Cerca nel blog

venerdì 31 luglio 2015

DERMART: il convegno-evento che unisce la Dermatologia e l'Arte (25-26 settembre, Ex Cartiera Latina, Roma)


Venerdì 25 – Sabato 26 settembre 2015

 
DERMART: il convegno che unisce la Dermatologia con l'Arte
Roma – Ex cartiera Latina
Parco Regionale dell'Appia Antica

Colori, linee e forme delle malattie cutanee rendono la pelle una tela pittorica in continuo rimaneggiamento. Nuovi colori si stratificano, elementi di forma si modificano nel tempo, a causa dell'ambiente, delle malattie e dell'invecchiamento naturale. Il compito dei dermatologi è di saper interpretare i dettagli dei cambiamenti della pelle come i critici d'arte fanno sulle tele, di saper curare i cambiamenti patologici e di aiutare a prevenire quelli legati al tempo e alle cattive abitudini. Per questo motivo e con questo obiettivo nasce Dermart, un convegno che unisce la Dermatologia con l'Arte per sviscerarne i comuni linguaggi.

Ideata e diretta da Massimo Papi e giunta alla sua settima edizione, la rassegna continua la sua tradizione nel confronto didattico tra malattie cutanee e pittura proponendo anche una serie di argomenti nuovi di interesse multidisciplinare. Quest'anno Dermart si svolgerà al Parco Regionale dell'Appia Antica di Roma (ex cartiera Latina) il 25 e 26 settembre p.v. e vedrà intervenire relatori appartenenti sia alle diverse professioni del mondo sanitario (medici, infermieri, biologi, psicologi), sia al poliedrico universo artistico (pittori, art makers, storici e critici dell'arte), insieme ad interloquire, interpretare, storicizzare e dare nuovi significati a sofferenze e inestetismi della pelle.

Il tema di base del meeting sarà l'adolescenza con le modificazioni e i cambiamenti critici che la cute e gli annessi subiscono in tale fase della vita e gli aspetti importanti che la pelle riveste nella formazione della propria immagine.

Numerosi gli argomenti trattati. Tra questi si parlerà degli elementi che nei "ritratti" permettono d'identificare alcune malattie cutanee degli adolescenti (atopia, psoriasi) e del ritratto che ognuno di noi fa di sé durante questa delicata fase di trasformazione (autoritratto), come anche delle ultimissime metodiche d'indagine strumentale che permettono anche interessanti parallelismi tra lesioni cutanee del volto (es. cheratosi attiniche) e i colori brillanti della pop art.

L'attenzione in epoca adolescenziale alla condizione dei capelli è fonte di numerosi problemi sul piano psicologico e richiede grande capacità diagnostica oltreché scelte terapeutiche diversificate da parte dei dermatologi. Si affronteranno tali tematiche, illustrando anche i casi di alterazioni nelle malattie congenite o rare dei bambini e in quelle più numerose tipiche dell'adolescenza (alopecia areata, alopecia androgenetica iniziale) e offrendo risposte a come poter curare o "coprire" tali disturbi.

Visto il successo nel Congresso del 2014, Dermart propone anche un curioso allenamento nell'interpretare i particolari dei ritratti famosi di giovani, ipotizzando poi potenziali diagnosi e storie cliniche, insieme ad esperti storici dell'arte (iconodiagnostica). L'abilità osservazionale, la finezza nell'interpretazione psicologica, l'attenzione a dettagli e simboli, renderanno così i partecipanti raffinati diagnosti e creatori di storie affascinanti tra vissuti e potenziali patologie.

Saranno inoltre chiamati a confrontarsi neuroscienziati e psicologi per capire le ansie che viviamo in questo periodo dell'esistenza, le possibili conseguenze sulla cute e il ruolo dell'arte per meglio comprendere e attenuare i disturbi cutanei. Su tale argomento la lettura del saggio "Le lesioni cutanee autoinflitte" saprà far meglio comprendere gli aspetti clinici dermatologici di patologie spesso di difficile diagnosi, mentre altri interventi di brillanti esperti del settore esploreranno il versante psico-affettivo legato a questa materia.

Il tema "La pelle nella musica leggera" sarà poi occasione di censire, con leggerezza insieme al pubblico convenuto, le canzoni più famose nelle quali la cute è in qualche modo protagonista. Dermatologi appassionati e artisti del mondo della musica e del teatro aiuteranno con le loro interpretazioni a rendere più lievi alcuni aspetti difficili delle malattie cutanee.

L'inganno dei fattori osservazionali sulle manifestazioni cliniche della pelle – alla pari del trompe l'oeil della pittura -  sarà ulteriore oggetto di approfondimento nella pratica quotidiana delle diagnosi cliniche attraverso anche un concorso clinico aperto ai giovani e meno giovani dermatologi con brevi descrizione di storie cliniche.

Infine, nell'"Angolo della storia", spazio alla comprensione del significato della gestualità e della comunicazione espressa dalle mani nella storia dell'arte della scultura (Maniloquium).

Cornice della manifestazione è la splendida sede della ex Cartiera Latina, sede istituzionale del Parco dell'Appia Antica, una location immersa nella Natura che ispirerà un'apposita sessione dedicata alla scoperta dei rischi delle punture d'insetti e parassiti degli ambienti naturali e alle corrispondenze morfologiche tra natura, cute e arte, arrivando ad esaminare le dermatosi da contatto con le piante e dei danni del sole (fitofotodermatosi e cheratosi attiniche).

Sarà infine organizzato un minicorso all'arte della medicazione infermieristica della cute dei bambini e degli adolescenti, che forse a volte si dimentica essere più sensibile e delicata di quella dell'adulto e a rischio di danni, di inefficacia terapeutica o non aderenza, se non vengono fornite una serie d'informazioni e spiegazioni ai genitori.

Dermart 2015 si conferma così essere un convegno-evento fuori dagli schemi, atto a far conoscere ed apprezzare la medicina anche negli  aspetti più semplici di umanizzazione, nonché un'occasione per gli studenti universitari di ottenere ben 9 crediti formativi attinenti alle seguenti facoltà: Chirurgia Generale; Dermatologia e Venereologia; Medici di Medicina Generale; Neurologia; Pediatria; Pediatria (Pediatri di Libera Scelta); Psicologia; Psicoterapia; Neuropsichiatria Infantile; Farmacia Territoriale; Farmacia Ospedaliera).

Sito Ufficiale:
http://www.dermart.it

Pagina Ufficiale FB:
https://www.facebook.com/pages/Dermart/107729202604446?fref=ts

Segreteria Organizzativa
QUALITY CONGRESS Srl
Tel +39 06.66.51.46.70  - Mail: info@qualitycongress.it


PROGRAMMA

 Venerdi 25 Settembre 2015

9.00-10.30 I ritratti (atopia, psoriasi, discheratosi)
Moderatori: Nicolina Bianchi, Mauro Picardo
Linda Tognetti - Il ritratto dell'atopia
Carmen Cantisani - Pop art e diagnosi di cheratosi attiniche   
Federico Bardazzi - Il ritratto della psoriasi
***
Moderatori: Mara Ferloni, Aldo di Carlo
Lettura: Aldo Morrone - E' nata prima la pelle nera o la pelle bianca?

Pausa caffè

 11.00-12.30 I capelli tra arte e cura
Moderatori: Antonio Cristaudo, Ornella De Pità
Maria Antonietta Pata - Capelli e cappelli
Giusy Giambertone - Quando gli annessi sono sconnessi
                 Connessioni sostitutive tricologiche
Lettura: Stefano Calvieri - I capelli nella diagnosi di malattie genetiche
***
Saluti istituzioni
Sen. Bruno Astorre, Pres. Reg. Lazio Nicola Zingaretti, Pres. ADOI Antonio Cristaudo, Pres. Acc. Lancisiana Laura Gasbarrone, Commiss. Parco Appia Antica Mario Tozzi
***
Consegna Premio Dermart 2015 a Pierluigi Pirandello

Pausa pranzo

 14.00-15.30 Iconodiagnostica: far diagnosi nei volti della pittura
Moderatori: Laura De Luca, Giuseppe Micali, Massimo Papi
Coordinatore Marco Bazzini - gioco a squadre

 15.30-17.00 I segni delle emozioni sulla pelle
Moderatori: Nerio Grassi, Isabella Mezza, Maya El Hachem
Lettura Ernesto Bonifazi - Dermatite artefatta nel bambino
Lettura Ludovica Lumer - Mi mordo per mostrarmi a me stesso
Lettura Enrico Grassi - Il riconoscimento visivo

17.00-18.00 Pelle nelle canzoni e canzoni sulla pelle
A cura di Fernando Monteleone
Enrico Ciacci presenta Tributo a mio Fratello Little Tony: dal cuore alla...pelle

Happy hour


Sabato 26 Settembre 2015

9.00-9.20 Angolo della storia
Moderatori: Guido Barlozzetti, Giovanni Menchini, Luca Chinni
Rita Clerico, Ugo Bottoni - Maniloquium: le espressioni delle mani

9.30-10.50 Vivere il verde pubblico: cute, natura e arte
Moderatori: Giorgio Bartolomucci, Biagio Didona, Enzo Battarra
Biagio Didona - Beatrice Luzi - L'artista e la natura: come la tela e la pelle esprimono le figure
Riccardo Sirna - Cute, piante e sole: dalle fitodermatiti alle precancerosi
Guglielmo Pranteda - La cute a volte imita la natura
Lettura Giorgio Leigheb - Le punture: tra insetti, parassiti e….

Pausa caffè

11.20-12.40 Trompe l'oeil in dermatologia: la pelle che inganna
(concorso casistica clinica)
Moderatori: Ada Amantea, Michele Fimiani
Introduzione Massimo Papi - "Trompe l'oeil" in dermatologia
Nadia Colapinto, Federica Dall'Oglio, Dario Didona, Luca Fania, Maria Rita Nasca, Giulia Pranteda
12.40-13.20 Moderatori: Stefano Veraldi, Antonio Garcovich
Lettura Cesare Pietroiusti - La pelle dell'opera e il contatto difficile con l'arte contemporanea

13.20 Premiazioni

Commissioni valutazione concorsi: Corrado Angelo, Pierluca Bencini, Stefania Bucher, Pietro Lippa, Mauro Paradisi, Carolina Pellegrini, Paolo Piazza, Cesare Pietroiusti, Corinna Rigoni, Angelandreina Rorro, Alfredo Rossi, Alessandra Scarabello, Luigi Valenzano

Corso pratico: Medicare la pelle di bambini e adolescenti – coordinatrice Anna Portanova


Elenco Relatori e moderatori invitati:

 1. Amantea Ada - Dermatologo Roma
2. Argentieri Simona - Psichiatra Roma
3. Bartolomucci Giorgio - Giornalista Roma
4. Bardazzi Federico - Dermatologo Bologna
5. Barlozzetti Guido - Giornalista Roma
6. Battarra Vincenzo - Dermatologo Caserta
7. Bazzini Marco - Storico e critico Arte Firenze
8. Bonifazi Ernesto - Dermatologo Bari
9. Bottoni Ugo - Dermatologo Roma
10. Calvieri Stefano - Dermatologo Roma
11. Campagnola Claudia - Attrice  Roma
12. Cantisani Carmen - Dermatologo Roma
13. Censi Pino - Attore e autore teatro Roma
14. Chinni Luca - Dermatologo Roma
15. Clerico Rita - Dermatologo Roma
16. Costanzo Antonio - Dermatologo Roma
17. Cristaudo Antonio - Dermatologo Roma
18. Dall'Oglio Federica - Dermatologo Catania
19. De Bonis Vittorio - Storico e critico Arte Roma
20. De Luca Laura - Giornalista – Scrittrice Roma
21. De Pità Ornella - Allergologo-immunologo Roma
22. Di Carlo Aldo - Dermatologo Roma
23. Didona Biagio - Dermatologo Roma
24. Didona Dario - Dermatologo Roma
25. El Hachem Maya -Dermatologo Roma
26. Fania Luca - Dermatologo Roma
27. Fimiani Michele - Dermatologo Siena
28. Garinei Enzo - Attore  Roma
29. Giambertone Giusy - Tricotecnico Roma
30. Grassi Enrico - Neurologo Prato
31. Grassi Nerio - Psicologo Roma
32. Leigheb Giorgio - Dermatologo Novara
33. Lumer Ludovica - Neurobiologo New York
34. Luzi Beatrice - Storico Arte Roma
35. Mezza Isabella - Giornalista Roma
36. Menchini Giovanni - Dermatologo Firenze
37. Micali Giuseppe - Dermatologo Catania
38. Monteleone Fernando - Dermatologo Roma
39. Nasca Maria Rita - Dermatologo Catania
40. Papi Massimo - Dermatologo Roma
41. Pata Maria Antonietta - Dermatologo Firenze
42. Paradisi Mauro - Dermatologo Roma
43. Pietroiusti Cesare - Artista  Roma
44. Piazza Paolo - Dermatologo Roma
45. Portanova Anna - Infermiere Roma
46. Pranteda Giulia - Dermatologo Roma
47. Pranteda Guglielmo - Dermatologo Roma
48. Rigoni Corinna - Dermatologo Milano
49. Rossi Alfredo - Dermatologo Roma
50. Santoro Ninì - Artista  Roma
51. Sirna Riccardo - Dermatologo Grosseto
52. Strati Mimmo - Attore, regista e autore teatro Roma
53. Tognetti Linda - Dermatologo Siena
54. Veraldi Stefano - Dermatologo Milano


La sede: L'ex Cartiera Latina

Il complesso della ex Cartiera Latina, tra i pochi impianti industriali sopravvissuti nella città di Roma, è una struttura unica nel suo genere ed eccezionale per la posizione strategica a ridosso delle Mura Aureliane ed unisce idealmente l'Appia Antica alla via Cristoforo Colombo. Situato a meta strada tra Porta S.Sebastiano e la chiesa del Domine Quo Vadis, il complesso si affaccia sull'Appia Antica nel punto in cui la Regina Viarum interseca l'antico fiume Almone, con possibilità di accesso alla valle della Caffarella; il suo sviluppo è parallelo a quello del corso del fiume in direzione della via Cristoforo Colombo e ricopre un'area di 8444 metri quadri con superfici coperte pari a 2913 metri quadri.

Dal 1998, il complesso, acquisito pochi anni prima al patrimonio del Comune di Roma, è stato concesso al Parco Regionale dell'Appia Antica, con l'obiettivo di farne sede del Parco e centro visite.

Gli uffici del Parco sono stati realizzati nel giro di pochi mesi ristrutturando l'area già impiegata precedentemente ad uffici.

Nel 1999 sono state create strutture provvisorie, in vista del piano di riqualificazione, funzionali all'accoglienza e all'informazione degli utenti. L'intervento consentirà la trasformazione della vecchia cartiera in un complesso funzionale alle attività del Parco e più in generale alla città di Roma che avrà al proprio interno: gli uffici dell'Ente, aree museali ed espositive, sala convegni, area ristoro, biblioteca e aule didattiche, il tutto in una posizione strategica per creare una porta d'accesso pedonale all'Appia Antica (ed in futuro direttamente alla valle della Caffarella) dalla via Cristoforo Colombo.

giovedì 30 luglio 2015

Paesaggio Nomade // Il legno dalla Natura alle Cose - Settembre 2015


La Fondazione Museo Tino Sana
e
il Gruppo Legno di Confindustria Bergamo presenta la mostra

" Paesaggio Nomade"

in occasione della terza edizione de

"Il legno dalla Natura alle Cose":


Di nuovo da tutto il mondo a Bergamo, osservatorio e laboratorio della cultura del paesaggio: dal 5 al 20 settembre 2015, la città si tinge di verde per la nuova edizione de "I Maestri del Paesaggio - International Meeting of the Landscape and Garden", manifestazione che da 5 anni porta in Italia i più importanti maestri paesaggisti internazionali, per 16 giorni interamente dedicati a natura e bellezza.

La manifestazione che grazie volontà di un gruppo di aziende del settore legno intende sensibilizzare l'opinione pubblica sull'uso del legno come materia prima. "Usiamo il legno proteggiamo l'ambiente" è il principio che anima Il Legno dalla Natura alle Cose. Il legno è una materia prima ecosostenibile, velocemente rinnovabile, il cui uso favorisce l'equilibrio dell'effetto serra.

In occasione dell'evento che coinvolge la città alta di Bergamo "I maestri del paesaggio-international meeting of the Landscape and Garden" Il legno dalla natura alle cose si presenterà con la mostra "Paesaggio Nomade" curata dallo studio Basaglia Rota Nodari, che ha progettato anche l'allestimento.

"L'uso responsabile del legno come materia prima favorisce lo sviluppo delle foreste naturali mantenendole "giovani" cioè in grado di svilupparsi e continuare ad assorbire la co2. Un dato che può sorprendere è che per esempio in Europa le superfici boscate sono in continuo aumento e solo il 64% di questo aumento viene destinato al taglio", ci spiega Guido Sana ideatore de Il Legno dalla Natura alle cose, "Vogliamo dire che è ecologicamente corretto tagliare un albero adulto da cui ricavarne il legno per gli oggetti che usiamo nella vita di tutti i giorni: potrebbe sembrare una provocazione ma non lo è ed i dati lo dimostrano".

Numerose sono le aziende del settore legno che ogni anno aderiscono alla manifestazione; per questa edizione sono: Bertoli Valentino, Ceroni & Partners, Falegnameria Adda, Falegnameria Guerinoni, Fratelli Mager, Fas Pendezza, Filippi Legnami, Gamba Imballaggi, Gamba Serramenti, Imex, Le Soprano, Legnami Zanella, Loue, Losa Legnami, Maxcolor, Minelli, Mobilificio Fattorini, Riva Yacht, Società Legnami Paganoni, Sartirani Legnami, Tino Sana, Valsecchi 1918, Wood Friend.

Tutte unite nella forte passione per un materiale che oltre che essere vivo, naturale, conserva la CO2 assorbita dall'ambiente e non la restituisce fino quando non lo si brucia o si decompone.

Il progetto dell'allestimento sposa il tema della manifestazione "I maestri del paesaggio": "Il paesaggio che nutre: le colture agrarie fanno paesaggio".
"Abbiamo voluto raccontare il mondo del legno come una coltura agricola: filari di alberi stilizzati che si ergono su di un campo nero di sughero rappresentano la rinascita di un ambiente deturpato dalla deforestazione. Dagli alberi è possibile estrarre tesori preziosi grazie alla maestria di chi sapientemente sa trasformare questo materiale così nobile".  Spiega Alberto Basaglia. "E' un viaggio quello che questi oggetti compiono, dal paesaggio naturale migrano verso nuovi ambienti e luoghi più antropizzati mantenendo il loro carattere primordiale", precisa Natalia Rota Nodari.

A fare da corollario alla mostra sono previsti i laboratori per i bambini organizzati dalla Fondazione Museo del Falegname e la scuola di Falegnameria del CFP di Curno la mattina del 13 settembre. Da non perdere, inoltre, il Woody Night Show previsto per l'11 settembre 2015: musica, arte, sapori e tanto legno.

La mostra si estende anche per le vie di Città Alta ed in Città Bassa.
Paesaggio Nomade è rappresentato da una piccola isola verde viaggiante; vuole trasmettere il concetto che il paesaggio è anche nutrimento dello spirito. Chi viene a visitare Bergamo e Città Alta in questi giorni può nutrirsi di ciò che ha visto e chiudere in un baule ideale le sensazioni vissute e portarsele con se pronte all'uso in contesti non altrettanto suggestivi…un piccolo cestino da pic nic da cui in ogni momento posso estrarre in tutto relax qualche piccola prelibatezza preparata in casa.

L'evento è patrocinato da Confindustria Bergamo, Federlegno Arredo, Ersaf, Afi e dal Comune di Bergamo.
I sostenitori dell'iniziativa sono: Legno system di Madignano, Vami di Grassobbio, Elettro Impianti di Pedrengo, Cooperativa l'Albero di Almenno San Salvatore, Clay Paky di Seriate, Ellepigrafica di Curno e Diemmebi di Vittorio Veneto.

mercoledì 29 luglio 2015

Ritrovarsi - Festival Internazionale d'Arte Contemporanea a Sciacca (AG) dal 31 luglio al 2 agosto 2015

Ritrovarsi - Festival Internazionale d'Arte Contemporanea
Sciacca (AG)
31 luglio – 2 agosto 2015

Opening: venerdì 31 luglio 2015, ore 20.30


Da venerdì 31 luglio a domenica 2 agosto 2015, Sciacca (AG), città d'arte e di grande interesse turistico, ospita la quarta edizione di >>> Ritrovarsi - Festival Internazionale d'Arte Contemporanea, promosso dall'omonima associazione con la finalità precipua di valorizzazione del territorio e del suo patrimonio urbano e culturale.

Sotto la direzione artistica di Stefania Giacchino, anche quest'anno il territorio saccense si trasforma in un'installazione a cielo aperto in cui le opere di ventisei artisti, provenienti da tutta Italia, scandiscono un percorso che si snoda all'interno del "Quartiere dei marinai". Un'occasione per gli spettatori di scoprire vicoli, cortili, edifici e piazze che rappresentano la memoria architettonica della cultura del Mediterraneo, attraverso i linguaggi dell'arte contemporanea, del teatro e del cinema.

Gli artisti, selezionati attraverso concorso dal curatore Virginia Glorioso, sono: Jessica Adamo, Dimitri Agnello, Simona Amaro, Romina Bassu
, Sandro Bertola
, Maria Concetta Cardamone
, Valentina Cardone, 
Luisella Daina
, Flavia De Carli
, Andrea Fidone, 
Simone Geraci
, Francesco Paolo Giunta, 
Miriam Iervolino, 
Salvatore Insana, 
Grazia Inserillo
, Matteo Mangherini
, Marcello Messina
, Chiara Polizzi
, Noemi Priolo
, Roberto Rinella
, Daniele Roccaro, 
Ignazio Schifano, 
Simone Stuto
, Giuseppe Vassallo, 
Giovanna Vinci
 e Angela Viola.

All'interno del percorso sarà possibile visitare lo studio dell'artista, originario di Sciacca, Vincenzo Nucci, recentemente scomparso.
Nel corso delle tre serate, il "tabellone" prevede due spettacoli (in scena in piazza, alle ore 22.00 e alle 24.00), di cui curatore teatrale è Gianleo Licata: "Di cosa parliamo quando parliamo d'amore" di Raymond Carver (regia di Gianleo Licata e produzione PortaVagnu & Teatroltre) e "Sono le storie che fanno ancora paura ai mafiosi" di Franco Bruno (regia di Franco Bruno e produzione Teatroltre). Il primo muove dalla riflessione secondo cui la crisi e l'ossessione per la quotidianità non lasciano che un'alternativa, quella dell'Amore; il secondo racconta la storia vera di Lia Pipitone, giovane donna palermitana uccisa nel 1983, secondo i sospetti, dal padre poiché la sua condotta trasgrediva le regole della cosca mafiosa a cui lui apparteneva.

La sezione video, a cura di Nino Sabella, è ospitata nella sala del Cinema Campidoglio ed è dedicata alla scoperta dell'opera di artisti fuori dai margini del sistema ufficiale: cinque documentari del regista palermitano Ruggero di Maggio, realizzati all'interno del progetto Outsider Art, offrono agli spettatori un viaggio immaginifico lungo l'isola attraverso gli occhi e le mani di cinque artisti "inconsapevoli". >>> Ritrovarsi, inoltre, ospita cinque inediti cortometraggi del pittore di fama internazionale, Franco Gulino.

Venerdì 31, ore 20.30, presso il Museo Francesco Scaglione (Piazza Don Giovanni Minzoni), si inaugura "TRACCE", mostra personale di Lorenzo Cascio, artista saccense formatosi come ceramista. La sua pittura, per mezzo di un'originale tecnica di pittura ad olio, acrilico e collage, trova espressione attraverso il gesto e trae ispirazione dal mito omerico, dalla cristianità e dal mondo contemporaneo.
Infine, presso la ex chiesa di Sant'Antonio Abbate, si inaugura una mostra del ceramista Giovanni Fisco, che celebra i suoi cinquant'anni di attività e l'antichissima tradizione di Sciacca nella lavorazione della terracotta.

Nei pomeriggi di sabato 1 e domenica 2, il binomio tradizione e contemporaneità del Festival si traduce in attività didattico-creative per bambini: i volontari dell'associazione >>> Ritrovarsi organizzano laboratori ludici alla riscoperta degli antichi giochi da "curtigghio", da strada, mentre Roberta Cataldo coinvolge il suo pubblico di piccoli partecipanti con pennelli e colori per una "lezione" di pittura creativa.
Fra gli eventi collaterali, resta in corso fino a domenica 2 agosto la mostra "In memory di Nino Nacci", promossa dal Circolo di Cultura di Sciacca, presso la sede dell'associazione.

Il Festival, a ingresso libero, avrà una durata di tre giorni – dal 31 Luglio al 2 Agosto 2015 – e si svolgerà dalle ore 20.30 alle 00.30.
Palermo, 29 luglio 2015



Titolo: >>>  Ritrovarsi - Festival Internazionale d'Arte Contemporanea
Direttore artistico: Stefania Giacchino
Curatore Festival: Virginia Glorioso
Curatore Teatrale: Gianleo Licata
Curatore cortometraggi: Nino Sabella
Ufficio Stampa: Giusi Affronti, Virginia Glorioso

Luogo: Quartiere dei Marinai, Sciacca (AG)
Opening: venerdì 31 luglio 2015, ore 20.30
Durata: dal 31 luglio 2015 al 2 agosto 2015
Orari: 20.30 – 00.30
Ingresso libero

Contatti:
associazioneritrovarsi@gmail.com
t- + 39 338 1804856

Cammina per le città d'arte e porta a casa un paio di scarpe Panchic!

Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Visitare una città d'arte. Scattarsi un selfie. E aggiudicarsi un paio di Panchic. E' la singolare sfida che il marchio veneto di calzature lancia dall'1 al 31 agosto 2015.

Partecipare è semplice: basta scattarsi una foto durante una visita ad un museo, ad una chiesa, o in uno dei bellissimi luoghi che caratterizzano le città d'arte italiane.

Poi, inviare il selfie via email a mypanchic@panchic.it oppure pubblicare direttamente la foto:

- su Instagram https://instagram.com/mypanchic/
- sulla pagina Facebook di Panchic
https://www.facebook.com/pages/p%C3%A0nchic/149177625149742?fref=ts
- su Twitter https://twitter.com/PanchicPanchic?lang=it
utilizzando il seguente hashtag: #camminalarteconpanchic

Chi ha scattato le tre foto più belle avrà in regalo un paio di Granonda, la sneaker coloratissima che Panchic ha creato per consentire alla scarpa di seguire il movimento del corpo.

Grazie a tagli verticali profondi che scompongono la suola in otto isole, Granonda rappresenta infatti l'alleato perfetto per ogni camminata. Il fusbet estraibile è in morbida schiuma di lattice. E il colore ammanta il nylon trapuntato a rombi della tomaia, che rende Granonda riconoscibile tra mille.

La Granonda di Panchic è disponibile in otto colori: Rosso Phonebox, Blu Limoges, Giallo Sole, Cenere, Canna di Fucile, Nero, Blu Oltremare, Burro.

Lo street-comfortable-chic di Panchic ti aspetta nelle città d'arte italiane!

#Panchic #selfie #street #comfortable #chic #arte #Italia


Panchic. Panchic è un marchio creato nel 2010 da Leonardo Dal Bello a Treviso. Scuotere i soliti schemi, portare avanti il design e la qualità italiane, rispettare l'etica. Questo è il sogno che il fondatore porta avanti insieme alle sorelle Rossella e Chiara dal maggio 2010, data in cui il primo prototipo ha preso vita. Il claim dell'azienda esprime in una sola frase la sua filosofia: "Quando creo penso al mondo. Se quello che creo lo migliora, lo chiamo Panchic". Panchic è etico. "Facciamo lavorare gli artigiani e non i bambini di paesi emergenti; produciamo in fabbriche sicure e a norma; utilizziamo materiali italiani al 100%; diamo un valore commisurato al prezzo finale, senza esagerare" spiega Dal Bello.

lunedì 27 luglio 2015

ARTE A PORTATA DI BAMBINO, “Laboratori per dipingere le mamme, performance teatrali e letture: ecco il programma di Alma Mater dedicato ai più piccoli".





Milano, 27 luglio 2015 – ALMA MATER, installazione icono-sonora dell'artista e compositore israeliano di fama mondiale Yuval Avital, che rimarrà aperta fino al 29 agosto alla Cattedrale della Fabbrica del Vapore continua ad animare l'estate milanese con un ricco programma di incontri, reading, workshop e performance dedicati anche i più piccini e alle loro famiglie.

ALMA MATER si presenta come un'opera d'arte totale ma soprattutto un mondo in cui avventurarsi con quello stupore innocente che solo i bambini sanno mostrare. Un originale intreccio di luci dorate, colori caldi e avvolgenti, materiali della Madre Terra, suoni di vulcani, terremoti, oceani, tuoni e voci di nonne che arrivano da tutto il mondo. 

Un'esperienza unica per le famiglie con bambini che all'interno della partitura sonora di Yuval Avital possono giocare a contare le voci delle nonne, riconoscere quelle a loro più familiari e scoprirne altre e mai ascoltate.

Diverse le iniziative per le famiglie. In particolare, domenica 2 agosto, l'artista Matteo Guarnaccia, sarà presente con il suo workshop Body painting. Conosciuto e ammirato come il guru dell'arte psichedelica in Italia, Guarnaccia terrà un laboratorio creativo di body painting al quale potranno prendere parte tutti i bambini intenzionati a dipingere sulla pancia della loro mamma, sulle spalle di un amico o addirittura il volto della loro nonna usando la propria fantasia per mescolare i brillanti colori, inconfondibile marchio di fabbrica dell'artista milanese.

La domenica successiva, 9 agosto, Mele Ferrarini propone invece una curiosa performance teatrale per tutta la famiglia dal titolo Le querce. Tre nonne e quella di Cappuccetto Rosso. Accompagnato da Chiara Verzola e Alessandro Claudio Costagliola di Associazione Artisti a Progetto, questo giovane e poliedrico performer, formatosi presso la Scuola Nazionale di Cinema di Roma, ha pensato per Alma Mater uno spettacolo inedito che prende spunto dalla riflessione sulla figura della nonna. Attraverso i ricordi dei performer, gli spettatori possono compiere un viaggio nella memoria dei protagonisti, e forse anche nella propria.

Informazioni

Matteo Guarnaccia
Body painting
Domenica 2 agosto, dalle 16 alle 20 circa
Costo: Adulti 5 €, bambini fino ai 10 anni gratuito (gruppi esclusi)

Mele Ferrarini
Le querce. Tre nonne e quella di Cappuccetto Rosso
Domenica 9 agosto, primo spettacolo alle 19.00, secondo spettacolo alle 21.00
La performance durerà circa 45 minuti.
Costo: adulti 10 €, bambini 5 .

Il programma degli appuntamenti viene costantemente aggiornato su www.almamater.info
Al seguente link è possibile vedere una preview dell'opera  https://youtu.be/UetD3CxYplQ



crediti: Allievi del corso di fotografia di scena dell'Accademia Teatro alla Scala), i ritratti di Matteo Guarnaccia, Mele Ferrarini, Chiara Verzola e Alessandro Claudio Costagliola


sabato 25 luglio 2015

SPAZI - Il multiverso degli spazi indipendenti, a cura di Andrea Lacarpia e Lorenzo Madaro, Fabbrica del Vapore, Milano, opening 6 agosto 2015

SPAZI 
Il multiverso degli spazi indipendenti

A cura di Andrea Lacarpia e Lorenzo Madaro




Progetti:
Damage Good (Lecce), Mars (Milano), Planar (Bari), Ramdom (Gagliano del Capo), Site Specific (Scicli), Wilson Project (Sassari), Zentrum (Varese).


Giorni di apertura:
Inaugurazione giovedì 6 agosto 2015 ore 18.00 – 22.00
Dal 7 agosto al 10 agosto 2015 ore 10.00 – 19.00


Luogo:
Progetto Città Ideale - Fabbrica del Vapore, via Giulio Cesare Procaccini 4, Milano

 
Nucleo iniziale di un osservatorio sulle diverse forme degli spazi indipendenti italiani, la prima edizione di SPAZI presenterà progetti espositivi e documentazioni di sette realtà no-profit attive in diverse regioni italiane, selezionate da Andrea Lacarpia e Lorenzo Madaro. Il raggruppamento di più progetti in un unico appuntamento intende avviare un dialogo con il pubblico, agevolando l'individuazione della rete che agisce nel tessuto culturale italiano e promuovendo il riconoscimento del lavoro svolto delle associazioni.
Una zona appositamente predisposta raccoglierà materiale fotografico che documenta la varietà dei luoghi nei quali si svolgono le attività degli spazi indipendenti, dai centri storici alle periferie, dalle grandi città ai piccoli paesi in aperta campagna.

Dichiarandosi indipendenti dal mercato, le realtà no-profit ridefiniscono il rapporto tra le tendenze dell'arte e il contesto sociale, puntando su forme di espressione autonoma senza il condizionamento di azioni commerciali. Alla promozione culturale di taglio istituzionale viene così ad aggiungersi l'inziativa privata, più libera e vivace, ma nel contempo frammentata e priva di una rete che ne supporti le attività. Ogni spazio indipendente assume una particolare fisionomia, frutto della libera espressione individuale spesso coordinata dalla direzione di artisti, curatori o altri operatori culturali. Nell'identità delle realtà no-profit si rispecchiano le aspirazioni di chi ne anima e ne segue le attività, interpretando la sempre maggiore necessità di svincolarsi dalle prassi di un sistema dell'arte non più aderente alla complessità del tempo presente. Gli spazi indipendenti divengono quindi i laboratori nei quali si progettano nuovi possibili scenari, tra idee utopiche e azioni concrete.

SPAZI – Il multiverso degli spazi indipendenti si svolge all'interno della densa programmazione di laboratori, mostre e conversazioni riguardanti il rapporto tra arte contemporanea e spazio urbano, coordinata da Progetto Città Ideale presso la Fabbrica del Vapore da luglio a settembre 2015, con la collaborazione del Comune di Milano ed inserita nel calendario Expo in Città.



INFO:
Spazi:spaziindipendenti.wordpress.com
Progetto Città Ideale: progettocittaideale.com
Realtà no-profit coinvolte:



DamageGood
DamageGood è un'associazione culturale indipendente che ricerca, sperimenta, sbaglia e impara dal 2011. Nasce da un'idea collaborativa tra i suoi fondatori come gruppo curatoriale e di artisti. Si occupa di arti visive, pratiche partecipative ed editoria indipendente.
DamageGood è anche uno spazio di produzione senza fissa dimora per la fotografia contemporanea, videoarte, performance e progetti editoriali. Tra le mission, cortocircuiti tra i luoghi del quotidiano e i linguaggi dell'arte contemporanea, la cura e messa in pratica di idee collettive, ibride e di progetti che fuggono da logiche di mercato, audience e documentazione.
Sito web: damagegood.tumblr.com


Mars
MARS/ Milan Artist Run Space apre a Milano il 3 dicembre 2008.
Una realtà tutta gestita da artisti e rivolta ad un pubblico curioso di conoscere più intimamente "i motori" dell´arte contemporanea. Lo spazio di zona Pasteur nasce da un'idea originaria di Lorenza Boisi che avvia insieme ad altri artisti un calendario di eventi performativi, espositivi ed artistici sul modello delle più diffuse realtà autogestite europee.
MARS è come detto un incidente voluto, uno spazio fisico e soprattutto un progetto in sé che decide di non strutturarsi organicamente, mantenendo un calendario che possa corrispondere progressivamente alle necessità artistiche dei vari partecipanti.
Sito web:
marsmilano.com


Planar
Planar è un'organizzazione no-profit con sede a Bari, dedicata alla fotografia nei suoi molteplici aspetti. Le attività di Planar sono finalizzate alla creazione di un ambiente per la discussione, il dibattito, la ricerca e l'istruzione sulla fotografia contemporanea. La ricerca di Planar è principlamente incentrata sul rapporto tra pubblica sicurezza e libertà privata, tra conflitti e continue evoluzioni.
Planar è nata nel 2014 e I soci fondatori sono Anna Vasta, Antonio Ottomanelli, Letizia Trulli e Francesco Stelitano.
Sito web: planar.ph


Ramdom
Ramdom, è un'associazione di progettazione e produzione culturale e artistica. Promuove nuove pratiche creative e innovativi linguaggi di comunicazione, interagendo con cittadini, soggetti privati e pubblici, nazionali e internazionali.
Nata nel 2011 nell'estremo tacco d'Italia, Ramdom si occupa di produzione e formazione artistica contemporanea, promozione della mobilità attraverso masterclass, workshop, mostre, residenze.
Nel 2014 Ramdom ha lanciato il programma "Indagine sulle Terre estreme". Artisti, curatori, operatori culturali e cittadini stanno prendendo parte a un processo di analisi e riflessione attraverso studi e produzioni artistiche sui e nei contesti periferici.
Sito web: ramdom.net



Site Specific
Site Specific è una realtà indipendente che si esprime attraverso la ricerca e la sperimentazione delle arti contemporanee. Si sviluppa per volontà di un collettivo di artisti e professionisti che si confrontano e creano idee e progetti per raggiungere attraverso l'arte obiettivi comuni. Site Specific è una realtà dinamica che necessita di interagire con spazi differenti per dar vita ad una singolare "performance culturale" che trasforma Scicli in un Teatro Vivo, in un luogo in cui la creatività contemporanea può "abitare ed esistere".
L'ideatore e fondatore di Site Specific è l'artista e direttore artistico Sasha Vinci.
Sito web: sitespecific.it


Wilson Project Space
Fondata nel 2012 da Dario Lino Costa, Wilson Project Space è uno spazio d'arte contemporanea senza scopo di lucro, il cui obiettivo primario è quello di essere un catalizzatore per la sperimentazione di nuovi linguaggi e pratiche artistiche.
Wilson connette artisti emergenti e curatori indipendenti, sia a livello locale che globale, ponendosi come piattaforma per la divulgazione dell'arte contemporanea e promuovendo la cooperazione e il dibattito sulla cultura visiva del nostro tempo ...
Sito web: wilsonprojectspace.com


Zentrum
ZENTRUM è un deposito temporaneo di opere e forme, idee, riflessioni, pensieri, incontri, scontri, cose... per l'arte contemporanea.
"In deposito", ogni spazio è autonomo e segue una propria linea di sensibilità, ma si giova del piacere del confronto segnando un ritmo temporale di appuntamenti unico per i tre progetti.
Yellow, a cura di Vera Portatadino, azzarda escursioni dentro il corpo della pittura, lungo il confine delle mescolanze di cultura, esperienze, modalità; Surplace, a cura di Luca Scarabelli, propone uno "starfermi" in equilibrio sull'opera, con la complicità di uno o due autori per volta; riss(e), a cura di Ermanno Cristini, prosegue la sua erranza inseguendo un impossibile, continuo, "fuori registro".
Siti web: yellowspace.jimdo.com / risse-art.blogspot.it / surplaceartspace.jimdo.com


Arriva la III edizione di Arte Franca DOC - Dall'8 all'11 agosto - Villa del Carmine a Martina Franca


ARTE FRANCA DOC 2015:
IN ARRIVO A MARTINA FRANCA 4 GIORNI DI MUSICA

Bugo, Levante, Chop Chop Band, Erica Mou, Roberto Angelini e Renzo Rubino: arriva all'Arena della Pace, in Villa del Carmine a Martina Franca, dall'8 all'11 agosto, la III edizione di Arte Franca DOC con un programma ricchissimo di contenuti e musica

Bugo, Levante, Chop Chop Band, Renzo Rubino, Erica Mou, Roberto Angelini, Massimo Carrieri, Carolina da Siena, Kendan & Gnd, Tiene Timba, Angela Esmeralda e Sebastiano Lillo: sono questi gli artisti che si alterneranno sul palco della III edizione di Arte Franca DOC_Festival di Origine Creativa, che si svolgerà da sabato 8 a martedì 11 agosto presso l'Arena della Pace, in Villa del Carmine, a Martina Franca (TA). 

Quello che si sta rivelando un appuntamento imperdibile che segna la colonna sonora dell'estate martinese vedrà alternarsi sul palco artisti di richiamo nazionale con giovani band locali, in concerti gratuiti aperti al pubblico. Ritorna anche la formula, oramai collaudata della Notte Sonica per la Rassegna Fuori Tempo: martedì 11 agosto, per festeggiare il 705° compleanno della città di Martina Franca, una lunga notte angioina, fatta di tanta buona musica, che vedrà esibirsi all'alba, dopo una maratona musicale lunga 4 ore, Re Rubino.

Novità assoluta di questa edizione l'anteprima, che si svolgerà sabato 8 agosto, con un ospite d'eccezione: Bugo. Menestrello novarese, definito dalla rivista Rolling Stone "l'inafferrabile rivoluzionario della canzone italiana", Bugo è considerato il cantautore che ha traghettato la canzone impegnata degli anni settanta verso il cantautorato disilluso della nostra epoca, il pioniere della nuova scena cantautorale, con le sue rime allucinate ed emotive. Il suo anarchismo rock lo ha portato sino al Premio Tenco, sui canali di Mtv, conquistando con "C'è crisi" il premio come miglior video dell'anno al MEI di Faenza. Il pubblico pugliese potrà scoprirlo sabato 8 agosto, alle ore 21.30, sempre presso l'Arena della Pace, in Villa del Carmine a Martina Franca (TA).

Domenica 9 il Festival entra nel vivo con la giovane, bellissima e talentuosa cantautrice siciliana divenuta famosa con il tormentone "Alfonso": LEVANTE. Il pubblico degli aficionados la stava aspettando dopo il successo di due anni fa. Ed ora sul palco di Arte Franca DOC, Levante, la cantautrice catanese nota all'anagrafe come Claudia Lagona, presenterà il suo secondo album che si intitola "Abbi cura di te". Netta, però, la cesura col precedente album, "Manuale distruzione", col quale l'artista aveva esordito e raggiunto il successo, grazie anche al singolo "Alfonso", diventato tormentone dell'estate 2013. Levante proporrà, infatti, dodici nuove canzoni dalle tematiche all'insegna della positività e dell'amore. Ad aprire il concerto Carolina da Siena. 


Lunedì 10 agosto serata interamente Made in Puglia: sul palco di Arte Franca Doc si avvicenderanno un melting pot di sonorità e ritmi, dall'hip hop di Kendan & Gnd alla samba batucada dei Tiene Timba, fino al reggae della CHOP CHOP BAND. Dopo qualche anno di assenza dalla scene, ecco il ritorno del gruppo di Barletta con un nuovo brano dal forte sapore estivo, "Un po' di volume".

Martedì 11 agosto l'evento culmine della stagione estiva martinese: dalle ore 23.00, avrà inizio, sempre per la rassegna Fuori Tempo, la lunga Notte Sonica che vedrà tanti e diversi artisti condurre il pubblico fino all'alba per salutare il primo sole del nuovo anno di Martina Franca. Ad aprire la lunga maratona musicale, Massimo Carrieri che si esibirà in un concerto di piano solo; a seguire il soul blues di Angela Esmeralda e Sebastiano Lillo e la musica cantautorale di Erica Mou. Ed ancora il M° Massimo Faneschi che renderà omaggio al grande compositore Nino Rota e Roberto Angelini, musicista, autore, compositore e produttore artistico, artista a tutto tondo con diverse forme d'espressione di un talento che non si esaurisce con l'incisione dei suoi dischi, ma spazia anche dalla produzione di altri musicisti all'esecuzione di sculture in plastilina.

A salutare l'arrivo dell'alba un omaggio al talento, all'ingegno, all'unicità martinese: Renzo Rubino torna, infatti, a esibirsi a Martina Franca, nella sua città natale, in un live unico, magico, onirico. In un'atmosfera rarefatta, Re Rubino ci condurrà tra sonorità che lo hanno reso famoso, in un viaggio musicale che ripercorrerà la sua giovane, ma intensa carriera musicale.

Ma venire ad Arte Franca DOC ad agosto non è solo una questione di musica! Al festival, infatti, non solo si ascolta musica, si assiste a una performance teatrale, si partecipa a workshop, si sorseggia un buon drink durante l'aperitivo musicale, si assiste a presentazioni di libri, si fanno divertire i bambini nei tanti laboratori appositamente pensati per loro, si mangia, si poltrisce, si visita una città splendida come Martina Franca, si fa quello che si vuole senza nessuna limitazione. 

Quest'anno a segnare la linea guida di tutti gli eventi collaterali sarà un argomento sentito che condurrà a una riflessione necessaria, anche alla luce di quanto accaduto negli ultimi mesi: la sicurezza sul lavoro. Un modo, per ricordare e rendere omaggio a un nostro concittadino e alle tanti morti bianche che siamo costretti a vivere ogni giorno. 

La terza edizione di Arte Franca DOC, ideata e promossa dalla Cooperativa Kismet e da Arte Franca Laboratori Urbani, è resa possibile grazie al contributo e al lavoro di tante realtà: il Comune di Martina Franca, nel suo assessorato al Turismo, Area Metropolitana, l'A.P.S. Terra Terra, i main sponsor Area Domus e Serveco e i media partner Tacco di Bacco e Valle d'Itria News.

Tutti gli eventi sono a ingresso libero.
I concerti di sabato 8, 9 e 10 agosto avranno inizio alle ore 21.30.
I concerti della Notte Sonica dell'11 agosto avranno inizio alle ore 23.30.

Il programma completo su: www.artefrancadoc.it

Per info: 329/6658408 – artefrancalab@gmail.com

A Montefalco un'esposizione straordinaria: la Madonna del Gozzoli torna dopo 167 anni

Benozzo Gozzoli 
La Madonna della Cintola
ESPOSIZIONE STRAORDINARIA

19 luglio - 30 dicembre 2015
Complesso museale di San Francesco, Montefalco (Pg)


"Un miracolo di azzurro e di oro".
Dopo 167 anni la preziosa Pala della "Madonna della Cintola" torna a Montefalco per ricongiungersi al prezioso ciclo degli affreschi che il Maestro Benozzo Gozzoli realizzò nella Chiesa di San Francesco. 

La mostra "Benozzo Gozzoli. La Madonna della Cintola" sarà visitabile nel Complesso museale di San Francesco fino al 30 dicembre 2015.



La Madonna della Cintola, dipinta intorno al 1450 da Benozzo Gozzoli, allievo prediletto del Beato Angelico, è oggi esposta nella città natale e potrà essere ammirata nel suo splendore originale grazie al restauro sostenuto tramite un protocollo d'intesa sottoscritto dal Comune di Montefalco, dal Consorzio Tutela Vini Montefalco, da Sistema Museo e dal Club dei Lions di Foligno. L'intervento di restauro, che ha richiesto quattro mesi di lavoro intenso, è stato eseguito presso i laboratori dei Musei Vaticani.

La realizzazione della mostra è stata possibile grazie al sostegno della Regione Umbria, della Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno, della Camera di Commercio di Perugia e dell'Accademia di Montefalco, con il contributo di Fabiana Filippi e Casse di Risparmio dell'Umbria.

La produzione è affidata a Sistema Museo, mentre il catalogo, edito da Silvana Editoriale, è a cura di Adele Breda.

La Pala, custodita nella Pinacoteca Vaticana, fu donata a Pio IX dalla comunità di Montefalco nel 1848, in occasione della concessione al borgo umbro del titolo di città. Oggi torna a Montefalco dopo 167 anni. Per l'esposizione nella Chiesa di San Francesco è collocata su un basamento per simularne l'originaria collocazione sull'altare; è, inoltre, possibile osservarla nella sua interezza, così come è stata fruita ed utilizzata per secoli, riuscendo ad apprezzare ogni particolare anche dell'originale struttura lignea.

Antonio Paolucci, Direttore dei Musei Vaticani: "Benozzo Gozzoli torna a Montefalco presentando la più bella, la più prestigiosa fra le sue opere di pittura su tavola, mentre la Pinacoteca Vaticana si arricchisce di un restauro esemplare. Tutto questo grazie a un sindaco che ha dimostrato di amare la patria". 

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI