Cerca nel blog

lunedì 30 settembre 2013

MERCANTEINFIERA PARMA AUTUNNO 2013



logo 1 


Lunedì, 30 Settembre 2013

 

 


Mercanteinfiera autunno 2013


 


 


Collezionando Gallery di Ada Egidio sarà al pad. 6 stand E 26


 


 


Collezionando di Rossella D'Antona sarà al pad. 6 stand E 24


 




Una kermesse di circa 1.000 espositori provenienti da tutta Europa per la più grande e selezionata vetrina internazionale di modernariato, antiquariato e collezionismo.

La mostra si articola sempre sul rinnovato quartiere con un percorso espositivo sviluppato su tre dei nuovi padiglioni:

Padiglione 3 – Antiquariato.


Padiglione 5 - Antiquariato.


Padiglione 6- Antiquariato e Modernariato.


 


Il biglietto è valido dal 5 al 13 ottobre


 


Vi aspettiamo a Mercanteinfiera 




Fiere di Parma 


Viale delle Esposizioni 393A


Località Baganzola - Parma


 https://www.facebook.com/events/512919792126107/

 


Come raggiungerci


In auto
Dal casello di Parma dell'Autostrada del Sole (A1) imboccare la complanare all'A1 che collega direttamente con il quartiere fieristico

In Treno
La stazione ferroviaria sono a dieci minuti d'autobus. Durante le rassegne internazionali si organizzano servizi shuttle treno + bus da Salsomaggiore e Tabiano Terme ma anche elitaxi e shuttle bus da Malpensa.

In Aereo

Vicinissimo al quartiere fieristico si trova l'aeroporto "Giuseppe Verdi" che mette a disposizione quotidianamente collegamenti  con alcune delle principali città italiane. Disponibili anche servizi navetta durante le manifestazioni fieristiche. La flessibilità è la caratteristica principali dei servizi dell'aeroporto che permette con facilità di organizzare comodi voli durante le manifestazioni in Fiera.

 

 


LARTE apre ufficialmente le porte al pubblico milanese, italiano e internazionale

LARTE APRE UFFICIALMENTE AL PUBBLICO

Dal primo di ottobre, in via Manzoni 5 a Milano, appuntamento a Larte, il nuovo luogo della ristorazione e dell'ospitalità italiana                                                           

 

1 ottobre – Dopo un'inaugurazione in grande stile a metà settembre, alla presenza delle istituzioni milanesi, della stampa e di un parterre d'eccezione di ospiti e celeb del mondo della cucina e non solo (tra gli altri Gualtiero Marchesi, Davide Oldani, Andrea Berton, Bruno Barbieri ma anche Lapo Elkann, Adriano Galliani, Beppe Modenese), l'attesa si è finalmente conclusa e Larte apre le sue porte al pubblico milanese, italiano e internazionale con il suo format innovativo.

Larte infatti è ristorante, ma al medesimo tempo caffè, cioccolateria, hosteria – nel senso nobile del termine derivante da hospes, l'ospite latino – e galleria, nonché shop d'eccezione.

 

 

sabato 28 settembre 2013

Open Day alla Scuola di Arte Sacra di Firenze


SACRED ART SCHOOL FIRENZE ONLUS

 OPEN DAY PER VISITARE LA SCUOLA
DEGLI ARTISTI E ARTIGIANI DEL SACRO
30 settembre 2013 alle Pavoniere delle Cascine – Firenze


La Sacred Art School Firenze Onlus apre le proprie porte alla città. Lunedì 30 settembre sarà possibile visitare dall'interno la scuola che forma gli artisti e gli artigiani del sacro.
L'Open Day è organizzato nella sede della scuola alle Pavoniere, all'interno del Parco delle Cascine, insieme al Comune di Firenze, partner della scuola nella riqualificazione del parco e nella realizzazione di un laboratorio vivo di arte e artigianato nel cuore verde di Firenze.
La giornata vedrà alternarsi incontri con gli artisti internazionali docenti della scuola, con gli artigiani fiorentini e con i ragazzi che stanno concludendo il primo corso.

La scuola sarà aperta per i giovani che sono interessati a intraprendere questa interessante opportunità formativa e lavorativa (sono ancora aperte le iscrizioni al secondo corso di artigianato sacro), sia agli artigiani e artisti incuriositi dal lavoro dei loro futuri 'colleghi'. Sono invitati anche i docenti di altre materie che intendono vedere un nuovo modello formativo realizzato attraverso laboratori teorici e pratici, i sacerdoti che desiderano vedere in anteprima le nuove opere e progetti artistici dedicati al culto, i genitori di ragazzi che hanno un estro creativo particolarmente spiccato da valorizzare e tutti coloro che sono incuriositi dalla prima scuola al mondo tutta dedicata all'arte sacra.

La Sacred Art School aprirà le porte la mattina del 30 settembre dalle 10 alle 12 e il pomeriggio dalle 16 alle 18. Ad accogliere i visitatori workshop di scultura, disegno, oreficeria ed ebanisteria insieme ai maestri artigiani fiorentini Paolo Penko e Gabriele Maselli e agli scultori Dony MacManus, ideatore e Direttore Artistico della Scuola, e Cody Swanson, noto scultore americano. 


La Sacred Art School Firenze Onlus:
ideata dallo scultore irlandese Dony MacManus, è frutto della collaborazione tra l'Opera del Duomo di Firenze, l'associazione Artes (Associazione Toscana Ricerca e Studio) e la IUline (Italian University Line), oltre ad alcuni professionisti, docenti universitari e artigiani della città.

L'obiettivo: Formare una nuova generazione di artisti-artigiani per l'eccellenza nell'arte sacra e promuovere la creatività nel disegno, nella pittura e nella scultura di artisti che si mettano al servizio della Chiesa e della società. La Scuola vuole radicarsi sul territorio e mantenere un respiro internazionale, con l'obiettivo di riprendere e stimolare la riapertura delle botteghe d'arte e di artigianato.

La sede: al primo piano delle Pavoniere, nel cuore delle Cascine, di proprietà del Comune di Firenze, in locazione alla Onlus che si è occupata della ristrutturazione con l'importante contributo dell'Ente Cassa di Risparmio di Firenze per la realizzazione dei laboratori di ebanisteria e oreficeria e della Fondazione Cassa di Risparmio di San Miniato.

Lo staff: Presidente è Ginolo Ginori Conti, Direttore Artistico Dony MacManus. Tesoriere è Giorgio Fozzati. Oltre a MacManus, tra i docenti ci sono anche i maestri artigiani Paolo Penko (oreficeria), Gabriele Maselli (ebanisteria) e Cody Swanson (scultura).

Il Comitato d'onore: è presieduto dall'Arcivescovo di Firenze, Cardinale Giuseppe Betori insieme alla Soprintendente al Polo Museale Fiorentino Cristina Acidini, a Maddalena Ragni (Direzione Generale per il Paesaggio, le Belle arti, l'Architettura e l'Arte contemporanee  del Ministero per i Beni e le Attività Culturali), lo scultore giapponese Etsuro Sotoo (l'artista che sta lavorando al completamento della Sagrada Familia di Gaudì a Barcellona), a Bruno Santi (già direttore dell'Opificio delle Pietre Dure), all'artista Romano Cosci.

I corsi:
- Sono aperte le iscrizioni al secondo corso di ARTIGIANATO E ARTE SACRA: venti studenti (diplomati italiani o stranieri nati tra il 1984 e il 1995) studieranno oreficeria, legno, anatomia umana, pittura e scultura, vetrate artistiche, tessitura per l'arte sacra,  arte cristiana italiana e internazionale, simbologia e iconografia, progettazione dello spazio sacro, elementi liturgici, sacra scrittura, gestione delle imprese artigiane.
Per 15 studenti, sono disponibili borse di studio da 3500 euro (su una retta totale di 4000 euro)
I 25 docenti sono artisti, artigiani e docenti universitari.
Il corso ha la durata di 800 ore (620 di aula e 180 di stage) con un percorso di approfondimento culturale di itinerari di arte cristiana e visite alle botteghe artigiane.
E'realizzato in collaborazione con OmA (Osservatorio dei Mestieri d'Arte dell'Ente Cassa di Risparmio di Firenze) e la Fondazione per il Clima e la sostenibilità (FCS). Il corso è nato grazie all'impegno della Camera di Commercio di Firenze.

- Nell'estate del 2013 si sono svolti i due corsi intensivi della SUMMER SCHOOL da 15 posti ciascuno per specializzarsi in disegno, scultura e pittura figurativa sacra, anatomia artistica in 3D).

- A breve partirà il CORSO DI PERFEZIONAMENTO della durata triennale, incentrato sull'arte sacra.

Il mercato del sacro:
Il settore specifico dell'arte sacra è in continua e positiva evoluzione: chiese ed edifici di culto vengono progettati e costruiti di continuo in tutto il mondo. Solo in Italia negli ultimi 20 anni sono state costruite più di 500 nuove chiese cattoliche. L'arte sacra è il settore che vanta la più lunga tradizione e che rappresenta il 90% della produzione artistica italiana.
Nei cinque continenti c'è una rinnovata attenzione all'arte e all'artigianato sacro, soprattutto tra i giovani: non a caso le prime domande di iscrizione al nuovo corso della Sacred Art School arrivano dagli Stati Uniti.

Informazioni, iscrizioni e per scaricare il bando:
Sacred Art School Firenze Onlus - Parco delle Cascine, Via della Catena, 4 - Le Pavoniere

venerdì 27 settembre 2013

A Mantova dalla luce al segno

DALLA LUCE AL SEGNO
Mostra Internazionale di Arte Contemporanea


Vernissage Sabato 28 Settembre alle ore 18:30
Presso la Galleria d'arte Il Saggio di Mantova - Via della Mainolda 19


Espongono gli artisti:
BRUNO CARATI
MARCO BARISON
ANGELA DE LUCA
REGINA DI ATTANASIO
ROBERTA PELONE
MIRELLA ROSSOMANDO
VALENBERG
GABRIELLA VENTAVOLI


Dalla luce al segno è un progetto espositivo nato dalla collaborazione di due gallerie "Il Saggio" di Mantova e lo Spazio Museale "Sabrina Falzone" di Milano. L'intento della mostra è da un lato la valorizzazione delle espressioni artistiche contemporanee, dall'altro la divulgazione di questo patrimonio artistico sotterraneo.
Nella pittura del Maestro Bruno Carati atmosfere dell'inconscio rivelano una significativa indagine lirica, che diventa espressione sognante nei dipinti di Regina Di Attanasio. La luce dipinge un ventaglio di emozioni nei traguardi fotografici di Roberta Pelone, di Marco Barison e nelle sintesi cosmiche di Angela De Luca, mentre il segno racchiude le sue latenti opportunità comunicative nella produzione artistica di Mirella Rossomando e Gabriella Ventavoli.
La materia diviene protagonista narrante nell'arte di Valenberg, un artista che ha rinnovato il linguaggio contemporaneo nell'impiego dei materiali più stravaganti.

Dal 28 settembre al 30 ottobre 2013
Galleria d'arte Il Saggio: Via della Mainolda 19
20145 Milano - Italy
Orari di apertura estivo: da martedì a domenica h.16:30-19:30.
Lunedì chiuso
Ingresso gratuito

Attesa di conferma

Ciao,

ATTENZIONE, sei uno dei fortunati!
Congratulazioni, abbiamo ricevuto l'autorizzazione a poterti inviare
il tuo codice PIN : L85DW14

Con questo codice puoi accedere per poter vincere 1.000 Euro in buoni acquisto:
Buoni pasto, spesa o carburante, a scelta.

Conferma ora il tuo PIN.

Cordiali saluti,
Il Team Buono da Mille

Se non vedi il messaggio, puoi usare questo link.

Mail-Maker

Gli indirizzi e-mail presenti nel nostro archivio provengono da elenchi e servizi di pubblico dominio pubblicati in Internet o da richieste di iscrizioni pervenute al nostro recapito web.
Qualora non desideriate ricevere in futuro comunicazioni dalla ditta scrivente, potete inviare un messaggio di posta elettronica all'indirizzo mittente con oggetto RIMUOVI o Cliccate qui per richiedere la CANCELLAZIONE dalla mailing list di www.corrieredelweb.it.

giovedì 26 settembre 2013

Arrivano i Templari a Villa Castelbarco | Antiquariato Nazionale | 19-27 ottobre | Vaprio d'Adda (MI)


ARRIVANO I TEMPLARI A VILLA CASTELBARCO

Organizzata nell'ambito della rassegna Antiquariato Nazionale di Villa Castelbarco, la prestigiosa esposizione è dedicata ai Templari e raccoglie preziosi oggetti appartenuti agli uomini dell'Ordine dei Poveri Cavalieri di Cristo.

 

ANTIQUARIATO NAZIONALE

XXVII Edizione - Mostra Mercato Nazionale

DAL 19 AL 27 OTTOBRE 2013

Villa Castelbarco Albani, Vaprio d'Adda – MI

 

Vaprio d'Adda, settembre 2013 – I Cavalieri templari, soldati di uno dei più noti ordini religioso-cavallereschi della cristianità medioevale. Uomini che attraversavano tutta l'Europa per raggiungere la Terra Santa e difenderne i luoghi più sacri e i pellegrini viandanti. Un mito, quello dei Cavalieri Templari, in cui storia e leggenda si fondono nei segreti di un Ordine di Cavalieri dagli ideali incorruttibili e dal triste destino. Questa la premessa per l'affascinante esposizione dal titolo "I Templari, dalla Sicilia alla Lombardia" che accoglierà i visitatori della prestigiosa rassegna Antiquariato Nazionale, dal 19 al 27 ottobre in Villa Castelbarco a Vaprio d'Adda (MI).

 

Oltre sessanta preziosi oggetti appartenuti ai Cavalieri Templari dell'Ordine dei Poveri Cavalieri di Cristo, che fu violentemente represso nel 1314 da Filippo il Bello, re di Francia. La collezione, selezionata in più di trent'anni di ricerche dall'Associazione Culturale Terza Esperide di Palermo, con la consulenza dell'antiquario e curatore dell'esposizione Giulio Torta, è parte del più ampio progetto museale "Federico II e il Medioevo" di Palermo e sarà eccezionalmente esposta a Vaprio d'Adda.

 

Amuleti, bracciali, anelli, medaglioni e altri oggetti, a cui si attribuivano forze sovrannaturali, erano fedeli compagni dei Templari che in occasione dei loro viaggi hanno spesso lasciato, donato o dimenticato. Sono queste le rilevanti tracce della loro presenza e del passaggio in Sicilia.

Pezzi di straordinario valore documentale - attribuibili al periodo tra il 1118 ed il 1314 - che, riuniti per la prima volta nella loro completezza, illustrano storie, tradizioni e superstizioni degli uomini protagonisti del Medioevo europeo.

 

mercoledì 25 settembre 2013

RAM radioartemobile Nuit Blanche - Parigi 5 Ottobre 2013

RAM radioartemobile è lieta di comunicare la sua partecipazione a Nuit Blanche di Parigi 2013/ RAM radioartemobile is pleased to announce its partecipation to Paris Nuit Blanche 2013

 

RAM LIVE

http://live.radioartemobile.it/

 

 

 Per ulteriori informazioni/ For further information

 RAM radioartemobile  Via Conte Verde 15 - 00185 Roma  - Tel/ fax 06 44704249

 info@radioartemobile.it  - www.radioartemobile.it

 

martedì 24 settembre 2013

Performance: "STANZA 108 - SUL PERTURBANTE" di Alessandro Ragazzo e Giacomo Artusi - La Fenice Gallery, Venezia, domenica 29 settembre 2013, ore 20.00




---------- Messaggio inoltrato ----------
Da: La Fenice Gallery <info@lafenicegallery.com>
Date: 24 settembre 2013 22:59
Oggetto: Performance: domenica 29 settembre 2013, ore 20.00 - "STANZA 108 - SUL PERTURBANTE" di Alessandro Ragazzo e Giacomo Artusi - La Fenice Gallery, Venezia
A:



La Fenice Gallery è lieta di invitarvi a


"STANZA 108 - SUL PERTURBANTE" 

Alessandro Ragazzo e Giacomo Artusi


Performance

Domenica 29 settembre 2013, dalle ore 20.00 alle 21.00

 
Testo di Enrico Bettinello 

"Camminando nella calle sentii da dentro salire un rumore sordo che si dilatava, pervadeva il mio corpo. Preso da terrore e sgomento mi girai per capirne la fonte e la causa, era un orribile basso cadenzato che pervadeva l'intero spazio. Mi venne riferito che ero impallidito, sgomento... L'inspiegabilità dell'evento e la persistenza di questa mia angoscia mi convinsero che stavo per esser colto da infarto. Lo sgomento cessò e tutto ritornò alla normalità, o quasi. In seguito scoprii l'origine di quel suono: in alcune parti della pavimentazione veneziana si possono trovare ampie "bolle" di vuoto, create per lasciare spazio alle tubazioni, vuoto, che crea cassa di risonanza. Il suono dei passi, sopratutto con una ciabatta o scarpa a suola fina crea una forma di tono basso, alternato, dalla cadenza del camminare, che rimbomba, dilagando, mutando l'intera calle in una vera e propria cassa di risonanza architettonica. Rumori estranei che si fan largo nell'inconscio quotidiano diventando terrore..."
(Alessandro Ragazzo) 


Dov'è la stanza 108?

È una azione sensoriale, sonora e visuale, che si muove nelle inquiete lande del perturbante quella che La Fenice Gallery ospita domenica 29 settembre 2013.

Quel perturbante che sulla crudele – e labilissima – linea di confine tra ciò che è familiare e ciò che non lo è continua a mettere in discussione le certezze di coloro i quali sentono affiorare ai propri sensi la sensazione di un dettaglio fuori posto, di un silenzio che si è smarrito, di una memoria che affiora sinistramente come una nebbia improvvisa e lenta.

Lavorando con una serie di suoni "rubati" alla città e restituiti all'incontro inatteso con il viaggiatore o la viaggiatrice che vi si imbatta (dopotutto anche chi a Venezia vive ha il privilegio di non perdere mai, neppure negli automatismi degli spostamenti quotidiani, la sua natura di "esploratore"), Alessandro Ragazzo costruisce una fitta rete di passati e futuri possibili la cui natura non ci giunge mai nitida, ma sappiamo che riguarda noi stessi.

A chi appartengono quei suoni? Eravamo veramente dentro al Teatro quella sera? Perché ora siamo qui, spostati di pochi metri? Chi ha dormito in questa stanza? O forse non dormiva. E perché ha disseminato l'aria di indizi che solo noi sappiamo cogliere?
Perché abbiamo sempre camminato a pochi centimetri dall'acqua e non ci siamo mai accorti che forse siamo sempre rimasti fermi e tutto il resto scorre intorno a noi? 

La costruzione sonora di Alessandro Ragazzo si muove secondo una partitura che da una prova d'orchestra giunge allo spaesamento solo se si attraversa una Venezia sommersa sottratta ai luoghi comuni e abbandonata a tutto il suo spettrale potenziale mnestico.

Da qualche luogo segreto emergono anche le immagini curate da Giacomo Artusi, che se da un lato illudono di poter dare un qualche appiglio, presto aggiungono all'esperienza ulteriori stratificazioni di familiarità/estraneità e ci proiettano – in un senso che è letterale ancor prima che figurato – dentro un fantasmatico rimpiattino in cui le sagome che crediamo di toccare sono ricordi che si liquefanno al contatto con le nostre dita.

Fuori dai confini stessi della galleria, in uno stato di inedita attenzione sia ai dettagli esterni che a quelli delle proprie sensazioni, incontriamo ciò che Schelling – prima ancora che Freud – definiva "affiorato quando invece sarebbe dovuto rimanere segreto, nascosto" in un luogo in cui perdersi, riconoscere e disconoscere, avvolgersi nell'immobile scorrere del tempo ripetuto, rimanere in bilico fra sogno e coscienza.

Tra Henry James e Kubrick, il brivido e il piacere di farsi avvolgere dai fantasmi della propria memoria (o quella di qualcuno che saremmo potuti essere), forse con nostalgia, forse con un po' di sorpresa, di certo con emozione.

Enrico Bettinello 
(BlowUp Magazine, Il Giornale della Musica)

Non Solo Cura: Workshop con l'artista Chiara Fumai sul tema del problem solving



Non Solo Cura
Workshop con l'artista Chiara Fumai sul tema del problem solving



Sono aperte le iscrizioni alla nuova edizione dei Workshop con l'artista di Non Solo Cura , un programma di art management che – riprendendo i temi della formazione manageriale più vicini alle attuali esigenze delle imprese – intende coinvolgere gli artisti come strumenti di learning by doing, metodologia essenziale in ogni processo di apprendimento che non voglia limitarsi alla parte teorica, ma coinvolgere direttamente i partecipanti nel vivo del fare pratico e del processo creativo.

I laboratori sono ideati e realizzati da The Next Stop , piattaforma per la cultura e l'arte contemporanea, in un percorso che coinvolge fondazioni, musei, pubbliche amministrazioni e imprese. Accanto agli artisti in aula prenderanno posto formatori professionisti e facilitatori.

Il workshop si svolgerà in due giornatei full immersion, il 25 e 26 ottobre 2013 a Roma, nei prestigiosi spazi della Centrale Montemartini (via Ostiense 106). Quest'appuntamento sarà dedicato all'attualissimo tema del problem solving e coordinato dall'artista internazionale Chiara Fumai la quale – ispirandosi al metodo surrealista di composizione artistica – dimostrerà ai partecipanti la possibilità di usare il proprio inconscio come uno strumento risolutivo.

Gli artisti sono gli interpreti del mondo contemporaneo. Grazie alle competenze riguardo la gestione della complessità, il change management, il pensiero creativo e il problem solving, diventano uno strumento fondamentale  per lo sviluppo dei talenti e delle capacità personali e professionali.

Il workshop ha un costo di € 290 + Iva. Per chi si iscriverà entro il 5 ottobre 2013, verrà applicata la speciale promozione di € 250 + Iva.

Per info sulle modalità di iscrizione: 
tel 06.4469009 / mb 339.6423919

 

Downing Street / The Next Stop: via dei Sabelli 215 - 00185 Roma



 

Teste di legno: mostra di Lo Sciuto da Vuedu

Teste di legno: da Vuedu Factory un viaggio nella tradizione con Roberto Lo Sciuto

Lo spazio di Daniela Vinciguerra ospita la mostra dello scenografo palermitano

Salvate dal macero,  le testine di Roberto Lo Sciuto diventano arte. Ora issate su candelabro, sedute dentro ad una caffettiera o su un pannello del colore del cielo, il decoratore e scenografo palermitano, espone giovedì 26 settembre dalle 19  da Vuedu Factory, spazio polifunzionale di Daniela Vinciguerra in via Sperlinga 32 (zona Teatro Massimo).

La mostra, dal titolo "Teste di legno", oscilla tra tradizione e modernità, arte popolare e riciclo ed ha come prerogativa di recuperare e valorizzare la tradizione rinnovandone la suggestione e amplificando il messaggio estetico.  Per un mese, attraverso un percorso di oltre una decina di opere, la mostra disegnerà un itinerario ad episodi,  quasi fosse un racconto degli antichi cantastorie.

"Teste di legno" è un'esposizione di vecchie teste dell'opera dei pupi, salvate appunto dalla distruzione e riusate per una giocosa incursione nel mondo dell'immaginario collettivo siciliano, dalla testa di Santa Rosalia coronata di rose a quelle dei cavalieri e degli eroi, colorate e surreali.

"La rivisitazione della tradizione – spiega Roberto Lo Sciuto – attraverso il recupero delle testine di legno, ha un carattere ludico, ironico, con una vena illusionistica ma, soprattutto, rivela il mio amore profondo per la tradizione e le piccole cose antiche che, nelle mie mani, trovano una nuova vita. E così c'è Orlando, ma anche santa Rosalia e poi testine con grandi baffi all'insù, occhi nero carbone, zigomi pronunciati soprattutto se si tratta di turchi!".

Una nuova interessante e affascinante mostra proposta da Daniela Vinciguerra che, di volta in volta, accoglie nel suo spazio artisti siciliani e non, e che da anni ha legato con un filo rosso le sue produzioni di abbigliamento con la ricerca nel design e l'arte.

"Quando ho aperto questo spazio nel 2008 – spiega la Vinciguerra, architetto e stilista siciliana – l'ho concepito come uno loft aperto alle idee, alla ricerca, al confronto, alla curiosità. In questi anni di attività ho creduto, dato visibilità e commercializzato i prodotti di tanti  giovani e ne sono fiera perché non è mai facile trovare la strada giusta per poter accedere ad una fiera, ad una mostra, al pubblico finale. E in questo momento storico il mio antidoto alla crisi è sicuramente il sapersi rinnovare, mettersi in gioco e guardarsi in giro con attenzione e, soprattutto, fare rete".

 

Teste di Legno

Roberto Lo Sciuto

Vuedu Factory

via Sperlinga 32 ( zona Teatro Massimo)

Palermo – 091 331943

ingresso gratuito dal 26 settembre al 19 ottobre 2013

orari: lunedì 16.00/ 19,30 - martedì/sabato 9.30/13.00 - 16.00/19.30

Scopri la Nuova Peugeot 308

Advertisement
Scopri l'OffertaPrenota un Test Drive

Se non vedi il messaggio, puoi usare questo link.

Mail-Maker

Gli indirizzi e-mail presenti nel nostro archivio provengono da elenchi e servizi di pubblico dominio pubblicati in Internet o da richieste di iscrizioni pervenute al nostro recapito web.
Qualora non desideriate ricevere in futuro comunicazioni dalla ditta scrivente, potete inviare un messaggio di posta elettronica all'indirizzo mittente con oggetto RIMUOVI o Cliccate qui per richiedere la CANCELLAZIONE dalla mailing list di www.corrieredelweb.it.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI