Cerca nel blog

mercoledì 29 maggio 2013

Corpo e crudelta', a cura di Franko B ::: ABA Macerata ::: 3 e 4 Giugno 2013 :::

CORPO E CRUDELTA'

immagini e politiche del corpo nella società e nell'arte contemporanea


a cura di Franko B

 

3 e 4 Giugno 2013
presso Accademia di Belle Arti, via Berardi 6, Macerata

 

 

 

ospiti / partecipanti invitati

Interverranno:



 

Ron Athey
leggendario artista americano, uno dei più importanti body artist del XXI secolo parlerà del suo lavoro negli ultimi 20 anni.
Le opere di Ron Athey hanno avuto come riferimento i testi di George Bataille, e l'impatto catastrofico del diffondersi dell'aids, negli anni '80 e '90.

 

Yesenia Trobbiani artista

Francesca Alfano Miglietti
 (FAM) critica e teorica dell'arte, docente all'Accademia di Brera, autrice di saggi e libri sul corpo nell'arte, curatrice di mostre e fondatrice della leggendaria rivista VIRUS MUTATION. 



 

Adrien Sina artista e antropologo, terrà una conferenza sul tema della crudeltà

 

Yann Marussichartista / performer, protagonista della performance art negli ultimi 10 anni, presenterà una sua performance nell' aula di scultura a -1 




 

Ivana Spinelli artista/ performer

 

 

Franko B 
Curatore dell'evento / dibattito  con:

Prof. Fabrizio Sibona, Accademia Albertina di Torino;

Prof. Giovanni Termini , Accademia di Macerata;

Prof. Ivana Spinelli, Accademia di Macerata;

Prof. Rossella Ghezzi , Accademia di Macerata;

Prof. Francesca Alfano Miglietti, Accademia di Brera
Adrien Sina, Parigi Prof. Sarah Wilson, Courtauld Institute of Art, (University of London).

Ron Athey USA .UK
Francesca Romana Nasce' - durational performance

Yann Marussich - durational performance

Yesenia Trobbiani - performance / evento

 

Grafica e concept del manifesto by Giovanni Termini (artista) 

 

 

 

Programma

Giorno 1- Lunedi, 3 giugno 2013
Ore 9:15  Auditorium Svoboda / Presentazione della due giorni di eventi a cura di Franko B, conProf. Paola Taddei, direttore Accademia di Macerata e Prof. Rossella Ghezzi, coordinatore eventi dell'Accademia
Ore 9:45Intervento Prof. Sarah Wilson dalla Courtauld Institute of Art, Londra

Coffee break 

Ore 11:00 Intervento Prof. Francesca Alfano Miglietti, Accademia di Brera, Milano 



Ore 12:15 Dibattito col pubblico sugli interventi della mattina, Aula di Scultura 




Ore 13:00 Performance dell'artista Yesenia Trobbiani, con il coinvolgimento dell'Auditorium Svoboda 



Ore 14:30 Intervento Prof. Fabrizio Sibona,  Accademia Albertina, Torino 

Ore 15:15 coffee break

Ore 15:30 Dibattito 

Ore 16:00 Performance "ad personam" dell'artista Francesca Romana Nasce', contestualmente alla performance si svolgerà una tavola rotonda sul tema "la politica del personale", con Rossella Ghezzi, Giovanni Termini, Fabrizio Sibona, Francesca Alfano Miglietti, Yesenia Trobbiani



Ore 18.30 Aperitivo con musica Roxy bar, via Garibaldi – Macerata




 

Giorno 2 -Martedì, 4 Giugno 2013


Ore 9:15 Intervento dell'artista Adrien Sina 
Ore 10:30 coffee break
Ore 11:00 Intervento dell'artista Ron Athey
Ore 12.30 Performance dell'artista Ivana Spinelli, Aula di Scultura 
ore 13:00 lunch break con pranzo conviviale per relatori e ospiti del workshop catering a cura di roxy bar, macerata 


Ore 14:30 Performance dell'artista Yan Marussich,Aula di Scultura
ore 17:30 chiusura del workshop.
Ore 18:00 Incontro { nudo di provincia } con la città, a cura di David Milozzi, saranno presenti gli artisti ospiti del workshop.




Tutti gli eventi del workshop verranno documentati; al pubblico presente sarà richiesto di lasciare i propri contatti per comunicazioni su eventi futuri.



Ripartono gli 'Aperitivi d'Arte' al Chiostro del Bramante con VARIeAZIONI




DART Chiostro del Bramante
presenta
VARI(e)AZIONI 2013

Rassegna di arti visive e performative, teatro, musica ed aperitivi d'arte
al Chiostro del Bramante


Riparte la stagione degli eventi serali al Chiostro del Bramante con gli appuntamenti settimanali di VARI(e)AZIONI, Rassegna di arti visive e performative, teatro, musica ed aperitivi d'arte, che dopo il successo della passata edizione torna a far parlare di sé grazie alla 'new generation' di artisti scelti a rappresentare l'altra faccia dell'arte contemporanea.

Incastonato nel cuore del centro storico di Roma il complesso del Chiostro del Bramante rinnova l'idea di aperitivo culturale con performance multidisciplinari di vario genere, accanto alle già affermante proposte museali, come l'attuale mostra BRUEGHEL. MERAVIGLIE DELL'ARTE FIAMMINGA.

VARIeAZIONI 2013, iniziativa volta alla promozione del talento attivo punta in particolare quest'anno a performance basate sulla ricerca e sull'esplorazione del suono, della parola, del movimento, dello stato d'animo, ma anche al confronto con l'attuale società contemporanea attraverso la condivisione mediatica istantanea e l'interazione con visitatori, passanti, e con il pubblico arrivato al Chiostro del Bramante per un 'happening' alternativo e spettacolare.

Una estate romana all'insegna degli 'Aperitivi d'Arte' che a partire dal 29 maggio renderanno ancor più suggestivo  il Chiostro del Bramante.
 
MERCOLEDI' 29 MAGGIO 2013
KUTSO in concerto
Aperitivo dalle 19.30 | Performance ore 20.30
| INGRESSO GRATUITO |

A dare il via a VARIeAZIONI 2013 ci pensano i KUTSO, band romana che per l'occasione presenterà in chiave acustica alcuni dei brani contenuti in 'DECADENDO (su un materasso sporco)', disco d'esordio uscito il 1° aprile, prodotto da 22mc (Metatron, 22R, Cosecomuni / Etichetta dei Velvet, che oltre a produrre musica propria hanno aperto le porte del loro studio producendo dischi di band con grandi potenzialità come KuTso, Viva Lion!, Astenia, etc..).

I KUTSO sono: Matteo Gabbianelli (voce), Donatello Giorgi (chitarra), Luca Amendola (basso) e Simone Bravi (batteria). Dopo aver aperto gli show di Bugo, Radici Nel Cemento, Nobraino, Bud Spencer Blues Explosion, Roberto Angelini, Pier Cortese e Mannarino ed aver vinto innumerevoli contest tra cui l'Heineken Jammin' Festival (2007), i kuTso pubblicano nell'estate 2011 il loro primo EP 'Aiutatemi', prodotto dall'etichetta 22R, contenente la traccia video con cui la band ha vinto il premio per la tecnica al M.E.I. 2010 ("Aiutatemi", appunto). Nell'ottobre 2011 vincono il concorso nazionale MARTELIVE e a novembre vincono il concorso Edison – Change The Music. Il primo febbraio 2013 aprono il concerto dei Linea 77 all'Orion di Ciampino (Roma).

CALENDARIO completo della Rassegnahttp://chiostrodelbramante.it/it/info/varieazioni_2013/

BAND | www.kutso.com
INFO | Chiostrodelbramante.it | facebook.com/ChiostroDelBramante
Comunicazione e Organizzazione/Ufficio Stampa | Annalisa Esposito, variazioni@chiostrodelbramante.it
TEL | 349 35 05 571




 

bannerinobrueghel

mercoledì 22 maggio 2013

Digital Pride festival internazionale di arti digitali. Bari fino al 24 maggio. Lecce dal 27 maggio al 2 giugno 2013


Digital Pride

Festival internazionale dedicato alle arti digitali

 

Bari > fino al 24 maggio 2013, Fortino di Sant'Antonio Abate

Lecce > dal 27 maggio al 2 giugno 2013, Manifatture Knos e Teatro Romano

Bari > 3 giugno 2013 Mediateca regionale Pugliese

È stata inaugurata oggi mercoledì 22 maggio presso il Fortino di Sant'Antonio a Bari la prima edizione di Digital Pride, festival internazionale dedicato alle arti digitali, promosso dalle associazioni Bad IdeasInSynch Lab, Maker Zone, Joyfull Family Records e Seven. La manifestazione è realizzata con il contributo dell'iniziativa Laboratori dal Basso, azione della Regione Puglia cofinanziata dalla UE attraverso il PO FSE 2007 – 2013. L'iniziativa, patrocinata da Assessorato al Mediterraneo Cultura e Turismo della Regione PugliaApulia Film Commission, Mediateca Regionale Pugliese, Comune di LecceManifatture KnosFondazione D'Ars Oscar Signorini onlus e Milano in digitale promuove iniziative legate alle nuove tecnologie grazie a un ricco programma di produzioni multimediali, lectures e progetti in grado di offrire un variegato panorama sulla ricerca audiovisiva contemporanea. Il festival, che si svolge a Bari fino a venerdì 24 maggio e a Lecce da lunedì 27 maggio a domenica 2 giugno, si configura come una fertile piattaforma di confronto per gli ambiti multidisciplinari, in cui si incrociano azioni performative, workshop e contest internazionali mirati alla valorizzazione dei giovani talenti.

Sede di Digital Pride a Bari è il Fortino di Sant'Antonio Abate. A Lecce invece la manifestazione si sposta presso le Manifatture Knos e il Teatro Romano, che accoglie i live di musica elettronica e pratiche legate ai live media. Evento unico nel suo genere, la manifestazione abbraccia le performance di artisti di fama internazionale come Luca AgnaniKanaka ProjectJem The MisfitsHermes MangialardoInsynch LabLaura Jones e Julien Sandre, ma intende dare visibilità anche alle nuove produzioni legate ai workshop e ai contest di videomapping, sound design, VJing, architectural mapping, interactive architectural surface e cartoon animation. Per questo motivo, il programma di Digital Pride sviluppa una timeline di ben due settimane, rompendo così la concezione stessa del festival che consuma la sua offerta culturale in pochi giorni.

Il nucleo centrale dell'iniziativa è la divulgazione delle forme più avanguardistiche di creatività legata alle nuove tecnologie in aggiunta all'intento di formare nuove professionalità in grado di poter gestire efficacemente gli strumenti quali videomapping, stampa 3D, Processing, Arduino e Pure Data, animazioni 3D, VJing e mapping interattivi su superfici architettoniche. I workshop e tutti i seminari saranno tenuti da professionisti del settore e dagli artisti in cartellone per il festival. Parallelamente ai workshop, Digital Pride lancia anche una call internazionale di videomapping, il cui vincitore, decretato da una giuria di esperti, porterà a casa un assegno del valore di 500 dollari. E ancora mostre, panel, live show arricchiscono la programmazione di questo festival, che intende promuovere una nuova sensibilità culturale non solo tra gli addetti ai lavori ma anche ad un pubblico più vasto di fruitori.

Atteso l'evento del primo giugno presso il Teatro Romano di Lecce, sul cui palco saliranno i migliori artisti provenienti dalla scena musicale elettronica internazionale come Laura Jones e il francese Julien Sandre. Inoltre produttori nazionali e pugliesi come Cristian Carpentieri e Simone Gatto, si alterneranno a visual performer del calibro di Kanaka Project, Luca Agnani, Insynch Lab, Jem The Misfits, Hermes Mangialardo, Gruppo Denso, Workshow, per dare vita ad uno spettacolo lungo una notte intera in cui musica e immagini in movimento saranno un tutt'uno con una scenografia mozzafiato.

 

Artisti: Luca Agnani, Julien Sandre, Laura Jones, Jem The Misfits, Kanaka Project, Cristian Carpentieri, Hermes Mangialardo, Gruppo WorkShow, Marco Pucci, Davide Ventura, Alessandro Fiorin Damiani/Gruppo Denso, Omar Eox, Andrea Carpentieri, Simone Gatto, Bicycle Beat, Transition Lab (Limo-Jako-Alfredo).


Bari > Fortino di Sant'Antonio Abate – lungomare Imperatore Augusto 
Lecce > Manifatture Knos – via Vecchia Frigole, 34 / Teatro Romano - via Arte della Cartapesta  (ingresso a pagamento)

Bari > Mediateca regionale Pugliese – via Zanardelli, 34

 

Info: www.digitalpride.it -  mail@digitalpride.it - tel: (+39) 392/1021718; 331/9698232




 


domenica 19 maggio 2013

Niba - De humana physiognomonia




      



presentano
Niba

con
De humana physiognomonia




testo e cura
Dario Ciferri
 
 
 L'inaugurazione è domenica 26 maggio alle 18.00 presso la Galleria Marconi
INGRESSO LIBERO
La mostra termina il 22 giugno

A partire dalle ore 18.00 di domenica 26 maggio 2013 la Galleria Marconi di Cupra Marittima e Marche Centro d'Arte, presentano De humana physiognomonia mostra personale di Niba che va a concludere gli appuntamenti della stagione 2012/2013.

De humana physiognomonia è a cura di Dario Ciferri, che è anche autore del testo critico, e potrà essere visitata fino sabato 22 giugno 2013, presso gli spazi della Galleria Marconi (c.so Vittorio Emanuele, 70 - Cupra Marittima).

La personale di Niba fa parte degli eventi che si affiancano all'Expo di arte contemporanea di Marche Centro d'Arte.

"Niba, attraverso la sua ricerca artistica, parla in maniera diretta al nostro cuore e al nostro intelletto. Le sue sculture riescono a conciliare al proprio interno le fiabe, le paure, la spensieratezza, la perdita dell'innocenza. Le sue opere descrivono il lato nascosto delle cose, quella che in fondo è la parte più vera e interessante. Eppure con De humana physiognomonia Niba sembra avere fatto un passo avanti verso una nuova sostanza espressiva, la sua scultura va a recuperare dalla tradizione postumanista e illuminista per generare una nuova forma antropomorfizzata e attuale.

In una wunderkammer contemporanea sono esposte delle nuove forme di Naturalia: un protomuseo con modelli perfetti di specie «umane» nuove o alternative. È un viaggio all'essenza stessa della natura umana, alle evoluzioni possibili ma irrealizzate, un percorso all'interno di un'anatomia diversa da quella sviluppata da noi discendenti dalle scimmie e dagli ominidi."

(Dario Ciferri)

"Ogni nuova stagione espositiva è come un nuovo inizio, un ripensare a quanto si è fatto per continuare a crescere sulle radici, si spera solide, che si sono messe. Quest'anno la Galleria Marconi ha compiuto 18 anni (ma la maturità è ancora lontana a venire). È un'occasione importante e il mio desiderio è di ringraziare quanti, magari solo per un attimo, un sorriso o una chiacchierata, si sono avvicinati all'attività della Galleria. Continuo a lavorare per l'arte, nonostante tutte le difficoltà, perché spero ancora che possa salvarci. Un abbraccio" (Franco Marconi)

On Sunday 26th May 2013, at 6 p.m.  Marconi Gallery of Cupra Marittima and Marche Centro d'Arte present De humana physiognomonia, sole exposition by Niba. This exhibition is the last appointment for the season 2012/2013.

De humana phyysiognomonia is cured by Dario Ciferri who is also the author of the critical text and can be visited till Saturday 22nd June 2013 at Marconi Gallery (c.so Vittorio Emanuele, 70 – Cupra Marittima).

Niba sole exposition is part of the events which join the contemporary art Expo of Marche Centro d'Arte.

"Niba speaks directly to our heart and to our intellect through her artistic research. Her sculpures are able to combine in-house fairy tales, fears, thoughtlessness, loss of innocence. Her works describe the hidden side of things, that is ultimately  the truest and most interesting aspect. Yet  with De humana physiognomonia Niba seems to have taken a step forward towards  a new expressive substance. Her sculpture takes from Posthumanist and Enlightenment tradition to generate a new anthropomorphized and current form.

In a contemporary wunderkammer new forms of Naturalia are.exposed: a protomuseum with perfect models of  new or alternative "human" species. It is a trip to the very essence of human nature, to the possible evolutions but unrealized,  a path within an anatomy different from that developed by us discended from apes and hominid." (Dario Ciferri)

"Each new exhibition season is like a new starting, a kind of thinking again about what has been done in order to go on growing on the roots,hopefully solid, that have been put. This year, Marconi Gallery is 18  years old, (but the maturity is still far to come), It's an important occasion and I wish to thank all those who , even if only for a moment, a chatting, a cigarette, have approached the work of the gallery. I go on working for art despite all the difficulties, because I still hope that it can save us.  A hug" (Franco Marconi)



scheda tecnica/technical card
 
curatore/curator by Dario Ciferri
testo critico/art critic by Dario Ciferri

traduzione di/translation by Patrizia Isidori
 
relazioni esterne e promozione delle attività/ external relationship and promotion of activities
 
fotografia/photography Stefano Capocasa
riprese video/video shooting Stefano Abbadini
allestimenti/preparation Marco Croci
 
webmaster

Partner


dal 26maggio al 22 giugno

from 26th may to 22th june

orario: lunedì-sabato dalle 16 alle 19.30
opening time: Mon-Sat 4 to 7.30 p.m.
 
info
Galleria Marconi di Franco Marconi
C.so Vittorio Emanuele, 70
63064 Cupra Marittima (AP)
tel 0735778703
 
e-mail galleriamarconi@vodafone.it
web http://www.siscom.it/marconi
blog http://galleriamarconicupra.blogspot.com/
Facebook http://www.facebook.com/galleriamarconi





Askosarte: SUP(p)ERTIME. Museo del Mare Marceddì – Terralba, 26 maggio 2013 dalle 10.00 alle 21.00

La mostra di arte contemporanea Suppertime, curata da Askosarte e ospitata dal Comune di Terralba nel contesto della 7 Rassegna gastronomica "Gustando Marceddì", si svolgerà nella giornata di domenica 26 maggio e vedrà coinvolti 11 artisti che attraverso i linguaggi dell'arte contemporanea si esprimeranno sul cibo e sulle sue complesse implicazioni.
Artisti presenti:
Cinzia Carrus, Sara Giglio, Michele Marrocu, Valeria Murgia, Tonino Mattu, Alessandro Melis, Iperplasticol, Gruppo Sinestetico, Progetto Askos (Chiara Schirru e Michele Mereu) Alexandra Sayed, Jole Serreli.
Testo di ALICE RIVAGLI 




SUP(p)ERTIME
a cura di Askosarte
Museo del Mare Marceddì – Terralba
26 maggio 2013 dalle 10.00 alle 21.00



A proposito di politica …. ci sarebbe qualcosa da mangiare?
(Totò)

Un recente studio dell'Ente Nazionale Protezione Animali afferma che le abitudini alimentari degli italiani sono innegabilmente cambiate rispetto al passato, soprattutto, riscontra un crescente numero di persone che alla carne preferisce il menù vegetariano o vegano.
In direzione opposta, e in assoluta controtendenza, assistiamo, questi giorni, alla pubblicazione del libro "Ricette proibite", in cui l'esperto di folklore e tradizioni gastronomiche Tebaldo Lorini, presenta cinquanta piatti, con tanto di illustrazioni a colori, che più che pietanze sembrano intrugli da stregoneria, invitando i commensali a scoprire in cucina «il gusto del proibito».
Stracotto d'asino, cigno con le arance, porcospino al sugo, zuppa di tartaruga, scoiattolo in umido, cicogna arrosto, volpe alla brace, spezzatino di tasso, gatto in umido e ragù di corvo, sono solo alcune delle ricette consigliate, «ricette gustose, impensabili, proibite, che cambiano in base alla cultura e alla nazionalità», afferma Lorini, «novità editoriale di pessimo gusto» controbatte l'Enpa «di cui nessuno sentiva il bisogno».
Ogni cultura, evidentemente, ha le sue regole, e la scelta del cibo è, di conseguenza, legata al paese in cui ci si trova, per cui l'elenco delle vivande eccentriche e ripugnanti per alcuni, o regolari e prelibate  per altri, potrebbe diventare, davvero, lungo. Basti pensare al consumo del  foie gras, che altro non è, se non il fegato malato di un uccello affetto da steatosi epatica, o del casu marzu in Sardegna, pecorino colonizzato dalle larve della mosca casearia, del lattume siciliano, ottenuto dallo sperma color crema del tonno, mangiato tagliato a fettine e condito, o del merdocchio, ossia gli escrementi della beccaccia, principale ingrediente del patè.
Nella civilissima Francia, troviamo, invece, il retto di maiale ripieno, in Spagna le rabo de toro al vino (i testicoli con cui si fa anche la cima alla genovese ed altre specialità italiche), in Lapponia il consommé di pene di cui  paga le spese il povero maschio di renna, in Scozia l'haggis, una sorta di mortadella ottenuta dalle budella, grasso e carne dell'ovino, di cui si utilizza lo stomaco come pentola di cottura, in  Islanda l'hákarl, carne di squalo putrefatta, e l'hrútspungur, testicoli di ariete tenuti a bagno nel siero di latte e poi compressi fino a modellare un'appetitosa torta.
E se la preferenza degli alimenti e le modalità del loro consumo, partecipando alla costruzione dell'identità personale, rivelano chi siamo e in cosa crediamo, definendo barriere ideologiche, etniche, politiche e sociali, non meno significativa è la scelta dei convitati con cui si decide di sedere per con-dividere il cibo: presenza che spesso salda l'unione tra chi vi partecipa, rafforzando l'aderenza ad un gruppo, ad un clan familiare o a una comunità religiosa. 
Comunque sia, un sincero invito a cena, porta sempre con sé l'idea di cibo che getta un "ponte" tra noi e gli altri, ed è con questo spirito che Askosarte invita un gruppo di creativi ad esprimersi sul tema, attraverso i diversi linguaggi dell'arte, alla ricerca della complessità  umana.

Alice Rivagli



Askosarte -3407201761 – askosarteahoo.it

domenica 5 maggio 2013

Julieta Aranda @ Villa Croce Genova


Francesco Pantaleone  arte Contemporanea ____________________________


Julieta Aranda

If a body meet a body



inaugurazione: giovedì 9 maggio, ore 18:00


9 maggio – 30 giugno 2013

anteprima stampa: giovedì 9 maggio ore 11.30-13.30

inaugurazione: giovedì 9 maggio ore 18


UFFICIO STAMPA

Genova Palazzo Ducale

Fondazione per la Cultura – Ufficio Stampa

telefono +39 010.5574012/4047/4826

ufficiostampa@palazzoducale.genova.it

staffmostre@comune.genova.it


Il Museo di Arte Contemporanea di Villa Croce presenta la mostra If a body meet a body di Julieta Aranda costituita

da opere create appositamente per la prima personale dell'artista in un museo italiano.

L'artista ha sviluppato l'intero percorso espositivo del primo piano nobile come una riflessione sulla trasformazione

della dicotomia fra lavoro manuale e lavoro intellettuale nel regime della new economy - epoca in cui la classica

contrapposizione fra colletti bianchi e tute blu sembra essere archiviata, le rispettive divise appese al muro -, sulla

scia delle teorie politiche secondo le quali il sistema economico attuale sarebbe fondato sulla produzione immateriale

e lo scambio di segni e perseguirebbe l'asservimento delle facoltà cognitive agli interessi del capitale (semiocapitalismo).

Ispirandosi ad alcune serie scultoree presenti in collezione (opere di Guido Galletti, Guido Micheletti e Savina Morra),

Aranda raduna una collettività eterogenea fatta di sole teste, una comunità potenzialmente pensante avulsa però

dal resto del proprio corpo e dalla corporeità tout court.

Testa e mano, corpo e pensiero, simboli del lavoro fisico e di quello cognitivo, orbitano in tutta la mostra come frammenti

ormai autonomi, indipendenti l'uno dall'altro, restituendoci l'immagine violenta di una individualità contemporanea

decapitata, smembrata e disarticolata nelle sue componenti essenziali.


MUSEO D'ARTE

CONTEMPORANEA

VILLA CROCE

Il titolo If a body meet a body, intenzionalmente scorretto, è una citazione letterale tratta da un passaggio significativo del

romanzo di JD Salinger, Il giovane Holden, in cui il protagonista, interrogandosi sul suo futuro, modifica inavvertitamente

la strofa di una poesia ottocentesca trasformando il verso "if a body meet a body" in "if a body catch a body" (da cui il

titolo originale del romanzo The Catcher in the Rye). Se il giovane Holden immagina che il suo destino sia quello di

afferrare i corpi "prima che cadano nel burrone", Julieta Aranda recupera l'importanza dell'incontro fra corpi, lasciando

intendere che da esso possano scaturire infinite possibilità.

I lavori di Julieta Aranda si strutturano come un'indagine aperta sull'idea di tempo e sulle costruzioni sociali che articolano

la nostra vita quotidiana. I suoi progetti spesso aspirano a riconfigurare i rapporti economici che regolano il mondo

dell'arte, offrendo agli artisti la possibilità di diventare agenti attivi e non soggetti passivi di un'economia post-capitalista.

Significativa è la sua collaborazione con Anton Vidokle con cui ha fondato e-flux, network internazionale di informazione

sull'arte contemporanea, e realizzato diversi progetti fra cui e-flux video rental, Time/Bank e PAWNSHOP.

Nata a Città del Messico (1975), vive fra Berlino e New York. Ha partecipato a numerose collettive tra cui: dOCUMENTA13,

2012; Gwangju Biennial, 2012; Biennale di Venezia, 2011; Performa a New York, 2011; Istanbul Biennial , 2011; Liverpool

Biennial, 2010; Moscow Biennale, 2007.



Museo d'Arte Contemporanea

di Villa Croce

via Jacopo Ruffini 3, 16128 Genova

t +39 010 580069/585772

staffmostre@comune.genova.it


main sponsors

sponsors media partner

Villa Croce inaugura un innovativo

modello di gestione pubblico-privato

grazie alla collaborazione tra il

Comune di Genova, Palazzo Ducale

Fondazione per la Cultura e un gruppo

di privati il cui supporto finanziario

permette la programmazione artistica




comunicato_JulietaAranda.pdf





Francesco Pantaleone arte Contemporanea

Via Vittorio Emanuele 303

(Palazzo Di Napoli - Quattro Canti)

90133, Palermo


+39 091 332482 / +39 393 4356108 mobile

http://www.fpac.it


La Galleria è aperta mar-ven 10:00-19:00;  Sab 10:00-18:00 / The Gallery is open Tues-Fri 10- 7pm;  Sat 10- 6pm




Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI