento nei locali di Lecce ", la Mostra vede protagonista in questa occasione quasi a consolidare la Bonta' dell' operazione  l'Artista VITTORIO TAPPARINI  per la prima volta dopo 5 anni  " staccato " dal Gruppo Tracce  con una sua opera di Grandi dimensioni 4,00 m x 2,50 realizzata  in Legno e metallo dal Titolo " INTRECCIO D' IDENTITA. "

Il locale si propone come punto d' incontro tra artisti e no  e ospitera '  giovani artisti del mondo musicale e culturale. L’obiettivo è offrire ai giovani occasioni culturali e al contempo proporre cocktail analcolici come iniziativa di sensibilizzazione contro l’abuso di sostanze alcoliche.
in varie  serate, il martedì e il giovedì, verranno presentati all’interno del Locale  concerti di musica dal vivo, dj set, rappresentazioni teatrali ed esposizioni di opere artistiche. Ma l’attenzione sarà anche per l’impegno sociale e la prevenzione sull' abuso di sostanze alcoliche .
il BAR " PAUSE " si pone  come  proposta culturale  fuori dai canoni  consolidati e  come punto d' incontro tra  Artisti e cittadini per avvicinare sempre piu' la Citta' all' Arte contemporanea , non si parla ancora di un progetto vero e proprio ma tale lodevole iniziativa del titolare del Bar " PAUSE "  puo' essere  il germe intorno al quale un progetto possa nascere .

appuntamento 
SABATO 4 AGOSTO  ore 19.00 
BAR " PAUSE " Via  ALDO MORO - Lecce

giovedì 26 luglio 2012

openArt 2012 Rassegna internazionale di scultura - Svizzera

openArt 2012
Rassegna internazionale di scultura
Internationale Skulpturenausstellung


Roveredo (Svizzera, Ct. Grigioni), Località Trii
28 LUGLIO - 7 OTTOBRE 2012
orari: 14.00-20.00, chiuso lunedì  tel. +41.(0)79.4442161
Grande vernissage: sabato 28 luglio, dalle ore 17.00

Alla fine di luglio apre per la dodicesima volta la Rassegna internazionale di scultura e installazioni openArt a Roveredo (Svizzera, Canton Grigioni) in località Trii.
L’esposizione è ormai diventata una tradizione e permette di conoscere i nuovi lavori di artisti nazionali e internazionali.
Il suggestivo ambiente in cui la rassegna viene proposta contribuisce al confronto fra artisti e appassionati d’arte, che durante l’estate passano numerosissimi nell’ampio parco naturale in cui sono collocate le opere.

La rassegna è veramente “open”, in tutti i sensi: aperta alla partecipazione di artisti provenienti da varie parti del mondo e gestita dai singoli artisti in rapporto diretto con la natura che ne accoglie i lavori. L’attenzione non è puntata solo sulla scultura nelle sue varie declinazioni dal legno al bronzo alle materie più diverse, ma si indirizza anche verso le installazioni che rappresentano da sempre le esperienze più intriganti di openArt.

I numerosi appassionati d’arte,  collezionisti,  direttori di musei, provenienti da varie parti d’Europa, che frequentano ormai con grande regolarità la rassegna di Roveredo costituiscono per sé il riconoscimento all’impegno di Luigi a Marca per individuare e selezionare gli artisti da proporre al pubblico. La presenza costante di alcuni autori molto interessanti di cui si propongono anno per anno le nuove esperienze espressive si intreccia con molti nuovi artisti individuati in analoghe rassegne tenute nell’anno in Svizzera e Germania e in altri paesi europei e con alcune giovani promesse segnalate da direttori di musei e critici attivi in varie parti del mondo.
La lista di quest’anno si amplia raggiungendo ormai la bella cifra di settanta opere-installazioni che comunque nell’ampio spazio espositivo si possono ammirare nella loro individualità e che, assieme ai lavori esposti ormai in permanenza, costituiscono un interessante museo a cielo aperto.

Il vernissage della mostra (sabato 28 luglio, a partire dalle ore 17), ma anche il finissage (sabato 6 ottobre, dalle ore 16), radunano a Roveredo tutti gli artisti partecipanti alla mostra, sempre molto disponibili al confronto con i visitatori per presentare le loro opere e illustrare le proprie scelte
espressive.

Vari sono gli spettacoli che accompagnano il vernissage. In particolare è da segnalare l'intervento di "Labsox" " che propone danza, musica e pittura dal vivo, mentre al calar della notte è particolarmente atteso lo spettacolo di fuochi artificiali di André Heer, cui farà seguito la musica di “Sonix & Werner Weldon”.

Gli artisti: Luigi a Marca, Sandra Autengruber, Matthias Bach, Caroline Bachmann, Peter Beranek, Marcel Bernet, Edgar Büchel, Verena Bühler, Pirmin Breu, Jeremie Crettol, Cesare de Vita, Sibylla Dreiszigacker, Pli Ebnöther, Chiara Fiorini, Markus Fritschi, Ueli Gantner, Dieter Gassebner, Christa Giger, Armin Göhringer, Duosch Grass, Paolo Grassi, Fredy Hadorn, Daniel Hardmeier, André Heer, Alexander Heil, Anneliese Hophan, Alfonso Hüppi, Bülent Incir, Edith Kappeler, Christian Kirchhofer, Jürgen Knubben, René Küng, KUSPI 012, Chris Pierre Labüsch,  Maya Lalive, Peter Leisinger, Ilona Lenk, Line Lindgren,  Marck, Pascal Martinoli,  Claudia E. Weber, Pascal Murer, Simeun Moravac, Marc Moser, Giovanna Nicola & Petra Stefan Niederberger, Claire Ochsner, Benny Posca, Aniko Risch, Nigel Ritchie, Gerda Ritzmann, Gianni Rodenhäuser, Dorothée Rothbrust, Pavel Schmidt, Carlo Salis, Anita Staedler, Christophe Starck, Dominique Starck, Hansruedi Suter, Suter & Bult, Rolf Sprecher, Rudolf Tschudin, Christiane Tureczek, Georg Viktor, Stefan Waibel, Anne Marie Catherine Wieland, Pt. Whitefield, Hanspeter Wyss, Katrin Zuzakova.


Il parco è visitabile tutti i giorni, escluso lunedì, dalle 14 alle 20.


 

Per raggiungere ROVEREDO:
autostrada Milano-Chiasso-Lugano-Bellinzona-San Bernardino, uscita a Grono-Roveredo, km 10 dopo Bellinzona

RENOIR. La vie en peinture. Pavia, Scuderie del Castello Visconteo. Dal 15 settembre

Renoir_Picking Flowers.jpgRenoir
La vie en peinture
15 settembre – 16 dicembre 2012
Pavia, Scuderie del Castello Visconteo
..........................................................................................
Renoir, Picking flowers, 1875
Ailsa Mellon Bruce Collection, National Gallery of Art, Washington
..........................................................................................

Per me un quadro deve essere una cosa piacevole, allegra e bella, sì bella! 
Ci sono già troppe cose spiacevoli nella vita che non è il caso di crearne anche delle altre - Renoir

Dal 15 settembre al 16 dicembre 2012 le Scuderie del Castello Visconteo di Pavia ospiteranno un'importante retrospettiva dedicata ad uno dei massimi esponenti dell'Impressionismo: Pierre-Auguste Renoir.

La mostra “Renoir. La vie en peinture”, promossa dal Comune di Pavia in partnership istituzionale con la Provincia di Pavia, è prodotta e organizzata da Alef – cultural project management e patrocinata dall’Ambasciata di Francia in Italia e dall'Institut français di Milano.

L'esposizione, a cura di Philippe Cros, - attraverso una selezione di dipinti, pastelli e disegni - ripercorrerà la carriera del grande Maestro francese mettendo in evidenza il ruolo dell’artista nella storia dell’arte moderna. Il pubblico avrà la possibilità di ammirare importanti lavori, alcuni dei quali esposti per la prima volta in Italia, provenienti da prestigiose realtà museali internazionali tra cui la National Gallery of Art di Washington, il Columbus Museum of Art (Ohio), il Centre Pompidou di Parigi e il Palais des Beaux Arts di Lille.

Per tutta la durata dell'esposizione, originali e creative attività didattiche e laboratoriali permetteranno ai più piccoli di entrare in contatto con uno dei più coinvolgenti movimenti della storia dell'arte. 
Anche gli adulti, attraverso uno speciale programma di visite guidate, potranno indagare l'evoluzione e la varietà della produzione artistica di Renoir.

La mostra “Renoir. La vie en peinture” testimonia, ancora una volta, l'impegno del programma di valorizzazione delle Scuderie del Castello Visconteo di Pavia che dal 2008 Alef- cultural project management ha ideato e portato avanti in collaborazione con il Comune di Pavia e la Provincia di Pavia.

Catalogo Silvana Editoriale
................................................................................................................
Sede
Scuderie del Castello Visconteo di Pavia
Viale XI febbraio, 35
27100 Pavia

Date
15 settembre – 16 dicembre


Orari
Dal lunedì al venerdì: 10.00 – 13.00 | 15.00 – 19.00
Giovedì: 10.00 – 13.00 | 15.00 – 21.00
Sabato, domenica e festivi: 10.00 – 13.00 | 14.00 – 19.00

Biglietti
Intero: 10,00 euro
Ridotto: 8,50 euro (studenti dai 14 ai 18 anni, studenti universitari fino a 26, over 65, gruppi)
Ridotto convenzionati: 9,00 euro
Ridotto scuole: 5,00 euro (under 13 e gruppi scolastici) 
Gratuito: bambini sotto 6 anni, giornalisti con tesserino, accompagnatori scolaresche/gruppi, disabili, accompagnatori disabili.
Informazioni



Mostra arte contemporanea Martina Franca

Arte Contemporanea

Mostra “DI PERSONA”- Anteprima Personali Arte Contemporanea
Venerdì 27 luglio 2012- ore 20,00- 23,00
Sabato 28 luglio 2012- ore 20,00 – 23,00
Domenica 29 luglio 2012 -ore 20,00- 23,00

Numa 8
Largo Numa Pompilio, 8
Martina franca (TA)


Da venerdì 27 a domenica 29 luglio 2012, si terrà nuovamente, presso lo spazio Numa8, sito nel centro storico di Martina Franca, la mostra“DI PERSONA”- Anteprima personali d’Arte Contemporanea .

La mostra ospiterà “Le Porte” di Angela Consoli, simbolo della incessante attività dell’Artista di recupero di materiali considerati inutilizzabili, al fine di dare loro una nuova identità.
Gli acrilici su tela di Stefania Pellegrini, chiaro segno dell’ esperienze artistiche d’oltreoceano, in omaggio alla scultrice francese Louise Bourgeois e alla pittrice messicana Frida Kahlo.
Le stampe di Aldo Saracino ispirate al collegamento tra linguaggio e inconscio.
Le tele di Paolo Tinella con predilezione di soggetti figurativi, presi in prestiti dal mondo teatrale, di cui riporta l’interiorità su tela ed espressione del percorso dell’Artista, partito dalla duplice esperienza di restauratore e grafico pubblicitario per approdare alla pittura.

Il tutto sarà calato in un atmosfera sofisticata e coinvolgente grazie alla proiezione di video , a cura di Aldo Saracino, su un tema insolito: la ricostruzione delle origini di Taranto dall’ epoca sumerica.
 Le immagini proiettate no stop, il suono delle trombe che accompagnano la visione, le opere così diverse- eppure in coerenza emotiva- dei vari artisti, rendono l’insieme unico , creando un’ atmosfera avanguardistica in un piccolo angolo nel cuore di Martina Franca.


Numa 8

RENOIR. La vie en peinture. Pavia, Scuderie del Castello Visconteo. Dal 15 settembre


Renoir
La vie en peinture
15 settembre – 16 dicembre 2012
Pavia, Scuderie del Castello Visconteo
................................................................................................................

Renoir, Picking flowers, 1875
Ailsa Mellon Bruce Collection, National Gallery of Art, Washington
................................................................................................................

Per me un quadro deve essere una cosa piacevole, allegra e bella, sì bella! 
Ci sono già troppe cose spiacevoli nella vita che non è il caso di crearne anche delle altre - Renoir

Dal 15 settembre al 16 dicembre 2012 le Scuderie del Castello Visconteo di Pavia ospiteranno un'importante retrospettiva dedicata ad uno dei massimi esponenti dell'Impressionismo: Pierre-Auguste Renoir.

La mostra "Renoir. La vie en peinture", promossa dal Comune di Pavia in partnership istituzionale con la Provincia di Pavia, è prodotta e organizzata da Alef – cultural project management e patrocinata dall'Ambasciata di Francia in Italia e dall'Institut français di Milano.

L'esposizione, a cura di Philippe Cros, - attraverso una selezione di dipinti, pastelli e disegni - ripercorrerà la carriera del grande Maestro francese mettendo in evidenza il ruolo dell'artista nella storia dell'arte moderna. Il pubblico avrà la possibilità di ammirare importanti lavori, alcuni dei quali esposti per la prima volta in Italia, provenienti da prestigiose realtà museali internazionali tra cui la National Gallery of Art di Washington, il Columbus Museum of Art (Ohio), il Centre Pompidou di Parigi e il Palais des Beaux Arts di Lille.

Per tutta la durata dell'esposizione, originali e creative attività didattiche e laboratoriali permetteranno ai più piccoli di entrare in contatto con uno dei più coinvolgenti movimenti della storia dell'arte. 
Anche gli adulti, attraverso uno speciale programma di visite guidate, potranno indagare l'evoluzione e la varietà della produzione artistica di Renoir.

La mostra "Renoir. La vie en peinture" testimonia, ancora una volta, l'impegno del programma di valorizzazione delle Scuderie del Castello Visconteo di Pavia che dal 2008 Alef- cultural project management ha ideato e portato avanti in collaborazione con il Comune di Pavia e la Provincia di Pavia.

Catalogo Silvana Editoriale
................................................................................................................
Sede
Scuderie del Castello Visconteo di Pavia
Viale XI febbraio, 35
27100 Pavia

Date
15 settembre – 16 dicembre

Orari
Dal lunedì al venerdì: 10.00 – 13.00 | 15.00 – 19.00
Giovedì: 10.00 – 13.00 | 15.00 – 21.00
Sabato, domenica e festivi: 10.00 – 13.00 | 14.00 – 19.00

Biglietti
Intero: 10,00 euro
Ridotto: 8,50 euro (studenti dai 14 ai 18 anni, studenti universitari fino a 26, over 65, gruppi)
Ridotto convenzionati: 9,00 euro
Ridotto scuole: 5,00 euro (under 13 e gruppi scolastici) 
Gratuito: bambini sotto 6 anni, giornalisti con tesserino, accompagnatori scolaresche/gruppi, disabili, accompagnatori disabili.

Informazioni


mercoledì 25 luglio 2012

RossoCinabro L'ANIMA DEL MONDO NELLE COSE CONCRETE

L'ANIMA DEL MONDO NELLE COSE CONCRETE
1 – 27 agosto 2012

Gli artisti selezionati per la collettiva L'ANIMA DEL MONDO NELLE COSE CONCRETE studiano e rielaborano le tecniche più antiche, lavorando con un atteggiamento diverso rispetto al passato.  
Le opere d'arte che ne derivano attingono a piene mani dalla società nella quale tutti viviamo.  
Alcuni riportano l'attenzione sull'uomo e il suo quotidiano con scene di vita domestica e familiare o sul suo destino, i  suoi sentimenti ed emozioni di fronte al peso crescente di alienazioni subite.  
Altri prediligono la spersonalizzazione delle realtà industriali o i non luoghi, le tensioni e l'ipocrisia delle relazioni umane. Alcuni ritraggono, invece, un mondo influenzato dalla moda e dalla pubblicità, fino ad arrivare al rifugio in un mondo onirico e immaginario al confine tra realtà attuale e desiderio di universi paralleli.
Riproporre l'attenzione sul reale, oggi significa anche ridare centralità ad un linguaggio tradizionale come la pittura, una collettiva tematica con opere d'arte più aderenti alle istanze della società attuale.
Artisti: Carrie A Pinter, Giosi Costan, Lorenzo Curioni, Dario Lo Iacono, Vincent  Pelonero, Giovanna Raffaelli Caprilli, Daniela Rebecchi, Shiribia, Rosario Tortorella
A cura di Cristina Madini

opening lunedì 1 agosto ore 18

ingresso libero

visitabile da lunedì a venerdì ore 11 – 19:30


Via Raffaele Cadorna, 28
00187 Roma
tel. 06 60658125
apertura no-stop
da lunedì a venerdì 11:00-19:30

siamo vicini alla Libreria Mondadori

Autobus da Stazione Termini:
38 - 92 - 86 - 360 - M - 217
Fermata Goito - XX Settembre
 
Inoltre: 492 - 36 - 90 - 16 - 61 - 62 - 75 - 63 - 630



martedì 24 luglio 2012

Irruzione di Shock nei Musei Civici agli Eremitani di Padova | Anticipazione della mostra Shock di Renato Pengo, 14 settembre - 31 ottobre 2012



Comune di Padova                                         Assessorato alla Cultura                                                 Musei Civici

 
Renato Pengo

SHOCK


Padova, Musei Civici degli Eremitani
14 settembre 2012 – 31 ottobre 2012
Inaugurazione: venerdì 14 settembre ore 18,00



Martedì 24 luglio 2012 - E' avvenuta oggi, nei Musei Civici agli Eremitani, la prima "intrusione" dello Shock di Renato Pengo. L'hackeraggio creativo dell'artista - negli spazi per esposizioni temporanee della sede museale che ospiterà, dal 14 settembre al 31 ottobre prossimi, la mostra curata da Barbara Codogno – è servito alla curatrice per realizzare un videoclip (clicca qui) in cui Renato Pengo introduce al pubblico quella che è la poetica della sua personale SHOCK.
Pengo ha fatto irruzione sulla scena museale per un hackering ricognitivo-creativo: nel video l'artista non solo dipana il progetto relativo all'allestimento ma, entrando nel vivo della concettualità che sottostà al processo creativo, introduce lo spettatore a quello che egli chiama "un salto di visione".
Renato Pengo, precursore dello "shock tecnologico" - la cui fatale intuizione fu testimoniata dal critico e filosofo Pierre Restany nel 1996- si confronta in anteprima con il museo, "luogo della sacrale iconografia dell'arte", per avviare il suo inedito e originale dialogo, compreso tra storicizzazione e arte contemporanea.
Come spiega lo stesso artista, questa prima intrusione è nata dalla forte urgenza di creare le condizioni per una ripartenza creativa che di fatto va ad hackerare il sistema dell'arte
L'hackeraggio di Pengo consiste in un inedito confronto tra l'arte del passato, racchiusa in una selezione di dipinti della Pinacoteca, e l'arte del presente, sintetizzata dai suoi lavori (che prendono avvio a partire dagli anni '90): una settantina di opere dall'unico titolo "Shock".
Il dialogo con l'arte classica diventa allora una sfida intellettuale cruciale per l'artista e innesca un corto circuito con il suo Shock, paragonato da Pengo a "un'esplosione la cui potenza è tale da azzerare la memoria iconografica e creare il vuoto energetico nel museo. Si tratta di un interessante corto circuito, scattato nel momento in cui l'iconoclastia del mio lavoro e l'iconografia tradizionale dei dipinti si confrontano. Credo che lo Shock potrà innescare nel visitatore della mostra un salto di visione superiore, aprendo uno spiraglio verso nuovi giacimenti del vedere, del sentire, del sapere, del comunicare".

Nella mostra, le tele di Pengo si alterneranno ai dipinti della collezione permanente dei Musei Civici, tra cui le opere di Padovanino, Guercino, Strozzi, Jan Miel.
Il momento di sintesi progettuale di questo dialogo - tra passato e presente- è dunque racchiuso nello sguardo del fruitore contemporaneo che è chiamato a diventare il vero protagonista dello Shock. Come l'artista spiega nel video, l'allestimento della prima sala sarà dedicato a un introduttivo percorso di videoinstallazione in cui l'effetto neve dello shock tecnologico sarà proiettato in loop proprio sulle pareti che ospitano i quadri della tradizione. Questa videoinstallazione coinvolgerà il corpo di quanti visiteranno la mostra, proiettandone le ombre sulle pareti del Museo. "Questo percorso introduttivo - conclude Pengo - renderà il visitatore partecipe, consapevole e, se lo vorrà, elemento attivo dello Shock: l'intrusione diventerà, allora, totalizzante".

Biografia
Renato Pengo nasce a Padova il 31 ottobre 1943. Dopo avere frequentato l'Istituto d'Arte Pietro Selvatico, si dedica alle diverse discipline artistiche. Del 1969 è la sua prima mostra personale, presentata dal celebre poeta e scrittore Diego Valeri, alla Galleria Traghetto di Venezia. Nel 1970 vince il primo premio alla X Triveneta dei Giovani Artisti. Nella prima metà degli anni Settanta comincia a cimentarsi con diverse forme di espressione artistica, mediante molteplici linguaggi (performance, happening, fotografia). Nel 1975 è tra i fondatori del gruppo "Azionecritica" e partecipa alla X Quadriennale di Roma. Nel 1976 espone alla Fondazione Bevilacqua la Masa di Venezia. Di questo periodo sono alcune mostre personali a Salisburgo, Villach, Rovigo e alcune collettive a Prato e a Padova. Dagli anni Ottanta il suo lavoro subisce un'importante svolta attraverso la serie di opere "Itinerari dipinti dal tempo" e "Future archeologie"; parallelamente sperimenta il video, il cui codice è fondato sulla decelerazione dell'immagine. In queste opere emerge il carattere autoriflessivo dell'artista su tematiche di particolare attualità. I suoi video vengono presentati in numerose rassegne nazionali e internazionali, tra cui: Catodica (Roma), Ifduif (Lugano), Le arti del cinema (Verona), Festival Mondial do minuto (San Paolo, Brasile) e FilmFestival Torino. A partire dagli anni Novanta, Pengo affronta nuovi ambiti legati all'antropologia e alla psicoanalisi, raffrontandoli con il mezzo tecnologico e con la cultura mediatica contemporanea. La sua indagine si focalizza sul cosiddetto "shock tecnologico", cioè la trasposizione su tela del brusio elettrostatico del televisore, che suscita l'interesse del celebre critico francese Pierre Restany, che promuoverà a Parigi, in gallerie e musei, mostre personali dell'artista padovano.
Nel 1999, a Padova, presso il Palazzo Monte di Pietà, si svolge una sua importante personale, "Percezioni mutanti" (catalogo Electa) e a seguire saranno altre mostre a Madrid, Tunisi, Parigi e a New York. Nel 2000 realizza un video-manifesto da cui nasce una scrittura non leggibile, prelinguistica, costituita da segni figurativi e parole fuggitive; di questo periodo sono due cicli importanti: "Oltre il Titolo" e "Maree", presentati a Padova, Firenze (Palazzo Vecchio), Arezzo (Sala dei Grandi) e Ancona (Mole Vanvitelliana). Del 2002 è l´acquisizione di una grande opera al Museo d'arte dello Splendore di Giulianova. Nel 2004 una sua installazione multimediale ha luogo nella casa di Piero Della Francesca a Sansepolcro. Nel maggio 2008 si svolge al Museo Nazionale di Villa Pisani (Stra) la mostra "Traghettare il tempo", segue la personale "Oltre" al Net Center di Padova e nel 2009 la mostra ¨Oltre l¨immagine¨ a cura di Italo Zannier, Gian Piero Brunetta, Enrico Gusella presso il Museo Civico di Piazza del Santo a Padova.  Nel 2012 si svolge la personale "Ritratto Contemporaneo" nello Spazio Biosfera di Padova.

Renato Pengo SHOCK

Padova, Musei Civici degli Eremitani, 14 settembre – 31 ottobre 2012

Inaugurazione: venerdì 14 settembre 2012, ore 18,00

Conferenza stampa: venerdì 14 settembre alle ore 12,00
Mostra promossa dal Comune di Padova, Assessorato alla Cultura, Musei Civici - Museo d'Arte

Direzione della mostra: Davide Banzato, Direttore Musei e Biblioteche

A cura di: Barbara Codogno

Ingresso : € 10; ridotto € 8, ridotto speciale € 6 convenzionati; ridotto scuole € 5
Ingresso gratuito: per bambini fino a 5 anni, possessori di biglietto intero Cappella degli Scrovegni, Padovacard, Cartafamiglia, Musei Tutto l'Anno

Orari: martedì - domenica, 9.00 - 19.00; chiuso i lunedì non festivi
Tel. 049.8204551

Info e prenotazioni: cappella degli Scrovegni Tel 049 2010020; www.cappelladegliscrovegni.it, musei@comune.padova.it - http://padovacultura.padovanet.it

ART TO DESIGN: SUMMER SOLD

 

 

 

 

                    

 

 

 

 

ART TO DESIGN GALLERY

VI INVITA ALLE SETTIMANE DEI SALDI ENTRO

VENERDI' 27 LUGLIO

ULTIMO GIORNO

CHIUSURA ESTIVA DA SABATO 28 LUGLIO A MARTEDI' 4 SETTEMBRE

 

 

 

 

 

 

 

ART TO DESIGN GALLERY

via Porta Nova, 12

40123 Bologna BO

tel.: +39 (051) 6590752

fax: +39 (051) 225022

www.arttodesign.it

 

 


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI