Cerca nel blog

lunedì 31 agosto 2015

JAN FABRE - KNIGHT OF THE NIGHT | Galleria Il Ponte, Firenze - Inaugurazione Venerdi 2 Ottobre 2015 H 18.30

Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Jan Fabre
Knight of the Night


a cura di
Bruno Corà

Galleria Il Ponte - Firenze
2 ottobre – 18 dicembre 2015

inaugurazione
venerdì 2 ottobre, h 18:00
 
La Galleria Il Ponte è lieta di presentare la personale Knight of the Night di Jan Fabre,  che propone un complesso di opere realizzate in periodi diversi (1997 - 2013), che per la prima volta vengono a comporre un unicum narrativo incentrato sul romanzo cavalleresco, uno dei temi cardine dell'intera produzione dell'artista.
Il film Lancelot (2004) interpretato dallo stesso Jan Fabre, evocando la battaglia dell'eroe contro se stesso, costituisce la trama narrativa di questa saga fiamminga. Nelle sue scene è come se prendessero vita le meravigliose sculture della panoplia creata da Fabre attraverso il magico intersecarsi di scarabei che riverberano e frangono la luce. Nel Salvator Mundi, in cui si concretizza l'ideale cavalleresco, l'armatura umana e le corazze degli scarabei sono accomunate. I teschi umani - i cui tratti somatici sono costruiti e delineati anch'essi da una superficie di scarabei, afferrano la preda, la frusta, o sono penetrati dalle chiavi dell'inferno - sono la materializzazione dei sogni e degli incubi che aleggiano all'interno di questa fiaba notturna.
In questa mostra si rivela pienamente l'immaginario dell'artista, che fa entrare il proprio corpo nell'opera e lo pone a confronto con quello di altri individui, nel tentativo di metabolizzarli: "Voglio diventare quello di cui vivo – afferma l'artista – diventando quello che voglio modificandomi, liberandomi di sensazioni ed emozioni ormai note, cercando un nuovo corpo".
Le opere intessono un dialogo con l'osservatore, che non si può limitare a contemplare, ma è chiamato a trascendere da sé, a superare i propri limiti mentali e fisici per entrare dentro il corpo dell'opera. In altre parole, lo spettatore è invitato a divenire il soggetto principale di una metamorfosi. Al fine di dimostrare le infinite potenzialità dell'individuo, è sempre la metamorfosi - in questa mostra quella dell'eroe tragico cavalleresco - che Fabre si prefigge di indagare: ovvero la dimensione indefinita di cambiamento permanente vissuto dall'uomo.



Prossimo spettacolo di Jan Fabre
Mount Olympus - Rome
17.10 Romaeuropa, Teatro Argentina, Roma, Italia

Galleria Il Ponte arte moderna e contemporanea
Via di Mezzo, 42/b, 50121 Firenze
www.galleriaponte.com

domenica 30 agosto 2015

Handmade | Artists in Action.02 comunicato stampa


handmade | Artists in Action.02
Lecce 2015 Capitale Italiana della Cultura

handmade | Artists in Action.02 è un progetto di Arte e Artigianato a cura di Fernando Perrone [LaboratorioTracceFactory] nel quale gli artisti interagiscono tra loro coinvolgendo  attivamente il pubblico rendendolo partecipe.

La novità rilevante della seconda edizione consiste nel fatto che le mostre dei singoli ospiteranno in alcuni casi "Incursioni Artistiche" della durata di un giorno (one day) con installazioni inedite tra interno ed esterno nel prestigioso spazio della Fondazione Palmieri in Vico dei Sotterranei n°21 a Lecce, che ospiterà l'intera rassegna dal 20 luglio al 31 dicembre 2015.

Il progetto è inserito nel calendario degli eventi di Lecce 2015 Capitale Italiana della Cultura.
Il filo conduttore è naturalmente il fatto a mano e quindi i materiali peculiari del nostro territorio Pietra, Carta, Ferro, Argilla.

2 settembre 2015 ore 20.30, Enzo Fina, mostra di strumenti musicali inediti costruiti dall'artista con materiali vari e attrezzi da lavoro contadini, performance dell'autore e proiezione del film di Jenne Marasco e Giuliano Capani [Enzo Fina, il risveglio del corpo sonoro – Salento/Los Angeles andata e ritorno]con incursione di Ornella Durini e Fernando Perrone con l'installazione [s-Trips]
Presso Fondazione Palmieri , vico dei Sotterranei - Lecce

venerdì 28 agosto 2015

Giulianova, aperte le iscrizioni per la IV edizione del Concorso di Arte Sacra su strada MADONNARI DELL'ANNUNZIATA

REGOLAMENTO
1. ISCRIZIONI AL CONCORSO
1. La partecipazione alla III edizione del Concorso " Madonnari dell'Annunziata " è gratuita e aperta a tutti, previa richiesta scritta d'iscrizione .
Il modulo d'iscrizione è scaricabile dal sito web della parrocchia "Maria Ss.ma Annunziata"
di Giulianova (TE) http:// www.parrocchiadellannunziata.it o può essere ritirato negli uffici parrocchiali della Chiesa di S.Gabriele di Giulianova Lido ( dal lun al ven 18:30 - 20:00 ).
Copia del bando e del modulo saranno anche postati sulla pagina facebook del Concorso
MODULO ISCRIZIONE 2015, debitamente compilati e sottoscritti, dovranno pervenire alla segreteria
del Concorso entro e non oltre le ore 24:00 di domenica 30 agosto 2015 , anche via e-mail
all'indirizzo di posta elettronica : madonnaridellannunziata@gmail.com
2. La partecipazione di un minore di anni 18 deve essere autorizzata da uno dei genitori la cui
firma dovrà essere apposta nel modulo d'iscrizione.
I ragazzi che non hanno ancora compiuto 15 anni al 6 settembre 2015 sono iscritti
d' ufficio nella sezione a loro dedicata ( " Puer Madomnaris " ).
I Puer Madomnaris possono concorrere anche in gruppo ( max 3 componenti ) in tal caso
nel modulo d'iscrizione, oltre al nominativo del responsabile dovranno essere inseriti
anche i dati dei componenti il gruppo di lavoro.
Al raggiungimento del numero massimo stimato degli artisti ammessi, ( non quantificabile
al momento ) non saranno accettate ulteriori richieste d'iscrizione.
Di tale eventualità sarà data in ogni caso comunicazione ai richiedenti.
Iscrizioni dell'ultima ora potranno essere comunque accettate dopo le ore 7:00 di
domenica 7 settembre direttamente sul luogo di svolgimento dell'estemporanea, nei soli
casi di assenza accertata di artista già iscritto o di disponibilità di postazioni libere.
3. La partecipazione all'estemporanea implica la conoscenza e l'accettazione del Regolamento del Concorso in ogni sua parte.
Il Comitato Organizzatore, per una miglior riuscita della manifestazione, si riserva il diritto di apportare modifiche al Regolamento. Le variazioni apportate saranno tempestivamente affisse sulla pagina facebook del Concorso.
Eventuali reclami e/o suggerimenti vanno presentati solo ed esclusivamente per iscritto.
L'organizzazione non risponde di danni a cose o persone che malauguratamente dovessero
verificarsi durante lo svolgimento della manifestazione.
4 . Il trattamento dei dati personali è limitato e finalizzato all'espletamento delle operazioni
necessarie alla partecipazione alla manifestazione artistica.
2. PROGRAMMA DELLA MANIFESTAZIONE
1. L'estemporanea di pittura sacra su strada, IV edizione del Concorso " Madonnari dell'Annunziata" si svolgerà domenica 6 settembre 2015 dalle h 7:00 alle h 17:00
sul tratto orientale della via Simoncini della città di Giulianova in provincia di Teramo
( ITALIA ).
Le opere andranno a costituire un tappeto di quadri che onorerà il passaggio della tradizionale processione della S.S Annunziata che si conclude sulla via Simoncini.
2. Gli artisti iscritti al Concorso dovranno presentarsi per l'appello dei Madonnari presso il
piazzale antistante la Chiesa di S.Gabriele sita in via Simoncini angolo via Di Vittorio di Giulianova Lido, ( TE ) dalle ore 6:45 alle ore 7:00 di domenica 6 settembre 2015.
3. Iscrizioni dell'ultima ora potranno essere accettate dopo le ore 7:00 di domenica
6 settembre nei soli casi di assenza accertata di artisti già iscritti al concorso o di disponibilità di postazioni di lavoro libere.
La partecipazione all'estemporanea si perfeziona con la registrazione dell'artista presente all'appello.
4. Alle ore 7:00, dopo la benedizione dei gessetti, gli artisti si recheranno alle postazioni di lavoro loro assegnate e daranno inizio all'estemporanea di pittura su strada. Le opere dovranno essere ultimate improrogabilmente entro e non oltre le ore 17:00.
Il tratto di strada sede dei lavori sarà chiuso al traffico automobilistico per assicurare lo svolgimento della manifestazione.
5. Il pranzo di domenica 6 settembre 2015 potrà essere consumato dai soli iscritti all'estemporanea presso la XX Sagra della Vongola allestita all'esterno della casa parrocchiale della Chiesa di S.Gabriele ad un prezzo convenzionato di 5 euro ( primo, secondo e bottiglietta 1/2 l d'acqua )
6. Le votazioni popolari avranno inizio alle ore 15:00 di domenica 6 settembre e
termineranno tassativamente alle ore 19:00 dello stesso giorno.
Entro le ore 18:00 la Giuria Tecnica comunicherà alla Segreteria del Concorso l'esito della
valutazione per le sezione artistiche ad essa assegnate.
7. Alle 17:30 circa, sulla via Simoncini, adornata dalle opere realizzate dagli artisti, sfilerà la tradizionale processione dei fedeli che accompagna l'uscita della statua della S.S. Annunziata.
8. La premiazione degli artisti classificati si terrà domenica 6 settembre 2015 immediatamente prima dello spettacolo musicale previsto in serata nel programma dei festeggiamenti.
9. Tutte le fasi del concorso possono essere seguite sul social network facebook sulla pagina dedicata all'estemporanea
3. GIURIA E PREMI
1. Le opere in concorso saranno valutate da una doppia commissione giudicante:
- Giuria Popolare o dei visitatori
- Giuria Tecnica o qualificata.
2. La Giuria Popolare sarà composta da tutti i visitatori della XVII Festa dell'Annunziata che
vorranno esprimere il proprio giudizio sulle opere in concorso.
La Segreteria del Concorso comunicherà le modalità adottate per la raccolta, il trattamento ed il computo dei voti popolari.
3. I componenti la Giuria Tecnica saranno scelti dal Comitato Organizzatore fra le personalità esperte nei campi delle arti visive, della comunicazione e delle scienze religiose.
La composizione di tale commissione sarà resa nota con uno specifico
comunicato dopo la conferma della disponibilità dei giurati contattati allo scopo.
4. la IV edizione del Concorso è dotata di un montepremi composto da trofei di riconoscimento, beni e prodotti vari offerti dalle aziende sostenitrici (sponsor) della manifestazione. Il Comitato Organizzatore comunicherà la consistenza e la ripartizione del montepremi sulla base dei prodotti ricevuti in offerta, riservandosi la facoltà di apportarvi delle modifiche in relazione all' intervento di nuovi sponsor.
5. Sono previsti i seguenti premi distinti per le classificazioni delle tre categorie ammesse a concorso ( adulti, assoluti e ragazzi )
- Sezione Tecnica: categoria adulti
- 1° classificato giuria tecnica
- 2° classificato giuria tecnica
- Sezione Popolare : categoria assoluti
- 1° classificato giuria popolare
- 2° classificato giuria popolare
- Sezione Tecnica : categoria ragazzi " Puer madomnaris " ( under 15 )
- 1° classificato giuria tecnica
- 2° classificato giuria tecnica
- 3° classificato giuria tecnica
6. I premi non sono cumulabili fra loro. Nell'eventualità che un artista dovesse risultare assegnatario di più premi, sarà attribuito d' ufficio il solo premio di maggior valore.
Eccezione è fatta per le menzioni e/o riconoscimenti speciali che possono aggiungersi ai premi ordinari eventualmente già acquisiti.
Menzioni e riconoscimenti speciali potranno essere assegnati dalla sola Giuria Tecnica.
7. In caso di annullamento / sospensione del concorso per qualunque motivo ( causa di forza maggiore, avverse condizioni meteo, ordine della pubblica autorità…) i premi non ancora assegnati saranno messi a concorso nell'edizione successiva della manifestazione.
8. Le votazioni popolari avranno inizio alle ore 15:00 di domenica 6 settembre 2015 e
termineranno alle ore 19:00 dello stesso giorno.
I componenti della Giuria Tecnica, passati in rassegna tutti i lavori realizzati, riuniti in
assemblea , proclameranno entro le ore 18:00 i vincitori per le sezione loro assegnate.
I giudizi della Giuria Tecnica , espressi nella piena e libera autonomia decisionale, sono
insindacabili e inappellabili
9. In caso di situazioni di Ex aequo , sia per le votazioni qualificate che per quelle popolari,
il giudizio definitivo sarà espresso dal presidente della Giuria Tecnica nella persona del reggente della parrocchia della S.S. dell' Annunziata, Don Ennio Di Bonaventura.
10. La proclamazione e la premiazione degli artisti classificati avranno luogo domenica 6 settembre 2015 immediatamente prima dello spettacolo musicale previsto in serata nel programma dei festeggiamenti .
11. A tutti gli artisti partecipanti sarà donato l'attestato di partecipazione alla manifestazione.
4. REALIZZAZIONE DELLE OPERE
1. Ogni artista o gruppo dovrà eseguire una opera con la sola tecnica del gessetto su di uno spazio individuato a terra ( asfalto) o su di un pannello di legno o altro materiale predisposto Non è ammesso l'utilizzo della tecnica dello spolvero né dello stampo è consentita invece la tecnica della quadrettatura dell'opera.
Ciascun partecipante è tenuto a lavorare esclusivamente al proprio dipinto.
2. Si possono realizzare sia dipinti originali che copie di opera famose purchè rispettino le dimensioni previste ( min 75 x 120 cm e max 100 x 160 cm ) e abbiano attinenza con il tema del Concorso assegnato per questa edizione : "Il Giubileo della Misericordia "
Le opere possono essere realizzate orientando il dipinto sia in senso verticale che orizzontale
Il Comitato Organizzatore nella persona del Direttore Artistico del Concorso ,vigilerà sul rispetto delle modalità di esecuzione delle opere e sulla rispondenza al tema e alle dimensioni assegnate.
3. Il numero di postazione sarà assegnato dalla Segreteria del Concorso sulla base dell'ordine cronologico di ricezione delle iscrizioni. La numerazione delle postazioni di lavoro partirà dall'edificio della casa parrocchiale e procederà sulla lato sinistro della via Simoncini verso il mare.
E' consentito lo scambio consensuale delle postazioni fra artisti previa autorizzazione della Segreteria del Concorso.
4. La parrocchia " S.S. dell' Annunziata" si riserva ogni diritto sulle immagini delle opere
realizzate durante la manifestazione. Qualora i lavori ( le loro immagini ) siano presentati in
futuro a mostre o rassegne artistiche o inviati gli organi di informazione i nominativi degli
autori saranno sempre citati.
5. L' inizio della realizzazione dei lavori avverrà a partire dalle ore 7:00 di domenica
6 settembre 2014. Le opere dovranno essere ultimate improrogabilmente entro le ore 17:00 dello stesso giorno.

INFO:
madonnaridellannunziata@gmail.com
Madonnari dell'AnnunziataParrocchia B.M.V.dell'  Annunziata
via Simoncini 49 , 64021 Giulianova  Lido ( TE )

giovedì 27 agosto 2015

Damiani | Maurizio Cattelan and Pierpaolo Ferrari, Hiroshi Sugimoto, Philippe Halsman, Peter Schlesinger


Toiletpaper | Volume II
Maurizio Cattelan and Pierpaolo Ferrari



In a hotly anticipated follow-up to the first Toiletpaper anthology, Maurizio Cattelan & Pierpaolo Ferrari Toiletpaper | Volume II presents a selection of the best images from the past five issues of Toiletpaper magazine alongside special projects shot by Cattelan and Ferrari for such publications as Purple, New York Magazine, Kenzine, Le Monde and Dazed & Confused. All are collected in this deluxe hardcover volume, a book as at home on the coffee table as it is in the bathroom.



Seascapes
Hiroshi Sugimoto

Water and air. These primordial substances, which make possible all life on earth, are the subject of Hiroshi Sugimoto's Seascapes series. For over thirty years, Sugimoto has traveled the world photographing its seas, producing a body of work that is an extended meditation on the passage of time and the natural history of the earth. Sugimoto has called photography the "fossilization of time," and the 'Seascapes' photographs simultaneously capture a discrete moment in time but also evoke a feeling of timelessness.




Philippe Halsman's Jump Book
Philippe Halsman
Damiani takes great pleasure in re-publishing this classic photo book from 1959 in a beautifully printed facsimile edition. With nearly 200 photographs of Halsman's famous subjects in midair, these uniquely witty and energetic images of airborne movie stars, politicians, royalty, artists, and authors have become an important part of Halsman's photographic legacy. For six years in the mid-1950s, he ended his portrait sessions by asking his sitters to jump. Grace Kelly hikes her skirt with surprising moxie. Marilyn Monroe, Edward Steichen, Audrey Hepburn, Robert Oppenheimer, John Steinbeck, Weegee, Aldous Huxley, Marc Chagall, Salvador Dali, Brigitte Bardot, and Groucho Marx all take the leap of faith – ensuring that we see something about them that we hadn't quite seen before.







A Photographic Memory 1968-1989
Peter Schlesinger
The photographs of artist Peter Schlesinger are a visual diary of an extraordinary life that intersected with some of the brightest names in the worlds of art, fashion, and society. Schlesinger's remarkable journey began in 1966 when as an 18 year old student at UCLA he met the artist David Hockney. The two moved to London, where Schlesinger was introduced to the city's fashionable bohemian society. There, as well as on trips, Schlesinger met and photographed some of the great personalities of the day, including Cecil Beaton, Paloma Picasso, Grace Coddington, Tina Chow, Christopher Isherwood, and Manolo Blahnik – to name just a few.

martedì 25 agosto 2015

Corso di disegno e pittura a Genova





SCUOLA di DISEGNO & PITTURA

Giovedì 17 settembre 2015 ore 16:30 Presentazione del corso

Docente: Lorenzo Castello

SATURA Associazione Culturale
Nell'ambito delle sue molteplici attività l'Associazione Culturale SATURA, organizza dei corsi di Disegno & Pittura, presso la sua sede di Palazzo Stella.
Il corso tratterà la prospettiva, il paesaggio, le nature morte, la figura umana, il ritratto e il nudo con particolare attenzione alle diverse abilità e preferenze dei singoli allievi.
Le lezioni saranno tenute tutti i Giovedì, ma in funzione degli iscritti, potranno essere valutate altre sessioni orarie.
Costo: la partecipazione al corso base è gratuita; sarà dovuta solo la quota di associazione a Satura.

Il Docente: Lorenzo Castello genovese di nascita, lavora dal 1983 fra Genova, Londra e Parigi. Pittore ritrattista di chiara fama, è ricordato per i molti personaggi che hanno deciso di affidare la propria immagine alle sue tele: da Sua Altezza Reale la Principessa Anna d'Inghilterra, a Lord Charles Forte, da Sir Eddie George, ex-Governatore della Banca d'Inghilterra, a Sir Denis Mahon, storico d'arte. Tutte le sue figure ci trasmettono la sua interpretazione di un mondo di magico realismo. Prestigiosi musei hanno accolto le sue opere: fra questi la National Portrait Gallery di Londra, la National Gallery di Dublino, il Museo Villa Tempra a La Valletta (Malta), il Museo Nazionale del Cairo. A Genova ha realizzato la pala d'altare della chiesa di San Marco al Molo.

Co-fondatore del gruppo Escape in Art, creatore di loghi, manifesti, locandine, è nel ritratto a carboncino e nella pittura ad olio che la sua abilità artistica trova massima espressione.

Per informazioni ed iscrizioni telefonare ai numeri 010 2468284 o 366 5928175 negli orari di segreteria (dal martedì al venerdì dalle ore 9:30 alle 12:30 e dalle 15:30 alle 19:00 e il sabato dalle ore 15:30 alle 19:00), o scrivere a info@satura.it
Posti Limitati: è gradita la preiscrizione.
 Satura art gallery

SATURA Art Gallery
Piazza Stella 5/1 16123, Genova Italy

QUARTIERI DELL'ARTE: dal 29 agosto ad ottobre la XIX edizione


 
 QUARTIERI DELL'ARTE
(XIX edizione)
Dal 29 agosto a ottobre 2015
luoghi vari
VITERBO (VT)

Considerato tra i principali Festival per la drammaturgia contemporanea in Europa, QUARTIERI DELL'ARTE si avvia alla sua diciannovesima edizione - seconda del ciclo "Ci sarò non ci essendo come ci sarò essendoci" - accostando le drammaturgie rinascimentali d'invenzione linguistica (Shakespeare e i suoi debiti europei- soprattutto italiani) al language playwriting contemporaneo.
Dal 29 agosto, data di debutto della rassegna, fino a ottobre inoltrato, verrà proposta una serie di testi in cui la lingua si fa struttura e in cui si inverte il rapporto tra personaggio e modo di parlare: non più l'eloquio a funzione del personaggio ma viceversa e un'invenzione linguistica che si fa progresso, trama, in cui il personaggio anziché venire sminuito viene messo in rilievo attraverso esperienze estreme.
La figura del gigante è stata una delle figure di riferimento della letteratura rinascimentale e proprio il tema del  gigante e del gigantismo, già al centro di molti eventi relativi alle arti visive contemporanee, verrà declinato in questo contesto di QDA, attraversando i mondi della tecnologia, della guerra, della moralità, dell'economia.
Si inizia sabato prossimo con una spettacolare riscrittura del più grande evento del teatro medioevale con Corpus 1462, una manifestazione crossmediale e performativa che presenta 1.337 metri di palcoscenico e promuove lungo il suo percorso le eccellenze artistiche medioevali e rinascimentali viterbesi.
In questo contesto riscritture e riletture radicali di opere rinascimentali saranno accostate a lavori dei maestri del language playwriting che hanno introdotto in drammaturgia le nuove teorie sulla soggettività, come Jelinek e Handke, con i beni paesaggistici e monumentali della Tuscia a fare da sfondo degli spettacoli.
Alla sperimentazione della lingua, inoltre, si avvicinerà la sperimentazione dei linguaggi con la messa in scena di drammaturgie collettive che inseriscono nelle loro strategie elementi di tecnica circense e musicale.
Numerose, tra arte, installazioni e performance, le iniziative in programmazione tra agosto e settembre. Tra le esposizioni artistiche più interessanti quelle di Dmitri Prigov in mostra al Museo Nazionale Etrusco Rocca Albornoz fino al 10 settembre, Paul Whitehead (Museo del Colle del Duomo, fino al 10 settembre) e Paolo Angelosanto (Galleria Miralli). Tra le performance si segnalano la Titanomachia di Luca Buonaccorsi con la regia di Alessio Di Clemente (Museo del Colle del Duomo - 30 agosto h 11,00 e 19,30), Michelangelo as himself di Paolo Angelosanto (8, 9 e 10 settembre - Ex Tempietto di Santa Maria della Salute - h 19,00), Philodoxeos di Leon Battista Alberti - PRIMA RAPPRESENTAZIONE IN EPOCA CONTEMPORANEA - con la versione italiana di Stefano Pastore, la regia di Simone Ruggiero e l'interpretazione di Chiara Della Rossa, Giulio Neglia, Matteo Milani, Maria Celeste Sellitto, Andrea Carpiceci, Luca Avallone, Simone Ruggiero, Matteo Vignati, Eleonora Mancini (13 settembre – Cortile di Palazzo dei Priori - h 19,30); Terra di confine di Amos Oz e Daniele Salvo, diretto da Daniele Salvo, con Daniele Salvo e Melania Giglio (18-19 settembre – Palazzo dei Priori- Sala del Consiglio - h 21,00) e Lettera a Messer Francesco Degli Albizzi da Pietro Aretino - PRIMA ASSOLUTA - regia di Francesca Macrì, con la Compagnia Biancofango Ass. La Dramaturgie (24-25 settembre – Museo del Colle del Duomo- h 19,30).
A ottobre si prosegue con ulteriori anticipazioni a livello italiano,europeo e mondiale:  tra queste si segnalano Egidio/Gambara di Flaminia Gressi e Case/Mappe di Valerio Magrelli (PRIMA MONDIALE); La presa del potere di Cosimo de' Medici di Suso Cecchi D'Amico e Silvia D'Amico Bendicò, una messa in scena in prima mondiale della sceneggiatura di Suso Cecchi D'Amico ad opera di Lorenzo D'Amico de Carvalho con un cast che comprende Marco Messeri, Alessio Di Clemente, Federica Di Martino e Beniamino Marcone;  Captain Amazing di Alistair McDowall, regia di Monica Nappo Kelly, con Nicola Nocella (una produzione dell'Associazione Funamboli in collaborazione con il Festival Trend: PRIMA ITALIANA ASSOLUTA);  Call Me God di Gian Maria Cervo, Marius von Mayenburg, Albert Ostermaier, Rafael Spregelburd (studio a cura di Alessandro Machia con un cast che include Giorgio Pasotti, Monica Nappo Kelly, Nicola Nocella e gli allievi del corso di recitazione del Centro Sperimentale di Cinematografia; una produzione Zerkalo Teatro); Insulti al pubblico di Peter Handke e Faustin and out di Elfriede Jelinek, dell'Accademia degli Artefatti; Incendi di Wajdi Mouawad, per la regia di Massimiliano Vado; Su altri libertini di Michele Di Vito, liberamente ispirato a Pier Vittorio Tondelli, con la regia di Massimiliano Vado (PRIMA MONDIALE); Medea scritto e diretto da Oystein Stene (una produzione della KHIO di Oslo in PRIMA MONDIALE); La fenice e la tortora di Joele Anastasi, Alberto Bassetti, Gian Maria Cervo, Flaminia Gressi, Stefano Pastore (lavoro tratto da William Shakespeare, Ben Jonson, Vatum Chorus, Ignoto, Thomas Middleton, George Chapman, John Marston con la regia di Franco Eco e le scene di Gianni Quaranta: uno spettacolo che riunisce attori, registi e drammaturghi che hanno portato in scena le opere non teatrali di Shakespeare, tra cui Joele Anastasi interprete per Angelica Liddell di You Are My Destiny - Lo stupro di Lucrezia e Valter Malosti che ha affrontato il Venere e Adone e Lo stupro di Lucrezia negli ultimi anni. Una coproduzione del Festival con il Teatro di Dioniso in collaborazione con l'Aurora Festival di Crotone in PRIMA MONDIALE. E, per concludere, Backstage, una produzione della Spring Glory Cantonese Opera Workshop di Hong Kong guidata dal maestro Yuen Siu Fai, prodotta da Barbara Tang, scritta e diretta da Musette Tsang: il "Rumori fuori scena" dell'opera cantonese in PRIMA ITALIANA ASSOLUTA.

Il festival QUARTIERI DELL'ARTE è una manifestazione in collaborazione con: UE Agenzia Esecutiva per l'Istruzione, gli Audiovisivi e la Cultura (programma Creative Europe), Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Regione Lazio, ATCL-Associazione Teatrale tra i Comuni del Lazio, Fondazione Carivit, Comune di Viterbo, Comune di Vetralla, Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia, Mibact-Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le province di Roma, Frosinone, Latina, Rieti e Viterbo, Mibact- Soprintentendenza per i Beni Archeologici dell'Etruria Meridionale, Università degli Studi della Tuscia, Asl Viterbo, Elt, Hong Kong Economic and Trade Office Brussels, Fondazione Prigov, Progetto 20-21 del Museo di Stato Hermitage di San Pietroburgo, Sodalizio dei Facchini di Santa Rosa, La Dramaturgie, GB EditoriA, Rinascimentiamo Gallery, Arci Viterbo, Egidio 17, Archeoares snc- Museo del Colle del Duomo, Viterbo Civica, Promotuscia.


QDA
Fondatore: Gian Maria Cervo
Direttori artistici: Gian Maria Cervo e Alberto Bassetti
Assistente alla direzione artistica e responsabile degli allestimenti: Matteo Marini
Team curatoriale: Enzo Bentivoglio, Simonetta Valtieri, Ginevra Bentivoglio, Manuel Anselmi, Marco Naldi, Francesco di Mauro, Paolo Angelosanto, Federico Meschini
Collaborazioni curatoriali: Dimitry Ozerkov, Nadia Bourova, Pasquale Altieri, Lucio Matteucci, Laura Belli, Antonio Rocca, Alberto Miralli, Enrico Mianulli, Stefano Fiori, Michele Cagol, Massimo Mecarini
Coordinamento: Alessandra Caruso, Simone Carletti, Giulia Oliva, Federico Meschini, Giulio Campiglia
Web e social media: Federico Meschini, Marco Biasi, Rocco Franceschi
Staff: Guido Orlando, Giovanni Mascherucci, Fabrizio D'Eletto, Andrea Bazzo, Giulio Campiglia, Orazio Altieri, Michele Baldi, Alessandro Berni, Luca Iapichino
Grafica ed editing: Rocco Franceschi Arth Creative Italia
Grafica ed editing per Corpus 1462: Lorem Ipsum

Info e prenotazioni:
ufficiostampaquartieridellarte@gmail.com
www.quartieridellarte.it

lunedì 24 agosto 2015

Il 21 Agosto 2015, si è inaugurata la 29a edizione di “Scultori a Brufa. La Strada del Vino e dell’Arte”

Il 21 Agosto 2015, alle ore 17.30, a Brufa (PG), in Piazza Mario Raspa, si è tenuta l'inaugurazione dell'opera permanente dello scultore Paolo Pasticci, artista invitato dalla Pro Loco della frazione del Comune di Torgiano, per festeggiare la 29a edizione di "Scultori a Brufa. La Strada del Vino e dell'Arte".

"Macina umana" è il titolo dell'opera di Paolo Pasticci, una scultura in bronzo del diametro di 82 cm. che è stata collocata nel centro del borgo, sul pozzo adiacente alla Piazza Mario Raspa.

L'inaugurazione ha avuto un gran successo di pubblico e di autorità presenti; all'evento hanno preso la parola la Presidente dell'Assemblea Legislativa dell'Umbria Donatella Porzi,  l'Assessore alla Cultura della Regione Umbria Fernanda Cecchini, il Sindaco del Comune di Torgiano Marcello Nasini, lo scultore Paolo Pasticci, il critico d'arte Andrea Baffoni, il Presidente della Pro Loco di Brufa Massimo Fico.

A proposito della scultura, il critico d'arte Andrea Baffoni, curatore anche della mostra personale di Pasticci che si tiene presso la Sala polivalente "Ex Perla" di Brufa fino al 30 Agosto prossimo, dichiara:
"Il soggetto, uno dei più trattati dall'artista, si ispira alla forma rannicchiata del corpo umano, evidenziando il rapporto uomo-natura nella forma essenziale della ruota, e interpretato nell'accezione arcaica della macina da mulino. Nella sua ricerca lo scultore individua il tema di una fisicità plasmata in forme geometriche irregolari: la mano o l'intero corpo, come egli stesso descrive, divengono "scaglie, macine, come quelle che si trovano nelle groppe dei monti". La forma segue un principio metamorfico che narra del processo circolare cui sottostà l'intero universo, dove tutto si muove in senso orbitale: satelliti, pianeti, stelle, galassie e l'intero cosmo. Una "ruota della vita", una "macina" che rimescola continuamente atomi e particelle, creando e disgregando, perpetrando la memoria degli elementi. Anche il tema del "positivo e negativo" allude al concetto di circolarità, nel dualismo uomo-donna, in primo luogo, ma più in generale nei concetti di vita-morte; bene-male; luce-ombra; materia-antimateria".

La mostra personale di Pasticci propone 20 sculture, quasi tutte realizzate in legno, suo materiale prediletto, ed alcuni studi preparatori, che ripercorrono le varie stagioni dell'artista. Lavori datati dalla metà degli anni Sessanta ad oggi: dai primi soggetti d'ispirazione post-cubista, alle famose scaglie, fino al tema della "macina umana" e dei più recenti "pianeti bilanciati".

Paolo Pasticci (Perugia, 1943), compie gli studi all'Accademia di Belle Arti Pietro Vannucci di Perugia. Nel 1966 inizia la carriera di insegnante presso l'Istituto d'Arte di Roma II come professore di Decorazione Plastica. Nel 1975 è invitato a partecipare alla Quadriennale di Roma. Successivamente entra in contatto con architetti romani come Lo Savio, Pellegrin, Zevi, Fanasca, Domenicucci, e gli umbri Leoncilli, Massi e Canonico. Da questo momento inizia fecondi rapporti di collaborazione che gli permettono di operare nel settore del design e arredamento di interni, vedendosi pubblicate alcune opere come esempio di scultura d'ambiente su numerose riviste di architettura: "Maison et Jardin" (novembre 1973); "Casa Vogue" (dicembre 1978). Nel 1977 riceve la nomina ad Accademico di merito, e nel frattempo il suo lavoro si sposta sempre più verso l'osservazione della natura giungendo ad un personale lessico ispirato al tema del frammento, o "scaglia". Negli ultimi anni Pasticci ha trasferito gran parte del proprio lavoro nel nuovo studio di Casaglia fondando, nel 2005, l'associazione Casagliart inaugurata dalla mostra collettiva "In ordine sparso" cui prendono parte amici artisti, tra cui Umberto Raponi, Bruno Marcelloni, Graziano Marini, Angelo Cucciarelli. Nel 2006 il Comune di Perugia gli commissiona l'opera Grifo rampante su Ruota della Vita, che viene collocata sulla rotonda in zona Rimbocchi della città.

29a edizione di "SCULTORI A BRUFA, LA STRADA DEL VINO E DELL'ARTE":
promossa ed organizzata dalla Pro Loco di Brufa
in collaborazione con il Comune di Torgiano – Città del Vino;
con il sostegno e patrocinio della Regione Umbria
con il sostegno della Camera di Commercio di Perugia
sponsor: Megacolor Geniale – Ticchioni – MPM snc - Banca Popolare di Spoleto

La manifestazione fu ideata dalla Pro Loco di Brufa nel 1987: invitando uno scultore all'anno ad esporre i propri lavori per le strade che dominano i vigneti e le piazzette del borgo e acquisendo un'opera per ciascun artista, è arrivata alla 28a edizione con risultati entusiasmanti. Oramai, durante tutto l'anno, molti turisti e collezionisti arrivano a Brufa per visitare le sculture all'aperto in permanenza e per il mondo dell'arte l'iniziativa è un appuntamento consolidato.

In questo paesaggio sono state inserite le sculture degli artisti: Massimo Pierucci, Marcello Sforna, Mario Pizzoni, Agapito Miniucchi, Giuliano Giuman, Aurelio De Felice, Bruno Liberatore, Nino Caruso, Loreno Sguanci, Umberto Mastroianni, Mirta Carroli, Carlo Lorenzetti, Joaquín Roca-Rey, Nicola Carrino, Giuliano Giuliani, Gino Marotta, Eliseo Mattiacci, Mauro Staccioli, Valeriano Trubbiani, Pietro Cascella, Teodosio Magnoni, Federico Brook, Umberto Corsucci, Ettore Consolazione, Beverly Pepper, Federica Marangoni, Marco Mariucci, Tito Amodei. 

Brufa è un piccolo centro del Comune di Torgiano, sulle cui colline sono situati i vigneti della prestigiosa produzione enologica torgianese; domina la piana del Tevere e la pianura di Assisi fino a Foligno. Fa parte della dorsale Torgiano - Brufa - Miralduolo - Torgiano, dove si sviluppa "La Strada del Vino e dell'Arte".

"Scultori a Brufa"  è nell'ambito della 47a edizione di "BRUFA IN FESTA", che si tiene dal 21 al 30 Agosto 2015. IN CARTELLONE: intrattenimento musicale nelle tre "taverne" (taverna, tavernetta al Castello e Giardino del Vino), teatro e la terza edizione della "Maratona dell'Arte" (30 agosto 2015, percorso fra i vigneti).

Da segnalare tra le iniziative di "Brufa in Festa, la quarta edizione del GRAN CONCERTO VOCALE E STRUMENTALE con la partecipazione straordinaria di Frate Alessandro Brustenghi e il maestro del coro M° Alessandro Zucchetti che si è tenuto sempre venerdì 21 Agosto, dalle ore 21, presso il Sagrato della Chiesa di Sant'Ermete e il Parco delle Sculture.



STORIA DI BRUFA
II centro abitato di Brufa si trova in posizione strategica su un colle di circa 300 m slm fra la pianura del Tevere e la piana di Assisi. Nel territorio è attestata la presenza romana ed etrusca da numerosi rinvenimenti. Tra XII e XIII secolo l'intera area è interessata da un notevole riassetto urbanistico promosso dal comune di Perugia nell'ambito di un progetto di costituzione e consolidamento del proprio territorio, indirizzato alla difesa dei confini e all'incremento demografico; infatti proprio la costituzione dei centri di Torgiano e Brufa, ora citato come Castel Grifone, avvenuta nel 1274 e nel 1276 conferma questa volontà di fortificare il confine con il territorio di Assisi caratterizzato fino alla metà del Duecento solo dalla presenza di ville. Il territorio di Torgiano e in particolare Castel Grifone sono ricordati per un'importante battaglia combattuta nel 1367 fra le truppe del Papa Urbano V, guidate dal famoso capitano Giovanni Acuto (John Hawkwood), e le milizie del comune di Perugia guidate dall'Anichino; lo scontro fu fatale per Perugia che perse il dominio dell'Umbria.
Nel 1415, prigioniero in una torre del castello, Giovanni da Capestrano ebbe la visione di San Francesco che lo spinse sulla via della santità. La storia del castello di Brufa si lega, nella seconda metà del Milleseicento, a quella di Andrea Angelini Bontempi, musicista, architetto, pittore, letterato, uomo di grande cultura e di grande ingegnosità, che a Brufa aveva acquistato fabbricati e terreni; qui morì nel 1705 e fu sepolto nella chiesa dei S.S. Cosma e Damiano da lui stesso fatta edificare nel castello; la chiesina è andata distrutta e le spoglie sono state trasferite nella chiesa principale dedicata al patrono del paese S. Ermete che si trova all'esterno della cinta muraria. La chiesa è già menzionata nel 1568 quando il vescovo Della Corgna fa trasferire qui il fonte battesimale e venne edificata su un terreno di proprietà dei Cavalieri di Malta che ne conserverà il diritto di patronato fino al 1925. Accanto alla chiesa nel 1896 viene fatto erigere il campanile alto 25 metri.


NOTIZIE UTILI

Sede dell'opera permanente di Paolo Pasticci:
sul pozzo adiacente alla Piazza Mario Raspa

Sede mostra delle opere di Pasticci:
Sala polivalente "Ex Perla" 
(Via del Pozzetto, di fronte la sede della Pro Loco) - dal 21 al 30 Agosto 2015

Orario mostra: dalle 18 alle 24     Ingresso gratuito

Informazioni al pubblico:
Pro Loco di Brufa - Tel. 075 9889208 – www.scultoriabrufa.it
Comune di Torgiano - Tel. 075 988601 – www.comune.torgiano.pg.it

venerdì 21 agosto 2015

Art Masters 2015 - Sankt Moritz Festival dell' Arte

Da oggi venerdì fino a domenica festival d'arte e cultura a St. Moritz e in Engadina

NELL' ANNO DI EXPO 
OMAGGIO ALL'ITALIA


Colombo Clerici: "E' un motivo di orgoglio per noi italiani che abbiamo adottato questa località alpina tra le più belle e ospitali del mondo"



La Fondazione St. Moritz Art Masters ideata dal milanese Monty Shadow, come ogni anno, offre ad artisti contemporanei nazionali e internazionali la possibilità di essere ammirati dal pubblico attraverso un grande Festival d'arte e cultura. Per l'VIII edizione del 2015, dal 21 al 30 agosto, è l'Italia ad essere celebrata durante i dieci giorni di manifestazione. Non a caso, nell'anno di Expo, l'attenzione si pone proprio sul Bel Paese, in un momento cruciale per il suo rilancio economico e sociale.

Una serie di mostre, workshop, incontri e tanto altro offrono al visitatore un viaggio di scoperta sul ruolo fondamentale che l'Italia ha avuto nel corso del XX secolo nell'ambito culturale europeo e mondiale, soffermandosi in particolare sulla forte influenza che hanno esercitato artisti come Arnaldo Pomodoro, Lucio Fontana, Piero Manzoni, Giacomo Balla, Mimmo Rotella, Alberto Burri. Sculture di Pomodoro, Augusto Perez e Giacomo Manzù sono esposte nell'area pedonale di St. Moritz, che diventa un temporaneo museo a cielo aperto.

St. Moritz Art Masters 2015 è un'occasione unica per passare in rassegna il meglio della produzione italiana novecentesca dal punto di vista artistico, includendo anche la moda, il cinema e la fotografia. Ma è anche l'ideale luogo di incontro fra gli artisti emergenti, che hanno la possibilità di confrontarsi e di presentarsi in questa importante "vetrina d'arte".

"E' motivo di orgoglio per noi italiani che abbiamo adottato una delle più belle e ospitali località  del mondo -  afferma Achille Colombo Clerici presidente di Assoedilizia e dell'Istituto Europa Asia-Europasia – depositandovi il segno della milanesita', vedere così degnamente riconosciuta la nostra cultura. Punto di forza ineguagliabile del nostro Paese e ponte di amicizia e di conoscenza con altre culture d'Europa e del mondo".

Foto: Achille Colombo Clerici in piazza San Mauritius con a fianco una scultura di Arnaldo Pomodoro

Tra Agosto e Settembre, il progetto Europa-Asia di MOTUS esporta la cultura italiana a Singapore. Dal 23 Agosto al 13 Settembre la Compagnia MOTUS vola a Singapore per il progetto Europa-Asia.

Dal 23 Agosto al 13 Settembre la Compagnia MOTUS 
vola a Singapore per il progetto Europa-Asia

Tra Agosto e Settembre, il progetto Europa-Asia 
di  MOTUS esporta la cultura italiana a Singapore



Sorridono soddisfatti la coreografa e i danzatori di MOTUS in partenza per Singapore per il Progetto Europa-Asia 2015, che li vedrà impegnati per 3 settimane in attività artistiche, didattiche e di spettacolo prima con LASALLE College of the Arts e poi con l'Odyssey Dance Theatre L.t.d., partner storico del progetto.  

In effetti, c'è di che essere soddisfatti, visto che, da quest'anno, il progetto assume dimensioni ragguardevoli proprio grazie alle nuove collaborazioni instaurate con le maggiori istituzioni della capitale asiatica.  Infatti, dal 23 Agosto al 6 Settembre 2015, Simona Cieri, coadiuvata dalla giovane assistente della Compagnia, Martina Agricoli, ha ricevuto l'incarico di Docente presso LASALLE College of the Arts di Singapore e i suoi corsi sono stati inseriti tra quelli necessari al conseguimento del Diploma universitario per i danzatori che frequentano questa istituzione.

Oltre alle attività didattiche, alla coreografa Simona Cieri è stata assegnata una Residenza Artistica con l'obiettivo di creare una coreografia per la Compagnia di danza de LASALLE, che sarà inserita nel repertorio dell'ensemble per un paio di anni.

Successivamente, dal 7 al 13 Settembre, la Compagnia MOTUS sarà impegnata nella Residenza artistica stipulata con l'Odyssey Dance Theatre (presso il Drama Center e l'Aliwal Art Center) che si realizzerà attraverso spettacoli, performances, workshop coreografici e incontri col pubblico. Al Drama Center, grande teatro nel centro di Singapore, nell'ambito della Biennale di danza contemporanea "XpositionO", MOTUS presenterà "Dimmi che mi ami", lo spettacolo sulla precarietà delle relazioni amorose e sul femminicidio con musiche originali di Daniele Sepe, mentre al teatro dell'Aliwal Art Center, nell'ambito della terza edizione del Festival "Global Dance in Unison", la Compagnia presenterà più repliche del nuovissimo lavoro "Fragments" creato appositamente per il tour in Asia. 

Una novità importante del tour 2015 di MOTUS è rappresentata anche dalla partecipazione di alcuni giovani danzatori in formazione presso la Compagnia, che avranno l'opportunità di studiare con maestri e coreografi asiatici e di esibirsi in brevi performance davanti al pubblico di Singapore, come parte integrante del loro progetto formativo. 

Vale la pena ricordare che il Progetto Europa-Asia 2015 della compagnia MOTUS era iniziato a Siena nel Giugno scorso con il sostegno del Comune di Siena, coinvolgendo enti e associazioni culturali del territorio come l'Istituto Superiore di Studi Musicali "Rinaldo Franci", l'Associazione Culturale d'Arte Didee e la Casa Là Farm Gallery, in una settimana fitta di appuntamenti che è stata inserita tra le iniziative per Siena Capitale della Cultura 2015.

mercoledì 19 agosto 2015

Musei. Direttori stranieri o europei?

Roma, 19 Agosto 2015. Fa una certa impressione leggere i titoli dei maggiori quotidiani o sentire i telegiornali a proposito della nomina dei direttori di 20 musei. Stranieri, si legge e si ascolta. A nessuno e' venuto in mente di dire 7 europei o, meglio, 20 europei. Provincialismo italiota, che ci indurrebbe a riflettere sulla qualita' degli estensori delle notizie. Insomma, fare le cose in famiglia (italiana) e' meglio, anche se gli "stranieri" sono piu' bravi. Meglio fare le cose "in house", come si usa anche per altri servizi pubblici e non ha importanza se questa scelta comporta disservizi.
Al di la' della valutazione, della quale non abbiamo competenze per fare apprezzamenti o critiche, ci sembra che il metodo seguito sia quello giusto: un bando pubblico. Una rivoluzione!

Primo Mastrantoni, segretario Aduc



--
www.CorrieredelWeb.it

Palermo. Visita guidata: il Genio di Palermo tra arte e occultismo.


Nell'ambito della manifestazione "Un'Estate con SiciliAntica" si terrà Giovedì 20 Agosto 2015 alle ore 9,30 a Palermo la visita guidata: il Genio di Palermo tra arte e occultismo. L'appuntamento è a Piazza Pretoria. Dopo l'introduzione di Alfonso Lo Cascio della Presidenza regionale di SiciliAntica inizia la visita che sarà guidata da Fabrizio Giuffrè.

La passeggiata parte dal Genio di Palermo all'interno di Palazzo Pretorio detto "Palermu lu nicu" del XV secolo: gruppo scultoreo attribuibile al Gagini ai piedi dello scalone del palazzo e inoltre sulla facciata sempre di Palazzo Pretorio. Ci si sposta poi alla Chiesa di Casa Professa dove si potrà ammirare il Genio di Palermo del XVIII secolo: una pittura a fresco, da molti ritenuto di Vito d'Anna, nella parete destra della cappella di Santa Rosalia.

Poi a piazza Garraffo alla Vucciria con il Genio detto "Palermu lu grandi" del XV secolo, un gruppo scultoreo di Pietro de Bonitate, inoltre alla Fieravecchia con la scultura del XVII secolo: fontana coronata dalla statua del Genio nell'attuale piazza Rivoluzione, e infine il Genio di Palermo di villa Giulia (1778): fontana coronata dalla statua del Genio opera del Marabitti, all'intero del parco che già dall'impianto presenta numerosi simboli occulti che si riallacciano alla cultura massonica del tempo.

foto: Genio di Palermo

Call center:  Tel. 091.8112571 – 339.5921182. E-mail: unestateconsiciliantica@siciliantica.it. Facebook: Un'Estate Con SiciliAntica.

venerdì 14 agosto 2015

Un prezioso dipinto di Francesco Nasini da oggi di proprietà del Comune di Santa Fiora

La famiglia lo ha donato per sottolineare il rapporto profondo che li lega al paese amiatinoDatato 1667, l'olio su tela dell'artista amiatino è stato donato dalla famiglia. 
Sarà ospitato a Palazzo Sforza Cesarini nell'attesa di essere custodito nella Pinacoteca comunale

"Un legame profondo tra i Nasini e Santa Fiora che oggi viene sugellato da un regalo preziosissimo". Queste le parole del sindaco Federico Balocchi al momento della consegna al Comune di Santa Fiora del dipinto di Francesco Nasini, datato 1667, che la famiglia del celebre artista amiatino ha voluto donare alla comunità, oggi, venerdì 14 agosto, nel corso di una cerimonia pubblica avvenuta nel Palazzo Comunale.
Un grande olio su tela, delle dimensioni 155 per 240 centimetri, raffigurante Sant'Antonio da Padova nell'atto di ricevere il bambino dalla Madonna, in cui i personaggi sono ben leggibili nelle loro forme dolci ed eleganti. L'opera è ancora provvista della sua cornice originale in legno intagliato e sarà ospitata a Palazzo Sforza Cesarini, sede comunale, prima che di essere destinata in via definitiva alla Pinacoteca comunale che sarà realizzata a seguito del restauro del Palazzo Pretorio.
"Siamo orgogliosi e commossi di ricevere un simile dono – commenta Balocchi – custodito fino ad oggi dalla famiglia che, con questo gesto, dimostra quanto intimamente ami la nostra comunità. Possiamo affermare il dipinto di Francesco Nasini rimane, comunque, ospitato  nella stessa dimora che lo ha custodito finora: è solo un piccolo spostamento, da una stanza all'altra, ma sempre all'interno di questa accogliente casa che è Santa Fiora".
"La decisione di donare il quadro di Sant'Antonio al Comune Santa Fiora – spiega la famiglia Nasini - è stata motivata dal desiderio di permettere a tutti di ammirare e apprezzare questa opera che, oltre al suo pregio artistico, ha da sempre rappresentato per nostra famiglia un grande valore affettivo. Siamo convinti con ciò di aver anche interpretato la volontà dei nostri genitori Ottavio e Nanda che erano particolarmente affezionati a Santa Fiora e alla sua comunità".

Il quadro
Stralcio tratto dal libro di G. Nasini edito a Prato nel 1872
"Della vita e delle Opere del Cav. Giuseppe Nasini pittore del secolo XVII 
Nella stessa terra di Santa Fiora  nella casa dei fratelli Nasini trovasi un quadro grande in tela, di lodevole esecuzione, dov'è Maria Vergine in alto, e sopra a lei alcuni angeli che la incensano con i turiboli: in basso è S.Antonio da Padova col Gesù Bambino in collo, e davanti a lui un angelo che tiene stesa una pergamena, ove a carattere di stampa è scritto tutto il responsorio del Santo. In fondo a mano destra è scritto F.N.P. MDCLXVII

Stralcio perizia di Ciampolini
Il quadro è ben noto alla critica. Nel 1872 Giuseppe Nasini, ricordandolo nella "Terra di S.Fiora, nella casa dei fratelli Nasini", vi lesse la siglaF.N.P., accompagnata dalla data 1667, e da allora l'opera è sempre ricordata in tutti gli scritti dedicati al pittore. L'iscrizione con la sigla e la data non è oggi leggibile, per quanto in basso a destra siano avvertibili lacerti di una scritta, ma l'attribuzione a Francesco Nasini non solleva alcunh dubbio e neppure la datazione al 1667. La tela infatti è perfettamente omogenea agli affreschi di Santa Maria in Villa a Seggiano, del 1667, e si pone come un'importante testimonianza del pittore, che in quel lasso di tempo passa dal linguaggio un po' legnopso e carico di umori tardo manieristi del quinto e sesto decennio del Seicento a forme più fluide ispirate al cortonismo della pittura barocca.

L'artista: Francesco Nasini
Francesco, primogenito di Giacomo, nacque a Piancastagnaio probabilmente l'8 giugno 1611. Dopo una formazione svolta accanto al padre, nel 1640 eseguì i suoi primi lavori nel santuario della Madonna di S. Pietro a Piancastagnaio. Nello stesso anno datò e siglò gli affreschi nella chiesetta della Madonna delle Nevi a Santa Fiora. Tra il 1640 e il 1645 decorò con pitture murali e tele i locali del convento e della chiesa di S. Francesco ad Acquapendente, mentre al periodo compreso tra il 1647 e il 1664 si datano numerosi lavori che gli vengono attribuiti a Castel del Piano. Ad Abbadia San Salvatore, tra il 1650 e il 1660, decorò la chiesa della Madonna dei Remedi e, coadiuvato dal fratello Antonio Annibale, le pareti e le volte dell'abbazia di S. Salvatore. Stando alle opere che gli vengono attribuite a Siena, probabilmente lavorò in palazzo Pubblico, nel palazzo del Monte dei Paschi, in quello Chigi Saracini e nei Conservatori femminili riuniti. A lui pure si riferiscono la tela col Miracolo di s. Nicola nella chiesa dell'ex convento di S. Niccolò, gli affreschi nella chiesa di S. Girolamo e alcuni taccuini di disegni conservati presso la Biblioteca comunale degli Intronati. Morì a Castel del Piano il 27 gennaio 1695.

giovedì 13 agosto 2015

LE GALLERIE D’ITALIA DI INTESA SANPAOLO RESTERANNO APERTE ANCHE A FERRAGOSTO AL PREZZO SPECIALE DI 1 EURO


Le Gallerie d'Italia di Intesa Sanpaolo scelgono di rimanere aperte a Ferragosto e propongono un ingresso speciale ad 1 € per visitare la più importante mostra italiana dedicata alla Prima Guerra Mondiale:  La Grande Guerra. Arte Luoghi Propaganda curata da Fernando Mazzocca. 

La mostra propone  il racconto della fine di un’epoca attraverso l’incontro con grandi artisti italiani e capolavori mai visti, che hanno cambiato l’arte dell’Italia tra un secolo e l’altro. Un percorso per comprendere come la Grande Guerra debba considerarsi come il decisivo punto di svolta rispetto alla civiltà ottocentesca e, di fatto, la porta di ingresso del mondo a noi contemporaneo.

Si potrà entrare nei tre Musei di Intesa Sanpaolo a Milano in Piazza Scala, a Napoli a Palazzo Zevallos Stigliano e a Vicenza a Palazzo Leoni Montanari con un biglietto di solo 1€ sia sabato 15 che domenica 16 agosto.

La mostra chiuderà il prossimo 23 agosto dopo l'apertura avvenuta lo scorso 2 aprile. E' occasione per chi non ha ancora non ha visto i quasi 500 capolavori esposti nelle Gallerie d'Italia provenienti dalle collezioni di una sessantina di Musei pubblici italiani e stranieri e da una trentina di collezioni private. 

Il biglietto simbolico è  un invito a visitare i tre Poli Museali di Intesa Sanpaolo in tre bellissimi luoghi italiani, sia per chi è rimasto in città a Ferragosto, ma anche per gli stranieri che scelgono l'Italia come meta turistica e culturale per le proprie vacanze.

“Con questa nuova iniziativa - ha affermato il Direttore delle Gallerie d’Italia e Responsabile dei Beni Culturali di Intesa Sanpaolo, Michele Coppola - vogliamo testimoniare convintamente la volontà di Intesa Sanpaolo di rendere le Gallerie d’Italia un luogo sempre di più aperto a tutti e le nostre collezioni un bene davvero  fruibile. Visitare infine la mostra La Grande Guerra è un’occasione irripetibile per ammirare i quasi 500 capolavori d’arte di tanti artisti che vissero in prima persona l'esperienza della Prima Guerra Mondiale”



Gallerie d’Italia - Piazza Scala
Piazza della Scala, 6 - 20121 Milano
Numero verde 800.167619
info@gallerieditalia.com
www.gallerieditalia.com

Gallerie d’Italia – Palazzo Zevallos Stigliano
Via Toledo 185 - 80132 Napoli
Numero verde 800.454229
info@palazzozevallos.com
www.gallerieditalia.com

Gallerie d’Italia – Palazzo Leoni Montanari
contra’ Santa Corona 25 - 36100 Vicenza
Numero verde 800.578875
info@palazzomontanari.com
www.gallerieditalia.com

mercoledì 12 agosto 2015

inBORGO Performing Arts Festival 2015 _ II ed. / Compagnia Ondadurto Teatro >> dal 17 al 23 Agosto >> BORGO VELINO, RIETI


   
​dal 17 al 23 Agosto 2015

inBORGO
Performing Arts Festival 2015

BORGO VELINO, RIETI

Si svolgerà a BORGO VELINO, in provincia di Rieti, dal 17 al 23 Agosto, la seconda edizione del Festival inBORGO 2015, kermesse internazionale ideata e organizzata dalla Compagnia Ondadurto Teatro, nell'ambito del progetto europeo Contact Zones, nato con lo scopo di creare interazioni tra le arti performative, pubblico e spazi urbani e di cui Borgo Velino è la seconda tappa fondamentale. Il Festival sarà un vero e proprio connubio tra teatro urbano, teatro di narrazione, nuovo circo, performing arts e video art, dove arti classiche, documentari e spettacoli dalle grandi dimensioni, si uniranno per celebrare il confluire di differenti linguaggi espressivi ed arti performative.

Tra il 17 e il 22 agosto la programmazione di inBORGO 2015 interesserà anche i due comuni limitrofi Collerinaldo ed Antrodoco, dove personaggi surreali ed onirici coinvolgeranno gli avventori utilizzando la vecchia tecnica della chiamata al pubblico, per trascinarli nell'atmosfera del vicino festival. Passanti e cittadini saranno anche appassionati dai tanti workshop e laboratori che si avvieranno durante la settimana.

Gli spettacoli a Borgo Velino saranno inaugurati il 20 agosto dalla performance I Camerieri, del gruppo italiano Sbazzing Project e dallo spettacolo di teatro urbano dal titolo C'era una volta, a cura del gruppo di Ondadurto Teatro, una compagnia apprezzata nel mondo per la sua caratteristica di unire acrobazia, danza, videoproiezioni e incredibili macchine sceniche. La serata del 21 agosto sarà aperta dall'artista cileno di nuovo circo, Mistral Palo che passerà il testimone al teatro di narrazione di Ascanio Celestini in Odissea un racconto metropolitano, per la regia di Sergio Maifredi. Il 22 agosto trampolieri e percussionisti della compagnia tedesca Antagon animeranno il borgo fin dal tardo pomeriggio, fin quando avrà inizio lo spettacolo dal titolo Lassù le ali non hanno ruggine della compagnia italo olandese Theatre en Vol. Il 23 agosto sarà di scena il one man show dell'artista inglese Benjamin Delmas in Mr Bang, per concludersi con la musica e gli strumenti (voce, chitarra, tromba, sassofono e batteria), degli italiani Veeblefetzer, una formazione che rende il timbro della band decisamente riconoscibile ed originale...

PROGRAMMA DEL FESTIVAL

20 Agosto 2015
h. 21.00: I CAMERIERI - Progetto Europeo contact zones
di Sbazzing Project (IT), Performance
Quattro Camerieri, un Musicista di sala ed un Maitre, ed ovviamente vassoi con pietanze calde e torte pronte a saltare in aria. Questo è l'impianto scenico che i performers utilizzeranno per far vivere agli spettatori quindici minuti all'interno di un lussuosissimo ristorante italiano. Il linguaggio artistico che utilizza il gruppo è quello performativo, dove gli attori attraverso lazzi, sketch e giocoleria, trasformano il pubblico da spettatori a protagonisti della scena.

h. 22.30: C'ERA UNA VOLTA  
di Ondadurto Teatro (IT), Teatro Urbano
Una coproduzione internazionale tra Italia, Spagna e Germania.
C'era una volta è molto più di uno spettacolo su principesse ed eroi. L'immaginario fiabesco, cristallizzato in versioni edulcorate, si scompagina al punto che i confini tra Bene e Male diventano assai labili. C'era una volta, un'opera multimediale con grandi macchinari scenici in movimento, giochi d'acqua e contaminazioni tecnologiche, per un'esperienza suggestiva. Uno spettacolo che mescola le antiche tradizioni spogliandole della loro essenza zuccherina, in chiave noir e con un gusto agrodolce con il tipico stile della Rivista. Uno spettacolo che ha entusiasmato platee internazionali, affascinando pubblici di ogni età con incredibili momenti spettacolari che spaziano dal Phisical Theatre al Circo Contemporaneo.




21 Agosto 2015
h. 19.15 e h. 21.15: SWING - Progetto Europeo contact zones
di Mistral Palo (Cile), Nuovo Circo
La ricetta perfetta per uno spettacolo originale!
Ingredienti:
4 cavi tiranti, 1 palo di 5 m di altezza, 8 volontari che sostengono il palo, 1 artista acrobata al limite della pazzia. Aggiungere simpatia e acrobazie a volontà, mischiate tutto e potrete gustare il sapore di uno spettacolo che vi farà salire l'adrenalina lasciando in bocca un retrogusto di divertimento e suspense. Pronti a gustarlo?
Mauricio Villarroel, pronipote di immigranti italiani, è cresciuto in una tranquilla città del nord del Cile chiamata Iquique, nell'anno 2000 fonderà con il suo grande amico Francisco Rojas il Duo Tobarich, un duo acrobatico di grande successo specializzato nella disciplina dell'acro-balance, con il quale viaggerà per il mondo, in particolar modo in Italia, dove parteciperà ai più importanti festival di teatro e grandi eventi, arrivando addirittura a collaborare con il Cirque du Soleil.

h. 22.00: Odissea un racconto mediterraneo
di Teatro Pubblico Ligure con Ascanio Celestini (IT), Teatro di Narrazione
Regia di  Sergio Maifredi
Il nuovo spettacolo firmato da Sergio Maifredi per la produzione del Teatro Pubblico Ligure . "Da cinque anni lavoro  sul più grande libro di avventure della letteratura occidentale, l'Odissea, per riportarlo alla sua dimensione originaria di racconto orale, di lettura pubblica condivisa". Così è nato Odissea un racconto mediterraneo, uno spettacolo che attraversa il Mediterraneo con una cordata di cantori contemporanei, attori musicisti filosofi e scrittori chiamati dalla regia di Maifredi a salire sul palco. A Borgo Velino l'importante partecipazione di ASCANIO CELESTINI, grande interprete del canto XXII di Odissea,
E' il poema del viaggio che prevede un ritorno che dia senso al viaggio stesso.

22 agosto 2015
h. 19.00 PACTHAMAMA / DRUMS DANCE  Azioni perfromative di danza e musica
e            
h. 22.30 LICHTWESEN PARADE  Parata Urbana
di Antagon TheaterAKTion (Germania)
Trampolieri, percussionisti e danzatori, ci aiutano a far rallentare il tempo, a bloccarlo per darci la possibilità di respirare e prendere coscienza sulle nostre priorità. Corpo, percussioni e il suono della voce, per scandire una moderna danza rituale che ha il fine di riappropriarsi del culto dell'acqua come fonte di vita.
I virtuosi musicisti di antagontheaterAKTion dimostreranno le loro peculiarità e abilità, avvalendosi di un linguaggio corporeo, musicale e vocale, L'obiettivo di Antagon è liberare l'energia che scorre fra la scena e il pubblico con una relazione aperta, onesta e diretta che rimette al centro l'essere umano.

h. 21.30 - LASSU' LE ALI NON HANNO RUGGINE - Progetto Europeo contact zones
- VISITA GUIDATA AL MUSEO ROTELLA -
di THEATRE EN VOL (Italia / Olanda), Teatro urbano

"Siamo fatti della stessa sostanza di cui sono fatti i sogni! "...  e il sogno del Maestro Rotella è quello di volare.
Il Maestro Rotella non è un personaggio qualunque: altezzoso e umile, canaglia e gentleman, non può sopportare l'idea che il suo sogno finisca con l'avvento delle anonime scorciatoie fornite dalle compagnie aeree. Per lui non è solo un modo per andare velocemente da un posto ad un altro; il suo volo è di tutt'altro genere, fatto, appunto, della stessa sostanza dei sogni.
Il suo museo ospita improbabili macchine volanti, in cui le installazioni sono come goffi sogni incoerenti che tutti noi abbandoniamo sul ciglio della strada.
Rotella ha frugato in ogni discarica pubblica e, attratto da ogni forma bizzarra che gli ricordava la sua ossessione, è riuscito, come il suo più illustre ispiratore Leonardo da Vinci diceva, ad «impregnare ingranaggi freddi e meccanismi inerti con la forza spirituale che infonde loro la vita».
Uno spettacolo suggestivo andato in scena in importanti festival e location tra cui il Grand Palais di Parigi.

23 agosto 2015
h. 19.30 e h. 21.30 - MR BANG - Progetto Europeo contact zones
di BENJAMIN DELMAS (Regno Unito), One man show
Un clown metropolitano che cerca di far esplodere tutto e tutti, anche sé stesso!
Giocando sulla paura, e sulla tensione che questa crea nel pubblico, stupisce tutti, creando situazioni assurde inframmezzate da colpi di scena, giochi di fumo, esplosioni inattese e battute al vetriolo!
Il ritmo frenetico del personaggio un po' folle, un po' magico, un po' pirotecnico.

  
h. 22.15 - NO MAGIC NO BULLET - Progetto Europeo contact zones
di VEEBLEFETZER – IT - MUSICA
VEEBLEFETZER che presenta lo spettacolo "No Magic No Bullet" dove un gruppo 'sui generis' riesce a far coesistere echi di dub tra le baracche di Kingston e sprazzi di puro rock'n'roll, tra un funerale a New Orleans e un matrimonio gitano nelle campagne di Sarajevo...
Voce, chitarra, tromba, susafono e batteria, una formazione che rende il timbro della band decisamente riconoscibile e originale. Lo show estremamente coinvolgente viaggia sui binari di una montagna russa capace di muoversi tra intime salite ed esplosive discese.
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

All'interno dell'obiettivo europeo sull'AUDIENCE DEVELOPMENT, azioni del festival che rientrano nel progetto europeo CONTACT ZONES, saranno realizzate la VIDEO BOX e UNDER 25.
- VIDEO BOX: è uno strumento per una riflessione sulla vita nelle città e l'arte pubblica, dove al centro sarà posto il pubblico.
- UNDER 25: un gruppo di ragazzi e ragazze che seguirà tutti gli spettacoli e performance e attraverso Facebook, Twitter e un blog dedicato, racconteranno il loro punto di vista.

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

ONDADURTOTEATRO è partner e fondatore del progetto River // Cities, piattaforma Europea per lo sviluppo e la promozione di progetti culturali in Spazi Urbani, sostenuto da European Cultural Foundation

La direzione artistica di inBORGO, fa parte di C.Re.S.Co., un coordinamento nazionale della scena contemporanea costituito da festival, compagnie, operatori ed artisti dalle estetiche più diverse che lavorano insieme alla difesa della dignità lavorativa di chi opera in questo settore, al recupero di un ruolo riconosciuto per gli artisti del contemporaneo nel contesto sociale nazionale, alla crescita complessiva dei linguaggi della ricerca e dell'innovazione.

L'edizione inBORGO festival 2015 si inserisce all'interno di Contact Zones, progetto internazionale e multidisciplinare le cui tappe si sviluppano a Francoforte (DE), Borgo Velino (IT), Great Yarmut (UK), Roma (IT).
Un festival e un progetto che vedono coinvolti 3 Paesi dell'Unione Europea e artisti prvenienti da varie Nazioni.

Inserita nella programmazione delle OFFICINE CULTURALI 2014/2016, la manifestazione inBORGO 2015 è realizzata con il sostegno di REGIONE LAZIO e cofinanziata da CREATIVE EUROPE PROGRAMME 2014 – 2020.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI