Cerca nel blog

lunedì 31 agosto 2009

Workshop con artisti cinesi ed apertura mostra percorsi interiori

                     

Percorsi interiori


4.9 - 11.10.2009

 

A cura di Maria Luisa Trevisan

allestimenti Tobia Ravà

 

PaRDeS – Laboratorio di Ricerca d'Arte Contemporanea

Via Miranese 42 - Mirano (VE)

 

Annalù, Franco Armieri, Huang Azhong, Ariela Böhm, Huguette Blèzés, Alessandro Cadamuro, Alessandro Cardinale, Anna Cassarino, Franco Cimitan, Leonardo Cimolin, Franco Corrocher, Franco Costalonga, Nadia Costantini, Paolo Del Giudice, Amedeo Fontana, Roberto Fontanella, Silvio Gagno, Franco Gazzarri, Cristina Gori, Enzo Guaricci, Zhang Guiming, Maura Israel, Abdhallah Khaled, Sirio Luginbühl, Mya Lurgo, Jiri Kolar, Yuan Kan, Ion Koman, Maria Pia Michielon, Maria Micozzi, Gianna Moise, Barbara Nahmad, Pain Azyme, Aldo Pallaro, Simone Pellegrini, Barbara Pelizzon, Tobia Ravà, Cloti Ricciardi, Maria Pia Fanna Roncoroni, Oreste Sabadin, Santorossi, Hana Silberstein, Sandy Skoglund, Buci Sopelsa, Francesco Stefanini, Marialuisa Tadei, Paolo Tommasini, Cesare Vignato, Valerio Vivian, Paola Volpato, Hu Weida, Zhou Zhi Wei, Huang Yuanqing, Stefano Zaratin

 

In occasione della visita allo spazio PaRdeS  di Mirano degli artisti cinesi Yuan Kan, Huang Azhong, Zhang Guiming, Huang Yuanqing, Hu Weida e di alcuni operatori della televisione di Shangai si apre il 4 settembre alle ore 18 la mostra Percorsi interiori, che propone un viaggio introspettivo attraverso le opere degli artisti cinesi e di alcuni artisti legati all'attività dell'associazione Concerto d'Arte Contemporanea.

Durante il viaggio in Italia la SMG Shangai Oriental Television realizza 16 puntate dal titolo Passion on Italy da trasmettere nel sud della Cina, inoltre sarà pubblicato un libro relativo alle puntate registrate in Italia, il tutto coordinato da Zhou Zhi Wei.

A Mirano gireranno la puntata dal titolo Codice Venezia in studio dell'artista Tobia Ravà con opere numeriche tra mistica e matematica e nello spazio espositivo di PaRDeS nel parco e nella barchessa, dove è allestita la mostra Percorsi introspettivi.

Gli  artisti cinesi saranno ospiti dell'associazione Culturale Concerto D'Arte Contemporanea presso PaRDeS dal 3 al 5 settembre per un workshop che si effettuerà il 4 settembre a partire dalle ore 18.

L'associazione culturale Concerto d'Arte Contemporanea aderisce alla Va edizione della Giornata del Contemporaneo promossa dall'AMACI il 3 ottobre, non solo aprendo lo spazio al pubblico per visite alla mostra e alle opere in permanenza, ma anche presentando alle ore 18 la pubblicazione dei 10 anni di attività di Concerto d'Arte Contemporanea, che sintetizza il percorso espositivo compiuto in questo decennio dall'associazione culturale che ha dato la possibilità ad oltre 400 artisti di esporre opere site specific in armonia con l'ambiente di ville, parchi, giardini storici, spazi pubblici e privati in Italia e all'estero. Contestualmente viene anche inaugurato il nuovo spazio della "barchessina", sala audio-video e bookshop. Si tratta di una adiacenza appena restaurata della villa che ai primi dell'Ottocento fu proprietà del banchiere veneziano Giorgio Daniele Heinzelmann, il quale a Mirano soggiornava insieme al figlio e alla nuora Paolina Edvige Blondel, sorella di Enrichetta, moglie di Alessandro Manzoni.

 

Entrata libera e visite guidate su prenotazione. Il 4 settembre workshop a partire dalle ore 18. Il 3 ottobre aperto dalle 10 alle 20 per la giornata del contemporaneo. Gli altri giorni su prenotazione per visite dalle 15 alle 19. Lunedì e martedì chiuso. PaRDeS – Laboratorio di Ricerca d'Arte Contemporanea, Via Miranese 42 - Mirano (VE), Concerto d'Arte contemporanea – Associazione culturale: www.concertoartecotemporanea.org; www.artepardes.org; www.tobiarava.com; via Miranese 42, 30035 Mirano (VE) tel./fax  041/5728366 cell. 349 1240891; e-mail: cartec@alice.it; marialuisa.trevisan@virgilio.it.




--
Maria Luisa <marialuisa.trevisan@virgilio.it>

domenica 30 agosto 2009

Terni. ARTI DISTRATTI 4-6 settembre 09


 "ARTI DISTRATTI" | 4-5-6 SETTEMBRE 2009 | ZONA DUOMO(c) | (...intersecando Via Cavour)

4-5-6 SETTEMBRE 2009
dalle 18 alle 24
ZONA DUOMO© | VICO DEL POZZO 33 | TERNI

PERCHE'? 
Per unire nel Centro Storico di Terni Quadri, Sculture & Happening de Lo Zoo di Simona® 

DOVE?
A ZONA DUOMO© | VICO DEL POZZO 33 | TERNI...un piccolissimo studio personale in una vecchia traversa di Via XI Febbraio che profumo ancora di antico, intersecando, indipendentemente, Via Cavour

CHE COSA? 
I nuovi quadri de Lo Zoo di Simona®
Le scarpe rosse che camminano nelle vie altrui

QUANDO?
4-5-6 Settembre 2009
dalle 18 alle 24

CHI?
ZONA DUOMO
Lo Zoo di Simona®


martedì 25 agosto 2009

CONCORSO FOTOGRAFICO PAZZAGLI



Parco d'Arte E.Pazzagli

 

CONCORSO DI FOTOGRAFIA

"Una fotografia dal Parco"

 

 

Il Parco d'Arte Contemporanea E. Pazzagli apre i cancelli al mondo della fotografia organizzando il secondo concorso atto a supportare progetti originali e di qualità.

 

Il tema

 

Il tema dell'iniziativa è "Una fotografia dal Parco": le immagini, realizzate dall'interno del Parco, potranno ritrarre il luogo stesso, un particolare, un'opera, ma anche l'ambiente circostante. Insomma è data piena libertà di scelta del tema fotografico purchè ripresso dall'interno del Parco.

 

 

Modalità di partecipazione e termini di consegna

 

La partecipazione è aperta a tutti i fotografi, professionisti ed amatoriali, senza limiti di età o di provenienza geografica; è richiesta l'adesione all'iniziativa "Amico del parco" al costo di 10 euro.

 

Le fotografie devono essere consegnate entro il 19 settembre. Si accetta solo una fotografia per partecipante.

Al momento della consegna, che deve essere effettuata presso la segreteria del Parco, ogni partecipante dovrà lasciare una busta chiusa con le sue generalità e il recapito. La busta chiusa verrà numerata per partecipare al concorso.

La fotografia deve essere in stampa fotografica di formato 20 x 30 cm circa. Sono ammesse tutte le tecniche fotografiche di ritocco e di stampa.

 

 

 

Selezione e pagamento

 

La selezione sarà effettuata da una giuria composta da artisti, fotografi, critici d'arte, registri.

In occasione della premiazione, che avverrà il 22 settembre 2009, ore 17:00, una scelta delle fotografie ritenute tra le più meritevoli saranno esposte all'interno del Parco.

Il primo premio è costituito da una scultura di Enzo Pazzagli, multiplo del Pegaso simbolo della Regione Toscana, al secondo e terzo classificato verrà assegnato un foulard rappresentante il Pegaso firmato dall'artista.

Il quarto e il quinto riceveranno una rosa grande in acciaio dorato firmata dall'artista, mentre dal sesto fino al decimo classificato il premio assegnato consisterà in una rosa firmata dall'artista.

In occasione della premiazione sarà offerto un drink.

Orario di apertura estivo:

 

dal Lunedì al Venerdì : 10:00 – 12:00; 16:00 – 19:00

Martedì solo su appuntamento.

Sabato e Domenica  16:00 – 19:00

 

Per raggiungere il Parco

Parco d'Arte Pazzagli

Via Sant'Andrea a Rovezzano 5 – 50136 Firenze

Tel. 055 691114 – 348 3300352         info@pazzagli.com         www.pazzagli.com

 

Dall'autostrada A1: uscire a Firenze sud, proseguire sul raccordo fino alla fine, al semaforo girare a destra nel Viale Generale della Chiesa, al secondo semaforo (Caserma di Rovezzano) prendere a destra e proseguire dritto fino alla fine della strada, siete arrivati!

Da Firenze Centro: prendere il Lungarno del Tempio, proseguire sempre dritto (direzione Compiobbi), oltreppassare l'imbocco al raccordo autostradale A1, al terzo semaforo (Caserma di Rovezzano) prendere a destra fino alla fine della strada, siete arrivati!

Dalla Stazione Ferroviaria: Il Parco è raggiungibile con la linea 14A dell'Ataf, fermata Aretina 11.

 

 

Buon Divertimento                                                           Gli amici del Parco    





Parco d'Arte E. Pazzagli

Courtesy Galleria Marconi


Courtesy Galleria Marconi

 

 

 

con

Marco Bernacchia, Roberto Cicchinè, Peter De Boer, Francesca Gentili,

Maicol e Mirco, Fabio Mantovani, Sabrina Muzi, Niba,

Marco Scozzaro, Rita Soccio, Rita Vitali Rosati

 

testi e cura

Dario Ciferri

 

Inaugurazione 30 Agosto alle ore 18.00

 

 

Domenica 30 agosto alle 18.00 a Monteprandone nelle sale di Palazzo Parissi si inaugura la collettiva di arte contemporanea Courtesy Galleria Marconi. La mostra, a cura di Dario Ciferri, è organizzata dal Comune di Monteprandone in collaborazione con l'Associazione Culturale Officina S. Giacomo C.A.V. e la Galleria Marconi di Cupra Marittima, e il coordinamento di Nazareno Luciani.

Marco Bernacchia, Roberto Cicchinè, Peter De Boer, Francesca Gentili, Maicol e Mirco, Fabio Mantovani, Sabrina Muzi, Niba, Marco Scozzaro, Rita Soccio e Rita Vitali Rosati sono gli artisti che espongono i propri lavori nello storico palazzo monteprandonese.

 

"Portare l'arte contemporanea in un palazzo storico di un borgo medievale immerso tra le colline, ma con un occhio aperto verso il mare Adriatico, è la possibilità offerta dall'organizzare una mostra a Monteprandone. La cittadina marchigiana da sempre è attenta all'arte contemporanea, anche grazie all'azione continua dell'Associazione Culturale Officina S. Giacomo C.A.V. e del suo coordinatore Nazareno Luciani. Palazzo Parissi è stato un esempio splendido di questo incontro.

'Courtesy Galleria Marconi' si pone in questa tradizione, ovvero portare a Palazzo Parissi l'arte contemporanea presentando uno spaccato dell'attività culturale della Galleria Marconi di Cupra Marittima, allestendo una collettiva con gli artisti che intorno ad essa ruotano, collaborando a farne crescere il progetto culturale. Una sfida interessante, proposta molte volte ma sempre affascinante, perché far convivere un edificio storico con opere contemporanee pone sempre la ricerca di un equilibrio. La collettiva è una nuova tappa di "Sfiorando l'orizzonte. Tra le suggestioni dell'arte e gli incanti del paesaggio", la rassegna di arte contemporanea che dal 2006 invita alla sosta e all'osservazione, a riflettere sulle possibilità di incontro di arte e paesaggio. […]

Courtesy Galleria Marconi è l'occasione per vedere le opere di alcuni degli artisti più interessanti del panorama nazionale, per gettare anche uno sguardo verso quello internazionale e per dare vita a collaborazioni che nascono da progetti di qualità in sintonia con la ricerca culturale della Galleria Marconi". (Dario Ciferri)

 

La mostra può essere visitata dal 30 agosto al 27 settembre dalle 17.00 alle 20.00

 

 

 

Scheda tecnica

 

Titolo: Courtesy Galleria Marconi

Curatore: Dario Ciferri

Artisti: Marco Bernacchia, Roberto Cicchinè, Peter De Boer, Francesca Gentili, Maicol e Mirco, Fabio Mantovani, Sabrina Muzi, Niba, Marco Scozzaro, Rita Soccio, Rita Vitali Rosati

Testo: Dario Ciferri

Dal 30 agosto al 27 settembre

Orario: tutti i giorni dalle 17.00 alle 20.00

 

Palazzo Parissi

Vicolo della Dama

Monteprandone (AP)

Tel 0735 62545

 

Info

 

Galleria Marconi

c.so Vittorio Emanuele, 70

Cupra Marittima (AP)

0735 778703

www.siscom.it/marconi - galmarconi@siscom.it



domenica 23 agosto 2009

SCULTORI A BRUFA, LA STRADA DEL VINO E DELL'ARTE



UMBERTO CORSUCCI

inaugura la 23a edizione di

SCULTORI A BRUFA, LA STRADA DEL VINO E DELL'ARTE 2009

 

25 Agosto – 6 Settembre

 

 

Promossa ed organizzata dalla Pro Loco di Brufa, dal Comune di Torgiano e dalla Provincia di Perugia, in collaborazione con la Regione Umbria, martedì 25 Agosto 2009 - alle 18.30, in Piazza Mancini del borgo medievale di Brufa (PG) si terrà la cerimonia d'inaugurazione dell'opera permanente " VITALITA' " dello scultore UMBERTO CORSUCCI, artista invitato in occasione della 23a edizione di "SCULTORI A BRUFA. LA STRADA DEL VINO E DELL'ARTE".

 

La scultura è un'opera in ceramica di metri 3,20 e rappresenta i quattro elementi dell'acqua, del fuoco, dell'aria e della terra; verrà collocata al centro di Piazza Mario Raspa.

 

Il Sindaco di Torgiano Marcello Nasini dichiara: "Con questo lavoro del Maestro Umberto Corsucci il nostro territorio si arricchisce di un'altra opera d'arte contemporanea che va ad aggiungersi a quelle che già ornano sia il centro che le campagne di Brufa.

La collina, in questo tratto di territorio, è ormai un gradevole connubio fra bellezze paesaggistiche ed opere di spiccato pregio artistico. Questi sono due aspetti che tutti noi abbiamo il dovere di difendere e di migliorare, poiché se è vero che nulla è immutabile, è altrettanto vero che dobbiamo guidare questi cambiamenti usando sia la ragione che il sentimento.

La ragione deve indicare la via dell'equilibrio fra l'ineluttabile tendenza dell'uomo a modificare l'ambiente secondo le proprie esigenze e la salvaguardia delle bellezze naturali e paesaggistiche.

Il sentimento deve tenerci ancorati alle nostre origini, alle radici della nostra tradizione, alla vocazione contadina dei nostri avi che dai campi, con fatica e sudore, traevano il loro sostentamento.

Le dolci colline e le valli verdeggianti conferiscono al paesaggio un aspetto toscaneggiante, quasi uno sfondo di un affresco del Vannucci. Le distese panoramiche che dalle colline di Brufa si aprono verso Assisi, Perugia, Todi e la pianura tiberina infondono un senso di tranquillità e il visitatore, attratto dalle opere di grandi artisti contemporanei, non può sottrarsi al suggestivo fascino esercitato da un paesaggio pieno di una armoniosa e quasi poetica perfezione".

 

Donatella Porzi, Assessore alle attività culturali della Provincia di Perugia, afferma:  "Il successo di questa manifestazione è legato alla volontà di mettere insieme elementi diversi del nostro ambiente, le nostre colline, i nostri paesaggi, i nostri prodotti e gli artisti, in questo caso la scultura. Il tutto fa sì che questo territorio ne venga esaltato e venga sottolineato il forte contatto che c'è tra l'ambiente e l'attività umana".

 

Il critico Franco Santi, presentando lo scultore in catalogo, scrive:"Il principio della coerenza nell'arte, che equivale ad un'assoluta fedeltà all'idea della vita, che è propria di ogni artista, come combinato in felice sintesi con una originale espressione estetica, si conferma che non è semplice scelta formale, ma processo in divenire e ricerca ossessiva della "verità".

E' nella ricerca della "verità" dunque, intesa come verifica della propria natura, della ragione dell'essere, e del bisogno di rivelare a sé e stessi prima che agli altri le ragioni dell'esistenza, che si concretizza la forma dell'arte.

Da un'idea della vita dunque, da un pensiero e dal bisogno di una ricerca continua, si sviluppa il seme che, germogliando nell'astratta visione delle forme del mondo che sono patrimonio genetico di ogni artista, e quindi nella sua coerenza di strumento e di pensiero, si realizza il sogno artistico che trova nel segno, nel colore e nella forma la sua compiutezza e consacra definitivamente la sua opera.

Corsucci traduce questa felice ossessione e questo bisogno della ricerca, attraverso un utilizzo sapiente e non casuale dell'antico lavoro artigianale, in un combinato di capacità e di intuizione, di mediatico impegno e di sublimazione, di concretezza, abilità e di forza morale".

 

Umberto Corsucci, nasce a Sassocorvaro (PS) nel 1951.Diplomatosi nel 1970 presso l'Istituto d'Arte di Pesaro (Sezione Ceramica), frequenta l'Accademia di Belle Arti prima a Roma, poi a Milano (Brera) dove nel 1974 consegue il Diploma di Scultura.

Vive e lavora in Montefiore Conca (RN), piccolo centro storico posto sulla collina della riviera romagnola, dove ha il suo atelier di scultura munito di fonderia artistica. Presso il suo studio si tengono corsi di scultura a livello internazionale.

Molte sue opere appartengono a collezioni private e pubbliche, italiane e straniere. Nel 1999 costituisce un'Associazione Culturale denominata "Montemaggiore Arte" con l'obiettivo di realizzare un Museo di sculture all'Aperto sulla collina del Monte  Maggiore. Negli anni successivi organizza il Concorso Internazionale di Scultura "La Giovane Scultura", ora giunto alla X Edizione, per selezionare le opere monumentali da realizzare e collocare nell'apposito percorso del museo all'aperto.

 

Oltre la scultura permanente, fino al 6 Settembre 2009, presso la Sala polivalente comunale a Brufa si può visitare una mostra con altre opere di Corsucci.

 

I SOSTENITORI DELLA 23A EDIZIONE SONO: Torgiano Città del Vino, Gesenu, Emme Enne Produce, Banca Popolare di Spoleto, Cassa di Risparmio di Foligno e Veva.

 

"Scultori a Brufa" è nell'ambito di "Brufa in Festa", che si tiene dal 25 Agosto al 6 Settembre 2009: in cartellone musica, ballo, teatro dialettale e stands gastronomici.

 

"Scultori a Brufa" fu ideata nel 1987 dalla comunità di Brufa che, invitando uno scultore all'anno ad esporre i propri lavori  per le strade che dominano i vigneti e le piazzette del borgo e acquisendo un'opera realizzata appositamente per il paese, è arrivata alla 23a edizione con grandi risultati. Oramai, durante tutto l'anno, molti turisti arrivano a Brufa per visitare le sculture all'aperto in permanenza e per il mondo dell'arte l'iniziativa è un appuntamento consolidato.

Brufa è un piccolo centro del Comune di Torgiano, sulle cui colline sono situati i vigneti della prestigiosa produzione enologica torgianese; domina la piana del Tevere e la pianura di Assisi fino a Foligno. Fa parte della dorsale Torgiano - Brufa - Miralduolo - Torgiano, dove si sviluppa "La Strada del Vino e dell'Arte".

 

In questo paesaggio sono state inserite grandi sculture di artisti contemporanei (Pierucci, Sforna, Pizzoni, Miniucchi, Giuman, De Felice, Liberatore, Caruso, Sguanci, Mastroianni, Carroli, Lorenzetti, Roca-Rey, Carrino, Giuliani, Marotta, Mattiacci, Staccioli, Trubbiani, Cascella, Magnoni, Brook),  volute dalla Pro Loco di Brufa, dal Comune di Torgiano e dalla Provincia di Perugia per creare dei punti di attrazione per lo sguardo.

 

 

NOTIZIE UTILI

 

Sede dell'installazione di Umberto Corsucci: Piazza Mario Raspa nel centro storico di Brufa

Sede della mostra di Umberto Corsucci: Sala polivalente comunale a Brufa

Durata: dal 25 Agosto al 6 Settembre 2009

Orario: tutti i giorni dalle 17 alle 24   ingresso gratuito

Informazioni al pubblico:

Pro Loco di Brufa, tel. 075 9889208

Comune di Torgiano, tel. 075 988601

Provincia di Perugia, tel. 075 3681 218-405-620

 

Ufficio Stampa e Relazioni Pubbliche:

Patrizia Cavalletti Comunicazione

Tel. 075 5990443    Cell. 348 3386855  patcav@tin.it

 

 



Galleria Marconi: Pan-demonium




 

   
  Gallery Exhibitions Calender: September 2009 -  July 2010
  
    
Paolo  Consorti, Beatitude 2, 2009
 
 
 
Upcoming Exhibition:   
 
 
Deborah  Johnson:
In A Star Orbit (CandyStations One, Two,  Threemix)
 
Guest Curator  Bricolagekitchen:
Pan-demonium
   
 
  September 3rd - October 10th,  2009
Opening: Thursday,  September 10th, 6-8pm
 
 
 
 


Previous Exhibition  Seasons:
 

September  2008 - July 2009   
http://www.artcurrents.org/gallery/gallery_0809.htm
   
 

 Holly Crawford, Ph.D.
artist, art historian,  behavioral scientist, economist
Email:
info@currentarts.org  AC Institute [Direct Chapel]
547 W. 27th St,  5th Floor
New York, NY 10001
5th Floor - #519-529 & North  Alcove
Gallery Hours:
Wed., Fri. & Sat.: 1-6pm,  Thurs.: 1-8pm

 All material presented herein is © 2004-2009 by Holly Crawford,  AC. AC is a nonprofit 501(c)(3) organization. Donations are tax  deductible to the extent allowable by  law.


 

galleriamarconi@vodafone.it






martedì 18 agosto 2009

Castellarte 2009: Domingo Muzietti e Robert Ferrazza




 

Castelli, 17 Agosto 2009

 



A "Castellarte" Domingo Muzietti e Robert Ferrazza


Un' altra intensa ed emozionante serata di musica jazz ha accompagnato l'undicesima serata della Rassegna di mezza estate "Castellarte" 2009.

Ad esibirsi in Piazza a Castelli altri due grandi protagonisti:

Domingo Muzietti, Chitarrista,compositore e autore, sin da piccolo profondamente innamorato della musica, intraprende lo studio di diversi strumenti, finché la sua passione trova il suo completamento nello studio della chitarra. Attratto dal fraseggio e dall'armonia jazz, si diploma in chitarra jazz presso l'European Musician Institute (E.M.I.) sotto la guida di Giuseppe Continenza, musicista e insegnante stimato dai grandi del jazz, specializzandosi in musica jazz e contemporanea: improvvisazione, tecnica, armonia e teoria, ritmica, chord melody, composizione, be bop playing, wide intervals, etc.

Tutto ciò gli da la possibilità di partecipare a Master Class di perfezionamento con i migliori musicisti sulla scena mondiale, tra i quali: Bireli Lagrene (J. Pastorius, J. Mclaughlin, M. Petrucciani), Joe Diorio (S. Getz, R. Ford, P. Metheny), Scott Henderson (C. Corea, J. Zawinul), Tuck Andress (Tuck & Patty), Gene Bertoncini (W. Shorter, E. Fitzgerald), Paul Bollenback (J. De Francesco, A. Sandoval, Grammy Award '98), John Stowell (R. Towner, H. Ellis), Jeff Richman (Manhattan Transfer), Jamie Findlay (R. Ford, R. Ferrante), Jack Wilkins (Ray Charles, Sarah Vaughan, B. Rich), Steve Trovato (A. Lee), Gary Willis (A. Holdsworth, W. Shorter, Tribal Tech), Roy Patterson (R. Patterson Quartet), Dave Friesen (D. Gillespie, G. Benson, J. Coltrane), Royce Campbell (P. Martino, H. Mancini), Vic Juris (D. Liebman, B. Lagrene), Dominique Di Piazza (J. Mclaughlin, D. Chambers), Jimmy Bruno (Buddy Rich, Frank Sinatra), etc.

Nel corso di suddette Master Class ha potuto suonare in duo con gran parte degli artisti sopra menzionati, ricevendo consensi favorevoli sotto il profilo artistico e didattico.

Con diverse formazioni, dal '94, si esibisce in svariati contesti in tutto il centro Italia, acquisendo esperienza in tutti i generi (Blues, Acid-Jazz, Bossa Nova, Funky, Jazz) e ricevendo conferme in molte manifestazioni nazionali. Nel ruolo di chitarrista, compositore e arrangiatore ha maturato una certa preparazione anche in studio di registrazione.

Da alcuni anni collabora con alcuni musicisti del panorama jazzistico italiano ed ha fondato un quartetto con il quale si esibisce con proprie composizioni e standards.

Sotto il profilo della didattica ha avuto varie esperienze, sia privatamente che attraverso enti pubblici e dal '99 è docente di chitarra jazz e moderna presso l'E.M.I. di Pescara, una tra le più avanzate scuole d' Europa che vanta la collaborazione di artisti di fama internazionale.

Al suo fianco un Chiatarrista affermato Statunitense Robert Ferrazza che non ha bisogno di presentazioni, visto che si è esibito nel corso della sua carriera con nomi noti del jazz mondiale

Grazie ancora una volta a questa manifestazione "Castellarte" che ci da la possibilità di conoscere e apprezzare tanti talenti che hanno scalato il successo.

Fonte: Rosario Di Blasio

www.castellarte.com
info@castellarte.com
389.0950001/2 



venerdì 7 agosto 2009

Arteonline Meio a Meio: convite para vernissage





Convidamos para a abertura da mostra

MEIO A MEIO - ARTE EM EXPOSIÇÃO

Um divertido desafio artístico.
Uma bela variedade trabalhos e técnicas criados por:
Angela Cestari, Chris Seabra, Dyandreia Valverde,Flávio Rodrigues,Marcos Oliva,Mauro Soares,Nidia Vianna,Paolo Vitale,Paula França, Regina Viana, Zoro.

Pintura, fotografia, arte digital,assemblage, fusing.

Vernissage - 11/08/2009 ás 19 horas

Cambridge Arthouse -
Rua Alvaro de Carvalho, 35
Centro - São Paulo
http://www.cambridgearthouse.webs.com

--
Postato da arteonline su Nuovo CorrieredelWeb

GIANNI OTTAVIANI ARCHEOPATIE II - Complesso del Vittoriano




GIANNI OTTAVIANI
ARCHEOPATIE II

Complesso del Vittoriano
ROMA

10 - 23 settembre 2009

Patrocinio
Regione Lazio e  Provincia di Roma

Mostra personale


Inaugurazione: Giovedì 10 settembre ore 18

Orario di visita:
             lunedì - giovedì       9:30 - 18:30
   venerdì, sabato e domenica    9:30 - 19:30

l'esposizione è realizzata grazie alla collaborazione di  Comunicare Organizzando

Catalogo
Editoriale Giorgo Mondadori


La mostra "Archeopatie II" celebra il 50° anno di attività dell'artista Gianni Ottaviani, di origini picene ma milanese di adozione. L'esposizione museale rappresenta l'evoluzione capitolina della prima personale dell'autore, "Archeopatie", svoltasi presso il Museo Archeologico di Milano dal 5 ottobre 1995 al 2 ottobre 1996 già patrocinata dal Comune di Milano.
In tale occasione il Complesso del Vittoriano ospiterà un nucleo di 66 opere, tra cui diversi polittici, nel quale confluisce la seconda fase della sua ricerca artistica, iniziata negli anni Ottanta, che fonda le sue radici nello "scavare nella memoria, documentare, ricostruire e riappropriarsi", come dichiarato nella prefazione del catalogo ufficiale pubblicato dalla Editoriale Giorgio Mondadori.
Le opere di Ottaviani sono da interpretare come specifiche annotazioni della memoria, preziosi frammenti di un vissuto celati nell'inconscio, reperti di una storia umana che assurge ad un'archeologia dell'io. Freud l'avrebbe definita "Archeologia dell'anima".
L'ipotesi di una ricostruzione è tuttavia da escludersi, considerando che l'artista tende a mettere in evidenza la dispersione degli elementi nonché l'impossibilità di un recupero mnemonico integrale. In tal senso le lacune costituiscono lo specchio della fragilità del contemporaneo e il modus operandi di Ottaviani corrisponde ad un "processo di stratificazione archeologica" tra i "relitti del naufragio del passato", come attesta Ermanno Arslan, Archeologo ed ex Sovrintendente ai Beni Artistici del Comune di Milano.
In mostra figurerà anche una monumentale opera di dimensioni pari a 7x1,50 metri, realizzata nel biennio 2005-2006 e dedicata all'immagine del Cavallo, metafora di continuità e mezzo indispensabile per lo sviluppo dell'umanità. Essa è composta da 17 pannelli e 150 formelle, su cui l'artista ha raffigurato vari cavalli così come sono stati rappresentati dalla preistoria ad oggi nei campi più disparati mediante una ricerca simile a quella archeologica.
Il soggetto del cavallo  rappresenta una costante nel percorso creativo di Ottaviani, ispirata da un detto islandese: "Un uomo da solo è un mezzo uomo, un uomo con un cavallo è un uomo e mezzo". Il giorno dell'inaugurazione il Circolo Ippico Il 13 Rosso di Rignano Flaminio, in simbiosi con l'opera dell'artista ha  intenzione di effettuare un suo particolare omaggio al Cavallo con un intervento all'esterno del Vittoriano in Costume e a Cavallo qualora le autorità preposte ne concedano il necessario permesso.
Gianni Ottaviani nel 2005 su incarico della Direzione del Ministero della Cultura della Turchia ha sovrinteso all'organizzazione della Biennale Internazionale d'Arte di Ankara della quale è stato anche  Presidente della Giuria.

Con preghiera di pubblicazione e diffusione.


Presso: Complesso del Vittoriano, Sala Zanardelli
Ingresso da Piazza Ara Coeli, Roma

Info:
Gianni Ottaviani
 T 06.40090471
mail@gianniottaviani.net

Ufficio Stampa:
Sabrina Falzone
Critico e Storico dell'Arte
info@sabrinafalzone.info

Catalogo:
Editoriale Giorgio Mondadori


martedì 4 agosto 2009

Arte. Palermo, Palazzo Riso: oltre 2.500 visitatori

 
ARTE: PALERMO, OLTRE 2.500 VISITATORI A PALAZZO RISO
 
PALERMO, 4 AGO - Sono stati oltre 2.500 i visitatori che, in un paio di settimane dall'inaugurazione, hanno affollato le sale del Museo Riso dove e' possibile ammirare, per la prima volta, le opere della sua collezione con la mostra ''Passaggi in Sicilia. La collezione di Riso ed oltre'', a cura di Paolo Falcone e Valentina Bruschi.
La mostra e' la prima dedicata alla collezione di Riso, il primo museo d'arte contemporanea della Sicilia, e vede, accanto ai maestri siciliani, importanti presenze internazionali con opere che si legano in modo organico ed inscindibile al territorio e ne determinano una forte identita', tale da rendere la collezione stessa ed il museo, nella loro specificita', unici nel panorama internazionale. La mostra rimarra' aperta tutto il mese di agosto e fino al 4 ottobre. Da martedi' a domenica l'ingresso e' fino alle ore 20, mentre giovedi' e venerdi' e' possibile ammirare le oltre 60 opere in mostra fino alle 22. La caffetteria di Palazzo Riso rimane aperta negli stessi orari del museo. In mostra, tra gli altri, opere di Marina Abramovic, Carla Accardi, Vanessa Beecroft, Christian Boltanski, Maurizio Cattelan, Tony Cragg, Emilio Isgro' e Jannis Kounellis.


--
Angela Abbate
Ufficio Stampa
Feedback - Strategie per comunicare
via Libertà, 103
90143 Palermo (Italy)
tel.\fax. +39 091 6263080 int. 24
mob. +39 335 7406260
angela.abbate@feedback.it

lunedì 3 agosto 2009

Personale di Carlo Pasini "La traccia dei sogni" Valente Artecontemporanea

    Carlo Pasini – La traccia dei sogni 

    Titolo: Carlo Pasini – La traccia dei sogni

    Periodo: 09 Agosto – 27 Settembre 2009

    Inaugurazione: domenica 09 Agosto – ore 11.00

    Catalogo: Brochure in Galleria

    Sede: VALENTE Artecontemporanea – Via Barrili 12 – 17024 Finale Ligure Savona

    Tel.: 019...

    Fax: 019 693343

    Orari: 9.30 – 13.00 / 15.30 – 19.00 festivi incluso 
     
     
     

Il linguaggio dell'artista pavese che si presenta al pubblico con una serie di lavori innovativi dove alcune celebri  icone dell'arte moderna e contemporanea diventano occasione per riflettere sul significato stesso dell'immagine e del suo immaginario, in un processo metamorfico che costringe la pittura a nuove verifiche.

Se in Andy Warhol domina il concetto di serialità, nel caso di Pasini prevale lo spiazzamento inteso come traccia per evidenziare le differenze pur nell'ambito di una riconoscibilità apparente dell'immagine.

Le opere dell'artista giocano a rimpiattino con la nostra memoria in una continua tensione tra ciò che osserviamo e ciò che immaginiamo, sviluppando una percezione di carattere mentale. 
 

Le opere sono realizzate con acrilici, smalti e puntine da disegno.

Queste ultime rappresentano infiniti tasselli che, a seconda della maggiore o minore vicinanza l'una all'altra, sviluppano tracciati imprevedibili lungo la superficie.

Per ciascuna realizzazione Pasini utilizza, in base alle misure, dalle 15 alle 30 mila puntine  da disegno riconquistando la consapevolezza di un gesto meccanico in un continuo calembour visivo, dove l'immagine appare o scompare a seconda della posizione dell'osservatore.

Accanto alle Marilyn o ai ritratti di Mao ispirati a Warhol, non mancano le Ninfee  con espliciti riferimenti a Claude Monet o la Dance ispirata a Henri Matisse   in una produzione che scompagina le icone della storia dell'arte passando attraverso Pino Pascali e naturalmente Aldo Mondino,  l'artista torinese di cui Pasini è stato assistente negli ultimi cinque anni.

Queste libere e giocose citazioni si intercalano con la serie delle Pelli di serpente dove Pasini  crea immagini mutanti che tendono verso l'astrazione. 
 

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI