Cerca nel blog

lunedì 18 aprile 2016

Aperto il Museo di moto più alto d'Europa

Ci sono delle vere e proprie chicche nel nuovo museo delle moto Top Mountain Motorcycle Museum di Hochgurgl

(Tirolo/Oetztal). Con l'apertura del museo di moto più alto d'Europa, la vallata tirolese dell'Oetztal ora ha un'attrazione per tutte le stagioni dell'anno. 

I nuovi spazi espositivi di moto e auto d'epoca si trovano ai piedi del Passo Rombo a quota 2.175 m e hanno una superficie di 3.000 m². 

All'interno si trovano oltre 190 moto d'epoca di diverse epoche e macchine sportive che hanno scritto la storia dell'automobilismo.

Grazie alla passione di Alban e Attila Scheiber è sorto questo nuovo gioiello lungo la strada alpina del Passo Rombo, che collega il Tirolo con l'Alto Adige. I due gemelli hanno creato questo edificio polifunzionale, denominato Top Mountain Cross Point, che accoglie la stazione di pedaggio del passo, un ristorante, una cabinovia e il museo delle moto. Nel mese di novembre 2015 sono stati inaugurati la nuova cabinovia Kirchenkarbahn  con cabine a 10 posti e il ristorante, che già è dedicato al tema della moto. 

Durante tutta la stagione invernale si è lavorato alla realizzazione del museo delle moto, inaugurato ad aprile 2016: durante la cerimonia d'inaugurazione era presente anche il mito Giacomo Agostini, detentore di 15 titoli mondiali e per questo considerato il più grande campione del motociclismo sportivo di tutti i tempi.

Una visita emozionale
„Una volta la moto serviva per correre, oggi per godere un viaggio emozionale" dice Attila Scheiber, appassionato collezionista di moto e macchine d'epoca insieme a suo fratello gemello. Il tutto ebbe inizio per pura passione, acquistando un pezzo alla volta in modo molto sporadico. Successivamente gli acquisti di mezzi è aumentato e la collezione è diventata una delle più importanti d'Austria. 

All'apertura del museo di moto più alto d'Europa troveremo 190 moto esposte, di 102 marche. „Ogni moto e ogni marca verranno descritti nei particolari", spiega Scheiber. Tra le chicche ci sono  una Brough Superior del 1939, appartenuta e guidata dal suo costruttore. Ci sono poi una Laurin & Klement degli anni 50 (diventata successivamente Skoda). E poi una Indian a due cilindri del 1912 oppure la MV Augusta appartenuta a Giacomo Agostini. 

L'esposizione di 3.000 m² porta il visitatore alla scoperta del mondo, il tutto suddiviso in base alle nazioni e alle marche. Tra le rarità anche modelli di A.J.S. BMW, DKW, Ducati, Harley-Davidson, Henderson, Honda, Indian, Matchless, Megola, Military, Motoguzzi, Münch, Norton, NSU, Sunbeam, Triumph, Vincent e Zündapp. Anche gli appassionati di macchine d'epoca trovano a Hochgurgl alcuni tesori rari, come una Ferrari Californian Spider, una Porsche Speedster, la Lotus 23 B oppure un'Alfa Romeo del 1936, che vinse la Mille Miglia.

Ci sarà una rotazione di molti pezzi esposti
In questo modo il museo sarà da visitare più volte, in quanto si troveranno sempre delle novità. Si punterà anche a esposizioni temporanee e a oggetti prestati al museo da altre collezioni. All'apertura assisteremo ad una mostra speciale dedicata a scooter e sydecar. Rimanendo in tema alpino, a breve verrà proposta una mostra speciale dedicata ai mezzi battipista storici e ai mezzi fuoristrada.

Un'architettura unica
Già la forma esterna promette qualcosa di veramente speciale. Le linee esterne si ritrovano nei locali interni. Sono stati utilizzati molti materiali naturali, come il legno. La realizzazione del progetto a cura dell'architetto Michael Broetz  sta già ottenendo molti apprezzamenti internazionali. Tra questi il premio „Best-Archilovers" del portale italiano di architettura.

Top Mountain Motorcycle Museum: alcuni dati
       Più di 190 moto d'epoca esposte – più di 100 anni di storia
       Pezzi rari come Harley-Davidson del 1914, Indian del 1912, Brough Superior 1939; la moto più vecchia: Laurin & Klement del 1905
       3.000 m² di spazi espositivi
       Il museo di moto più alto d'Europa (2.175 m)
       Orari d'apertura:  giornalmente dalle 9 alle 19.00 (fino al 24 aprile, poi si riapre con la stagione estiva dell'apertura del passo verso metà maggio 2016).
       Entrata: 10,- Euro a persona (agevolazioni per gruppi e possessori della Ötztal Card e Ötztal Premium Card)
       La prima esposizione speciale raggruppa 21 sydecars e 12 scooter
       Ristorante self service presso il Top Mountain Crosspoint  con specialità della cucina locale.
       Punto ricarica per macchine elettriche, ma anche bici e moto elettriche. www.crosspoint.tirol

Nessun commento:

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI