Cerca nel blog

martedì 19 gennaio 2010

Progetto Arte Fiera Bologna 2010




Via Emilia San Pietro, 21
42100 Reggio Emilia
Tel. 0522 580143 Fax 0522 496582
ClubART
ClubART


Anche per l'edizione 2010 di Arte Fiera Bologna, la Galleria d'Arte 2000 & NOVECENTO proporrà un progetto espositivo ad hoc che prevede il confronto tra due straordinari artisti di generazioni diverse: Fausto Melotti e Marco Gastini.
Fausto Melotti con un'inedita collezione composta da 21 farfalle, in ceramica colorata a pennellate ritmicamente informali (datate 1950 circa) e Marco Gastini con alcuni lavori in cui sono presenti parti in ardesia ed alluminio, con interventi cromatici di ossidi.
Per Melotti la "farfalla" è evidentemente simbolo di leggerezza, metamorfosi, resurrezione, anima liberata dall'involucro carnale, i lavori di Gastini esaltano invece un segno liquido e guizzante, antiprospettico, che allude ad un "materialismo lirico", così come sono liriche, e perfettamente frontali, le sculture di Melotti.
In entrambi gli artisti il colore è importante e varia tra i blu di acque e cielo e delle loro infinite metafisiche evocazioni, oppure sui toni terrosi e solari, ricchi di humus primitivi e portatori di vita.
Il fine ultimo è quello di verificare tangenze e assonanze sensibili tra i due. Sia Melotti che Gastini evocano l'idea di un "volo" positivo, che può esprimere sia un desiderio sessuale che uno spirituale, la ricerca della bellezza terrena come di quella divina, che non sono mai antitetiche.

Per avere immagini in alta definizione contattare:

CSArt
Via S. Pietro Martire, 16/A - 42121 Reggio Emilia
Tel/Fax: 0522 1970864
E-mail: info@csart.it

Erika Rossi
Via Emilia S. Pietro, 21 - 42121 Reggio Emilia
Tel: 0522 580143
E-mail: erika_rossi@tin.it




ClubART

Il nostro sito-web »
Opere scelte in galleria »
Visita il sito dell' ANGAMC »



ClubART
Comunicato Stampa »
Volo di farfalle »
Melotti, Farfalla »
Gastini, Sospeso »
ClubART

ClubART
ClubART
ClubART


domenica 17 gennaio 2010

p.r.o.g.arch_design Miscelanze#3 dal 23 gennaio al 26 febbra


p.r.o.g.arch_design presenta Miscelanze#3

Brancaleone p.r.o.g.arch_design

dal 23 gennaio al 26 febbraio 2010

Il viaggio itinerante di Miscelanze, rassegna di arte ideata e realizzata dal gruppo p.r.o.g.arch_design, giunge al terzo appuntamento.

Il 23 gennaio 2010 dalle ore 22.00 presso il Brancaleone sarà inaugurato l'evento artistico "Brancaleone p.r.o.g.arch_design" che vede la stretta collaborazione tra lo storico club romano e il team di 4 architetti.

p.r.o.g.arch_design è un gruppo di 4 donne architetto, Emilia Parente, Barbara Renzi, Floriana Orlandino e Gisella Giudice, che dal 2008 hanno deciso di unire la loro creatività e professionalità per intraprendere un percorso comune spaziando dalla progettazione al restauro, dalla ristrutturazione al design, dall'exhibition design alla scenografia, dalla grafica all'allestimento e organizzazione eventi artistici e culturali.

La loro mission è diffondere energicamente il p.r.o.g. style fatto di colore, movimento, fusione, curiosità e tanto divertimento!

Anche in questa occasione p.r.o.g.arch_design firma un ambiente del club proponendo un progetto che modifica la percezione dello spazio in cui si sviluppa rivisitandone la forma.

L'installazione fluttuante e dalle forme organiche che sembra piovere dal soffitto, ambisce a mettere in crisi la rigidità dello spazio originario con forte impatto emotivo.

L'evento ospiterà gli scatti della fotografa berlinese Angelina Chávez, le opere dell'artista romano JBrock e il progetto del video maker Luca Manes.

Angelina Chávez (fotografa)

OBSTACLES

Il titolo tedesco di questo lavoro è "Sperren" che in italiano si potrebbe tradurre con "ostacoli".

Sono i "suoi ostacoli" che in queste immagini rende visibili. Ostacoli intesi come paura, insicurezza, timidezza. Nel suo lavoro cerca di trasmettere ciò che prova fotografandosi in posti che rappresentano e sottolineano queste sensazioni.

La mostra sarà allestita dal gruppo p.r.o.g.arch_design con la selezione musicale di Closer e Frankie Insulina dj-set.

JBrock (pittore)

LA VERITA' E' SCRITTA SUI MURI

Le sue opere raccontano di bambini che scrivono verità sui muri affiancati da adulti "mostri" stupiti ed increduli davanti alla semplicità del messaggio, semplicità nella quale non si riconoscono più.

Luca Manes (video maker)

2160°

2160° è un video che ritrae nell'arco di 24h ciò che accade nella piazza principale di Taormina.

I personaggi sono immobilizzati in scatti fotografici, eppure sembrano muoversi accompagnati dai suoni dei loro movimenti, dei loro discorsi.

L'autore interviene in maniera preponderante nella forma con cui la realtà viene restituita allo spettatore, permettendo ad una situazione realistica di trasformarsi in una situazione straniante, ai personaggi di moltiplicarsi, allo spettatore di entrare in una dimensione diversa di osservazione del luogo, delle persone, del trascorrere di una giornata.

INFO

vernissage: 23 gennaio 2010 ore 22.00 – free entry solo se in lista - inviare nome a lista.prog@gmail.com

location: Brancaleone, Via Levanna, 13_Roma

orario: dal 23 gennaio al 26 febbraio 2010, dal giovedì al sabato, dalle 23.00

ufficio stampa: Jessica Orlandino

curatori: p.r.o.g.arch_design

artisti: Angelina Chávez, JBrock, Luca Manes, Umberto Profazio e Francesco de Dominicis.

Per informazioni:

Jessica Orlandino

Comunicazione & Ufficio Stampa

p.r.o.g.arch_design

prog.archdesign@gmail.com

http://www.facebook.com/prog.archdesign


diffusione comunicato: www.CorriededelWeb.it

ARTE AL CENTO PER CENTO SPAZIO OTTAGONI, Roma, 28 gen - 5 feb 2010

Arte al centoXcento sei

Località: Roma

Galleria: SPAZIOTTAGONI

Indirizzo: Via Goffredo Mameli 9

Periodo: 28 gennaio - 5 febbraio (chiuso domenica e lunedì)

Orario: 17.00/19.30


        Artisti: Claudio Angeloni, Luigi Ballarin, Giuseppe Canali / Lucilla Frangini Ballerini, Enrica Capone, Gerardo Di Salvatore, Lughia, Fiorenzo Mascagna, Gabriella Porpora

Curatore: Giuseppe Salerno

Inaugurazione: giovedì 28 gennaio 2010 ore 18.30

Giovedì 28 gennaio alle ore 18.30 Giuseppe Salerno presenta "Arte al centoXcento sei". In questa ultima esposizione del ciclo saranno in mostra opere di Claudio Angeloni, Luigi Ballarin, Giuseppe Canali / Lucilla Frangini Ballerini, Enrica Capone, Gerardo Di Salvatore, Lughia, Fiorenzo Mascagna, Gabriella Porpora.

Nove autori tra loro profondamente diversi per poetiche e modalità espressive ci offriranno uno spaccato della produzione artistica contemporanea, ciascuno attraverso quattro lavori nella dimensione 100x100. Un formato che assicurando rigore espositivo consente la migliore fruizione del lavoro di ciascuno in 70 metri lineari di pareti nel cuore di Trastevere.

Una nuova occasione per azzardare, ammesso che lo si ritenga necessario, la propria definizione dell'arte. Una definizione che scavalcando la mediazione di parole altrui, sempre condizionanti, possa nascere da quel sentire individuale con il cuore e con la mente, unica luce possibile di un cammino cosciente.


Contatto:

Giuseppe Salerno Salernogiu@tiscali.it tel. 3391700429

Ottagoni tel. 3393834673 (Giulio)

www.spaziottagoni.com


venerdì 15 gennaio 2010

La Calabria del viceregno spagnolo storia arte architettura e urbanistica

 Il prezioso volume La Calabria del viceregno spagnolo storia arte architettura e urbanistica (Roma, Gangemi, 2008, pp. 846, 530 illustrazioni.), curato da Alessandra Anselmi, è l'esito di un progetto di ricerca sulla Calabria del viceregno spagnolo - considerata come parte di un sistema più vasto quale la Monarchia Cattolica - che ha coinvolto a livello internazionale importanti studiosi di diversa formazione e appartenenza.

      I contributi spaziano dalla storia alle identità sociali, dai patriziati urbani alle comunità religiose, comprendendo l'attività produttiva, l'architettura, la scultura, la pittura e la miniatura (lette alla luce del contesto culturale che le ha prodotte, ma con grande attenzione anche all'analisi stilistica e filologica), l'urbanistica e il restauro.

      La Calabria vicereale, luogo cruciale di transito e di scambi, spesso anche di incursioni, emerge come un crocevia da cui si diramano percorsi e vicende che la collegano al resto d'Italia, al Mediterraneo e all'Europa.

      Il confronto interdisciplinare ha messo in luce gli aspetti vitali e creativi di un periodo storico, tra Rinascimento e Barocco, travagliato, ma molto vivace culturalmente, politicamente e anche economicamente, che ha prodotto importantissimi monumenti, opere d'arte e testi letterari, che non sempre, anche a causa della mancanza di studi, sono valorizzati e tutelati come meritano. Molte delle opere pubblicate, inoltre, sono inedite.

      All'edizione del libro - che costituisce un imprescindibile riferimento per gli studiosi ma anche per tutti coloro che apprezzano e amano la Calabria - hanno concorso le principali istituzioni presenti sul territorio, come pure rappresentanze nazionali e internazionali, permettendo una veste editoriale di grande formato, interamente a colori e col fascino delle grandi immagini, che consente di apprezzare al meglio le opere d'arte pubblicate. 

Cosenza 15 gennaio 2010

                                                                              Silvio Rubens Vivone

giovedì 14 gennaio 2010

Marche Centro Arte: Roberto Cicchine', Armando Fanelli, Niba, Ivana Spinelli

Cicchinè
Armando Fanelli
Niba
Ivana Spinelli
 
 
                             in
                             Marche Centro d'Arte
                                  
                             testo e cura
                             Cristina Petrelli
 
 
 
 
L'inaugurazione si terrà domenica 17 gennaio alle 18:00
La mostra termina il 14 febbraio
La Galleria Marconi è aperta tutti giorni dalle 16.00 alle 20.00, esclusa la domenica
 
 
La Galleria Marconi di Cupra Marittima riprende la programmazione della rassegna Non lo so e non lo voglio sapere. Domenica 17 gennaio alle 18.00, infatti, si inaugura il primo appuntamento di Marche Centro d'Arte, mini ciclo di tre mostre dedicato ai fermenti artistici marchigiani, che viene riproposto dopo il successo dello scorso anno
La curatrice Cristina Petrelli presenta il lavoro di Roberto Cicchinè, Armando Fanelli, Niba e Ivana Spinelli, quattro artisti che utilizzando linguaggi diversi danno il senso della situazione dell'arte nel nostro territorio.

 
"Distanziarsi dal momento presente per rileggere il vissuto. Un procedere che non segue una successione lineare, ma percorre strade anomale dove il prima e il dopo si trovano ad esistere nel medesimo istante.
Negli scatti fotografici di Roberto Cicchinè la memoria individuale partecipa alle scelte collettive, cristallizzandosi nel simbolo. L'inevitabile dissolvimento diventa indizio dell'attraversamento necessario che predispone al nuovo.
Nel video Armando Fanelli traccia una mappa emotiva in cui l'infinita complessità dei rapporti umani si rende percepibile attraverso il confine poroso dell'epidermide, un processo che continua nelle foto, dove ciò che normalmente resta celato viene prepotentemente esibito.
Nelle sculture di Niba rimane solo la forma del corpo femminile imprigionato in aderenti tute di latex. Il riflesso acquista consistenza nel gioco simmetrico della duplicazione, celebrando il carattere effimero dell'apparenza.
Nell'installazione di Ivana Spinelli oggetti della vita domestica si susseguono l'uno dopo l'altro. L'uso dell'inchiostro nero sul bianco dello sfondo assegna all'immagine un'esistenza incerta, in bilico tra affermazione e scomparsa.
Il percorso tracciato dagli artisti, mediante i lavori esposti, consolida l'intuizione che in ogni esperienza individuale si stratifichi non tanto quello che si desidera ricordare quanto tutto ciò con cui si viene a contatto in modo del tutto involontario. Emerge incontrastato il fluire del tempo, l'eterno divenire dell'esistenza". (Cristina Petrelli)

 
Non lo so e non lo voglio sapere non è solo una risposta, è anche una provocazione, un atteggiamento e in fondo una forma di agnosticismo, che nel caso dell'arte potremmo definire culturale. È un modo per affrontare i grandi quesiti dell'umanità: da dove veniamo? Dove andiamo? Perché il dolore? Perché le patate al forno sono sempre troppo poche?
Una risposta spesso comoda, a volte sconvolgente, che esprime una volontà di ignoranza che è molto lontana dall'affermazione socratica che il vero saggio è colui che sa di non sapere. Non c'è nessuna tensione alla conoscenza, nessuna curiosità, solo distacco e indifferenza.
Spesso davanti a una proposta di tipo artistico questa frase arriva e fa un po' male. Chi la adotta può sembrare un po' fuori dal tempo, ma in verità spesso appartiene a una maggioranza, nemmeno troppo silenziosa.
Sarebbe legittimo adesso rispondere alla domanda: perché intitolare in questa maniera una rassegna di mostre?
La risposta in fondo è già nel titolo
 
 
 
 
scheda tecnica/technical card
 
curatore/curator by Cristina Petrelli
testo critico/art critic by Cristina Petrelli
 
ufficio stampa/ press agent Dario Ciferri
traduzione di/translation by Patrizia Isidori
 
relazioni esterne e promozione delle attività/ external relationship and promotion of activities Stefania Palanca
fotografia/photography Marco Biancucci©
riprese video/video shooting Stefano Abbadini
allestimenti/preparation Marco Croci
progetto grafico/graphic project maicol e mirco
webmaster
 
dal 17 gennaio al 14 febbraio
from 17th january to 14th february
orario: lunedì-sabato dalle 16 alle 20
opening time: Mon-Sat 4 to 8 p.m.
 
Galleria Marconi di Franco Marconi
C.so Vittorio Emanuele, 70
63012 Cupra Marittima (AP)
tel 0735778703
 
 
 
 
 

mercoledì 13 gennaio 2010

ANTOLOGIA DI PAOLO PIETRANGELI A BARI E MILANO

 

A BARI E MILANO L'"ANTOLOGIA" DI PAOLO PIETRANGELI

L'artista romano fra i 100 personaggi dell'anno su Repubblica

(Ala Bianca Group, distribuzione Warner)

 

 

L'"Antologia" di Paolo Pietrangeli - raccolta ufficiale su due Cd di un personaggio fondamentale della nostra canzone, non solo politica - sarà protagonista nel mese di gennaio di due incontri/showcase a Bari e Milano presso LaFeltrinelli. L'opera è pubblicata da Ala Bianca Group e distribuita da Warner. Pietrangeli intanto è stato inserito fra i cento più importanti personaggi del 2009 da Gianni Mura su "Repubblica".

A Bari "Antologia" sarà presentata il 18 gennaio alle 18. Parteciperanno vari ospiti fra cui Teresa Vallarella delle Faraualla (LaFeltrinelli, Via Melo 119, Bari, tel. 080/5207563). La settimana successiva, il 25 gennaio alle 18.30, sarà la volta di Milano, con la partecipazione di Gianni Mura e Paolo Ciarchi (LaFeltrinelli, Piazza Piemonte 2, Milano, tel. 02/433541). A febbraio sono previste ulteriori presentazioni in altre città italiane.

"Antologia" raccoglie ben 48 brani, un lungo percorso che parte dagli anni Sessanta di "Contessa" e "Valle Giulia" per arrivare a cinque canzoni inedite: "Paure. Magari no (la Commessa)", "La questione meridionale", "Dibattito sulle sorti della sinistra e mozioni contrapposte in una notte desolata di Chianciano Terme (Sliding door)", "Fiore di Gaza" e "Addio padre madre addio(clandestino)". I brani storici (molti dei quali tratti da versioni originali), insieme agli squisiti inediti compongono oltre 2 ore e mezzo di musica e 40 anni di storie, riflessioni, indignazioni, di opposizione e poesia quotidiana, sempre venata da una ironia unica. Grande canzone d'autore sociale e popolare nel senso più vero del termine, in una parola: cultura. Il doppio Cd, in una edizione digipack particolarmente curata, è corredato da un ricco libretto con testi, note biografiche ed una presentazione di Gino Castaldo.

L"Antologia" di Pietrangeli segue quelle pubblicate su Giovanna Marini ed Ivan Della Mea da Ala Bianca, che negli ultimi anni ha ristampato il prezioso catalogo dei Dischi del Sole da cui sono tratte la maggior parte di queste registrazioni.

----------

ALA BIANCA GROUP srl - Promo dep.t -

www.alabianca.it ; alabianca@alabianca.it

Tel. +39 +059 +284977; Fax. +39 +059 +284913

 

Ufficio stampa MONFERR'AUTORE

monferrautore@gmail.com www.myspace.com/monferrautore

 

Ufficio stampa MIDAS Michele Mondella Tel.: 06/3735.1203-0013

mondella@midaspromotion.com - g.riccardi@midaspromotion.com

martedì 12 gennaio 2010

Tonino Melchiorre "Tra l'acqua e il fuoco", Lugano dal 21 gennaio 2010

Ospedale Regionale di Lugano

Sede Civico 
 

Presenta 

la personale di 

TONINO MELCHIORRE 

    Il tuo browser potrebbe non supportare la visualizzazione di questa immagine.
       
     

    TRA L'ACQUA E IL FUOCO 

________________________________________________

Inaugurazione: 21 gennaio 2010 h. 18:00.

Date Mostra: dal 19 gennaio al 23 marzo 2010

Titolo mostra: TRA L'ACQUA E IL FUOCO, di Tonino Melchiorre, a cura dello  storico dell'arte ticinese Gian Franco Ragno.

Spazio Espositivo: Ospedale Regionale di Lugano –

via Tesserete, 46  6903  Lugano (CH)

Orari di visita: tutti i giorni dalle 8.00 alle 20.00

Telefono: 339/1616604

Contatti: Carla Minetti: carla.minetti@eoc.ch;

Ufficio stampa: Angelo Lo Massaro press@entroterra.it 

Ingresso libero

________________________________ 
 

COMUNICATO STAMPA 

Giovedì 21 gennaio 2010 alle ore 18:00 presso lo spazio espositivo all'interno dell'Ospedale regionale di Lugano si inaugura la personale di TONINO MELCHIORRE dal titolo "Tra l'acqua e il fuoco", a cura dello  storico dell'arte ticinese Gian Franco Ragno. 

La Svizzera continua a valorizzare i propri spazi offrendo al pubblico più vasto una coraggiosa proposta culturale, aprendo lo spazio dell'Ospedale Regionale di Lugano alle opere dell' artista italiano, Tonino Melchiorre.

La mostra nasce dalla prepotente sensibilità dell'artista che attraverso l'uso più che materico del colore e di materiali diversi si propone di unire due elementi tra loro antitetici: la trasparenza dell'acqua e la carica energica del fuoco.

L'artista Tonino Melchiorre presenta  con questa personale circa 50 quadri, articolata su tre piani nello splendido scenario dell'ospedale, dove sono ampiamente rappresentati gli ultimi 10 anni di produzione artistica caratterizzati dalla tecnica   della "cucitura" dove diversi tipi di tela come yuta, cotone, lino ed altro sono tenuti insieme da cuciture ad hoc che hanno come risultante una superficie pittorica lavorata e a volte stratificata. Questa tecnica e il lavoro artistico dentro e fuori la superficie fa di Melchiorre rappresentante di quell'informale materico che lo accomuna ad artisti come Burri, Fontana e Rauchemberg.

Nello specifico in questa mostra Melchiorre va ad indagare  quella sottile linea di demarcazione che c'è tra l'acqua e il fuoco dal cui conflitto nascono nuovi orizzonti di vita."Sostanzialmente è uno stato mentale, una condizione psicologica in grado di portare tensioni emotive nuove e a volte forti e vitali."

Due sono gli elementi,dunque, fuoco e acqua, ma sono i colori della terra che dominano le opere in mostra: il nero, il rosso e il verde nelle loro infinite combinazioni ed accostamenti, rugosi o trascendentali, assecondando il materiale con cui si legano e combinano per formare una geografia umana vista nel suo complesso da un satellite lontano o ingrandita al microscopio dallo spettatore che ne viene coinvolto. Per fare ciò utilizza un materiale non nuovo già utilizzato nella storia dell'arte che presenta delle valenze di plasticità e nello stesso tempo di dinamicità e conflittualità : il catrame. Melchiorre dalla "continuità della cucitura vuole passare alla profondità della creazione". Argomento già affrontato in passato con la mostra collettiva "Genesi,parole della creazione" presentata prima alla Chapelle Saint-Louis de la Salpetriere a Parigi e poi alla Rocca dei Sanvitale a Fontanellato (PR) in collaborazione con la Fondazione D'Ars di Milano.

La mostra si confronta con un paesaggio costruito e vissuto da Tonino Melchiorre, con visioni di essenzialità che sono poi le quinte della nostra vita, fatta di emozioni e sentimenti primordiali su cui si appoggia il nostro vissuto.

Pur trattandosi di quadri questa è una mostra che emette un suono profondo: dal pigmento proviene un intenso rumore primordiale, un rumore che è vita, trasformazione, materia e spirito che si amalgamano e compenetrano per creare una forza generatrice di nuova energia.  

La materia e il colore, la trasparenza ed il calore, lo spirito ed il corpo: le opere di Tonino Melchiorre ci danno la possibilità di osservare da vicino una nuova prospettiva della vita che si alimenta della densità dell'impasto cromatico e creando paesaggi e scenari in evoluzione. Non si tratta di parole avulse da ogni contesto ma dell'interpretazione più vera della soggettività dell'artista.  

Durante l'inaugurazione ci sarà uno spettacolo teatrale a cura di Scarlattineteatro (compagnia teatrale d'avanguardia lecchese ma con cartellone internazionale).

www.scarlattineteatro.it  

Note Biografiche  

Tonino Melchiorre 

Nasce nel 1961 a Gessopalena, vive e lavora ad Oggiono (Lecco). Si occupa ben presto di Pittura e già fin dai suoi esordi opera nel campo della "ricerca artistica" come fattore intrinseco e scatenante della produzione artistica stessa.

Nel 1985 propone la sua prima mostra personale strettamente legata alla "Cultura dell'Angoscia" come risultante della fase storica di transizione in atto, in seguito la ricerca di Melchiorre si rifugia in una lettura interna alla pittura stessa proponendo uno scenario pittorico basato sul contrasto-confronto tra "il segno infantile e il colore adulto " .

I suoi ultimi lavori, sempre nell'area dell'informale tra Fontana e Burri, sono invece indagini pittoriche sull'apparenza o meglio : "Melchiorre con queste opere recenti ci avvicina a quella che sembra essere la vera condizione intellettuale dell'individuo evoluto di nome uomo: la condanna a pensare, a conoscere oltre le apparenze". 

Presenze in Mostre 

1985

Lecco, Personale " Cultura dell'Angoscia ", Galleria Bovara

1986

Oggiono, Personale "Personaggi della cultura  dell'Angoscia", Villa Sironi

Vercurago (BG), Concorso Sesto Gran Premio Nazionale della Pittura " Sirena "

1987 

Pavia,  Collettiva, Arte visiva a Pavia, Castello Visconteo

Milano, Collettiva, Prima rassegna Lombarda di Arti Visive, Parco Trotter

1988

Lecco, Personale "Il segno infantile e il colore adulto" , Galleria Bovara

Milano, Concorso Premio Nazionale di Pittura " Arte " Mondadori

1989

Monza, Concorso "Arti grafiche e Figurative, Lions Club. Villa Reale

1990

Lecco, Collettiva Artisti della Bovara, Galleria Bovara

Besana in Brianza, Collettiva "Arte per la vita", Refettorio Padri Camilliani                                                                                Villa Viscontea

1991

Arona (NO), Collettiva "15 situazioni tra Gesto e Racconto", Galleria Sempione

Repubblica di San Marino, Concorso "Concorso PROVO'ARTE arte giovane          

1992

Oggiono (LC), Concorso "Premio Nazionale di  Pittura P. Cattaneo

Arona (NO), Collettiva " Est Arte. Confronto tra artisti italiani e artisti russi provenienti dalla  Biennale di Venezia ", Galleria Sempione                                                                                  

Milano,  Concorso " Imaginaria", Gruppo Rinascente

Erba (LC), Personale " Oltre L'Apparente ", Castello di Pomerio

Venezia, Collettiva "Cartolina d' Artista", Galleria Bac Art Studio

1993

Sassari, Concorso Premio Europa Unita, Gavino Usai Editore

New York (USA), Fiera Art Expo New York, Fiera Internazionale d'Arte Contemporanea,

Jacob Javits Convention Center, Galleria d'Arte Moderna Alba, Ferrara

Oggiono (LC), Concorso "Secondo Concorso Nazionale  di pittura Paolo Cattaneo"

Lecco, Collettiva Bovara in Arte, Galleria Bovara

Verona, Fiera Euro Art Expo - Fiera Internazionale d'Arte Moderna Galleria Alba. Ferrara                                                         

1994

Rapallo (GE), Collettiva, Galleria Bovara

Bardolino (VR), Collettiva, Galleria Bovara

Erba (LC),   Fiera "Pittura a Confronto" , Centro Espositivo E.L.M.E.P.E

Porlezza (CO), Collettiva, Galleria Bovara

Chiesa Valmalenco (SO), Collettiva, Galleria Bovara

Bellinzona(SVizzera), Personale "Indagini sull'Apparente", Studio Mayer

Sementina (Svizzera), Personale "Oltre L'Apparente" Centro di riabilitazione Sementina

2004

Besana in Brianza (MI), Personale " Big War and Co ", Villa Filippini

Perledo,Vezio (LC),  Personale " Paesaggi di Guerra ", Castello di Vezio

Oggiono (LC),  Personale " Monocromi ",Villa Sironi

2006

Bologna, Collettiva " Corpo inconscio da liberare ", Galleria 9 colonne Il Resto del Carlino

Milano, Collettiva " Corpo inconscio da liberare" ,Il Giorno

Parigi (F), Collettiva " Genesi:parole della creazione",  Chapelle Luis de la Salpetriere 

Certaldo (SI), Personale " Tensioni emotive ", Palazzo Giannozzi

Chiavenna (SO), Personale " I segni del colore ", Palazzo Pretorio

2007

Fontanellato (PR), Collettiva " Genesi. parole della creazione ", Rocca di Fontanellato

2008

Oggiono (LC), Personale " Tra l'acqua e il fuoco ", Libreria LiberaMente

Barzanò (LC),  Personale " Tra l'acqua e il fuoco", Red's  Hotel

2009                                   

Novegro  (MI)  stand personale " Serie Fiume ", NAC  Fiera d'arte contemporanea

Gessopalena (CH), Collettiva, Innaurato-Melchiorre-Troilo

_______________________________________________________________________________________ 

Ufficio stampa: ASSOCIAZIONE CULTURALE ENTROTERRA

Viale Bornata- Borgo Pietro Wuhrer, 43 (ed. 13)- 25123 Brescia tel. 030.5233558

Rif. Angelo Lo Massaro cell. 338-9649806

e-mail: press@entroterra.it

www.entroterra.it

SATURA COMUNICATO AGLI ARTISTI

 

SATURA associazione culturale centro per la promozione e la diffusione delle arti

piazza Stella 5/1, 16123 Genova tel/fax: 010.246.82.84 // 010.66.29.17 cell. 338.291.62.43

e-mail: info@satura.it   http:// www.satura.it

 

COMUNICATO AGLI ARTISTI

 
 
 
 
 

Il tuo browser potrebbe non supportare la visualizzazione di questa immagine. PROGRAMMA

ANNO 2010

 

sedici anni

di attività culturale

nel cuore del centro

storico genovese

 
 
 

Carissimo Artista

 

nell'augurarLe nuovamente un Buon Anno, inviamo in allegato il ricco programma preliminare dell'associazione SATURA per il 2010 al fine di una sua organizzazione per aderire alle diverse iniziative.

 

Nel comunicarLe che stiamo provvedendo alla stesura del calendario mostre, siamo a chiederLe l'invio del curriculum artistico aggiornato e una biografia essenziale (preferibilmente in formato elettronico) insieme ad alcune immagini fotografiche in j.peg  del lavoro recente. A questo materiale potrà aggiungere, via posta, copia di cataloghi delle mostre, testi critici, fotografie, biografia nel caso in cui non l'abbia già inviato.

 

Nel caso non riuscisse ad inviare il materiale per via informatica, potrà inviare lo stesso in forma cartacea.

 

Il materiale inviato non verrà restituito e sarà utilizzato per costruire un archivio informatico degli Artisti operanti sul territorio nazionale.

 

I nostri critici potranno così esaminare il suo lavoro ed in caso di interesse proporre delle soluzioni espositive personalizzate. 

 

Gli Artisti interessati a proporsi per una Mostra Personale o interessati alle diverse fiere mercato Arte Fiera Genova, Arte Fiera Verona, Arte Fiera Padova, Arte Fiera Innsbruck, sono pregati di contattare direttamente il presidente Mario Napoli (cellulare 338 291 62 43).

 

Le chiediamo di verificare l'indirizzo e nel "caso fosse in possesso di una sua casella di posta elettronica" di confermarci via mail la sua intenzione a ricevere i nostri comunicati per via elettronica. Questa forma ci consentirà un più sicuro e rapido contatto ed una più veloce gestione da parte dei nostri collaboratori

 

Siamo a chiederle l'autorizzazione al trattamento dei suoi dati personali ai sensi art. 13 D.Lgs 196/2003 (legge sulla privacy)

 

Ringraziando per l'attenzione, le porgiamo i più cari saluti

 

Il direttore artistico

Milena Mallamaci

 
 
 
 

SATURISSIMA

  • inaugurazione sabato 20 febbraio – 06 marzo 2010
  • collettiva proposta per i sedici anni d'attività dell'associazione
  • tema libero, formato libero
  • pittura, fotografia, scultura
  • artisti invitati dall'associazione e/o soci dell'associazione e/o su selezione attraverso l'invio di una foto dell'opera
  • sede: Palazzo Stella, Genova
  • scadenza 30 gennaio 2010
 

SATURA COLLECTION

  • inaugurazione sabato 20 febbraio – 06 marzo 2010
  • collettiva itinerante degli artisti in collezione 24x24
  • tema libero, formato rigorosamente 24x24
  • pittura
  • artisti invitati dall'associazione e/o su selezione previo invio del materiale bio-bibliografico ed immagini in j.peg o stampe fotografiche di opere recenti
  • sede: spazi pubblici e/o privati da stabilire
  • scadenza 30 gennaio 2010 
 

ARTE GENOVA 2010

  • inaugurazione giovedì 25 febbraio – 1 marzo 2010
  • mostra mercato d'arte moderna e contemporanea
  • tema libero, formato libero
  • pittura, fotografia, scultura
  • artisti invitati dall'associazione e/o su selezione previo invio del materiale bio -bibliografico ed immagini in j.peg o stampe fotografiche di opere recenti
  • sede: Fiera di Genova
  • scadenza 15 gennaio 2010
 

LA NAVE E IL MARE

  • inaugurazione maggio 2010
  • rassegna d'arte a tema, proposta per spazi museali
  • a tema, formato rigorosamente cm. 40x40 altezza del telaio cm. 4.
  • artisti invitati dall'associazione e/o su richiesta previo invio del materiale bio-bibiografico ed immagini in j.peg o stampe fotografiche di opere recenti
  • sede: spazi pubblici museali da stabilire 
  • scadenza 30 marzo 2010
 

SATURAPRIZE 2010

  • inaugurazione maggio 2010
  • concorso internazionale d'arte
  • due sezioni per artisti da 18 a 25 anni e artisti da 26 a 50 anni
  • tema libero, formato libero
  • pittura e fotografia
  • artisti invitati dall'associazione e/o artisti soci dell'associazione e/o artisti selezionati attraverso l'invio di una foto dell'opera
  • sede: Palazzo Stella e spazi pubblici museali da stabilire
  • scadenza 30 marzo 2010
 

SATURARTE 2010

  • inaugurazione sabato 11 settembre – 25 settembre 2010
  • 15° concorso nazionale d'arte
  • tema libero, formato libero
  • pittura, fotografia, scultura
  • artisti invitati dall'associazione e/o artisti selezionati attraverso l'invio di una foto dell'opera
  • sede: Palazzo Stella, Genova in concomitanza con la Notte Bianca Genovese
  • scadenza 30 aprile 2010
 

ARTE BRESCIA 2010

  • inaugurazione giovedì 8 ottobre – 11 ottobre 2010
  • mostra mercato d'arte moderna e contemporanea
  • tema libero, formato libero
  • pittura, fotografia, scultura
  • artisti invitati dall'associazione e/o su selezione previo invio del materiale bio-bibliografico ed immagini in j.peg o stampe fotografiche di opere recenti
  • sede: Fiera di Verona
  • scadenza 30 maggio 2010
 

ARTE VERONA 2010

  • inaugurazione giovedì 14 ottobre – 18 ottobre 2010
  • mostra mercato d'arte moderna e contemporanea
  • tema libero, formato libero
  • pittura, fotografia, scultura
  • artisti invitati dall'associazione e/o su selezione previo invio del materiale bio-bibliografico ed immagini in j.peg o stampe fotografiche di opere recenti
  • sede: Fiera di Verona
  • scadenza 30 maggio 2010
 

ARTE PADOVA 2010

  • inaugurazione giovedì 11 novembre – 15 novembre 2010
  • mostra mercato d'arte moderna e contemporanea
  • tema libero, formato libero
  • pittura, fotografia, scultura
  • artisti invitati dall'associazione e/o su selezione previo invio del materiale bio-bibliografico ed immagini in j.peg o stampe fotografiche di opere recenti
  • sede: Fiera di Padova
  • scadenza 30 maggio 2010
 

PROBABILI INDIZI 2010

  • inaugurazione giovedì 25 novembre – 27 novembre 2010
  • rassegna d'arte
  • a tema, formato rigorosamente cm. 40x40 altezza del telaio cm. 4.
  • artisti invitati dall'associazione e/o artisti selezionati attraverso l'invio di una foto dell'opera
  • sede: Palazzo Stella, Palazzo Ducale da stabilire 
  • scadenza 30 giugno 2010
 

ART INNSBRUCK 2011

  • inaugurazione giovedì 18 febbraio – 21 febbraio 2011
  • mostra mercato d'arte moderna e contemporanea
  • tema libero, formato libero
  • pittura, fotografia, scultura
  • artisti invitati dall'associazione e/o su selezione previo invio del materiale bio-bibliografico ed immagini in j.peg o stampe fotografiche di opere recenti
  • sede: Fiera di Innsbruck
  • scadenza 30 ottobre 2010
 

Le comunichiamo, infine, che per poter partecipare ad alcune delle manifestazioni elencate più  sopra sarà necessaria l'iscrizione all'Associazione. Ci permettiamo, perciò, di ricordarle le caratteristiche di tale modalità: 

 

QUOTE ANNO 2010

 

Socio Ordinario:   Euro 100,00

Socio Sostenitore:  Euro 150,00 e oltre

Socio Fondatore:  Euro 150,00 e oltre

Socio Promotore:  Euro 150,00 e oltre

 

Con la regolarizzazione dell'iscrizione parteciperai alla vita associativa e riceverai la rivista trimestrale SATURA arte, letteratura e spettacolo.

 

Il versamento potrà  essere effettuato con bonifico bancario intestato a: Associazione Culturale Satura, Banca Intesa, Piazza Leonardo da Vinci 9/R Genova (IBAN IT37 G030 6901 4950 5963 0260 158) o tramite vaglia postale intestato a: Associazione Culturale Satura, piazza Stella 5/1 16123 Genova, oppure assegno circolare non trasferibile inviato all'indirizzo dell'Associazione o direttamente in Sede.

 

Per informazioni ed iscrizioni telefonare in orario di segreteria dal martedì al sabato ore 15:30 – 19.00, oppure visitare il sito scaricando l'apposito modulo

 

 

sabato 9 gennaio 2010

RUDY CREMONINI "documenti d'alterità"

 

RUDY CREMONINI

"documenti d'alterità"

 

a cura di Lorenzo Canova

 

inaugurazione: venerdì 29 gennaio 2010 • h 19:30

 

MUSEO DELLE CERE ANATOMICHE "Luigi Cattaneo"

Via Irnerio, 48 • Bologna • Italy

 

un progetto: GiaMaArt studio

 

dal 29 gennaio al 21 febbraio 2010

dal lunedì al giovedì, h 9:00 - 12:30 • 14:00 - 16:30 venerdì, h 9:00 - 12:30 e su appuntamento

info: Tel: (+39) 051 2091533 / 2091511 - Web: www.museocereanatomiche.it / http://www.giamaartstudio.it/eventicollaterali.htm

 

art white night 30 gennaio

 


 

Dal 29 gennaio al 31 febbraio 2010 si terrà a Bologna, nell'ambito della rassegna ArteFiera OFF, la mostra personale di Rudy Cremonini dal titolo "documenti d'alterità", progetto ideato e prodotto dalla galleria GiaMaArt studio e curato da Lorenzo Canova.

Rudy Cremonini presenta un'installazione site specific composta di quadri concepiti per dialogare direttamente con le collezioni del Museo delle cere anatomiche "Luigi Cattaneo" di Bologna.

I dipinti installati nelle vetrine e sui muri del museo intendono porsi dunque in un confronto serrato con le sue suggestive opere di ceroplastica anatomica sottolineando, anche grazie al contesto espositivo, il loro valore ambiguo di ricerca, prossima a quella scientifica, nei territori incerti dell'identità e dell'alterità.

In questo modo, nella loro collocazione museale, i volti evocati da un passato lontano assumono il valore di veri e propri documenti dedicati alla presenza incongrua e inquietante di un "altro" differente rispetto ai valori sociali condivisi, si trasformano in testimonianze di un estraniamento dal processo generale e accettato di costruzione dell'identità personale e collettiva e appaiono nella loro cruda e sfuggente evidenza come documenti enigmatici di una diversità ignota da isolare e analizzare.

Catalogo disponibile in mostra, edizioni GiaMaArt studio, testo di Lorenzo Canova.


From 29th January to 21st February Rudy Cremonini's personal exhibition will take place in Bologna within the ArteFiera Off exhibition. The project, whose title is Documents of Alterity, is conceived and produced by the gallery GiaMaArt Studio and is supervised by Lorenzo Canova.
Rudy Cremonini exhibits a site-specific installation made up of pictures conceived to talk directly with the collections of the anatomical wax Museum of "Luigi Cattaneo" in Bologna.
The pictures, installed in the windows and on the walls of the Museum, set up a close, stimulating dialogue with its evocative works of anatomical wax-plastic, underlining, thanks to the exhibition context, their ambiguous value of research, very similar to the scientific one, in the uncertain territories of identity and alterity. In such a way and in such an installation, the faces, evoked from a distant time, acquire the meaning of authentic documents dedicated to the incongruous, disquieting presence of some "other", different from the shared social image. Besides, they change into evidence of estrangement from the generally accepted process of building a personal and collective identity and, in their raw and shifty plainness, they look like enigmatic documents of an unknown otherness, which must be isolated and analyzed.
The catalogue is available in the exhibition, GiaMaArt studio editions, and text by Lorenzo Canova.



Via Iadonisi, 14 · 82038 VITULANO (BN) · ITALY
Tel/Fax: 0824.878665 · Cell: 338.9565828 · Web: www.giamaartstudio.it · E-mail: info@giamaartstudio.it

Orari: dal martedì al sabato ore 17.00 - 20.00 e per appuntamento, (possono variare verificare sempre via telefono)



venerdì 8 gennaio 2010

L' opera di Battista Luraschi a Cantu'


Città  di Cantù 

Associazione Amici dei Musei di Cantù 

con il contributo della Cassa Rurale ed Artigiana di Cantù 
 

Il tuo browser potrebbe non supportare la visualizzazione di questa immagine.

Battista Luraschi Codici segreti  

Cantù,  Villa Calvi (ex Municipio), via Roma 8

17 gennaio - 20 marzo 2010

Lunedì-venerdì 16.00-19.00   sabato e domenica 10.30-12.30 / 16.00-19.00 
 

INAUGURAZIONE domenica 17 gennaio ore 11.  

Il tuo browser potrebbe non supportare la visualizzazione di questa immagine.

Dopo il grande successo della mostra dedicata al lavoro di Ferenc Pintér, Villa Calvi, all'interno della rassegna biennale CANTÙARTE organizzata dall'Associazione Amici dei Musei in collaborazione con il Comune di Cantù, ospita dal 17 gennaio una importante esposizione antologica di Battista Luraschi (Lurago Marinone, 1951) che da tanti  anni persegue una personalissima ricerca creativa, ai confini tra arte e design, coinvolgendo pittura, progetti e oggetti.

Luraschi ha iniziato il suo percorso agli inizi degli anni Settanta - dopo essersi diplomato in scenografia all'Accademia di Belle Arti di Brera - con una serie di ricerche di matrice astratto-geometrica, per poi proseguire con progetti più liberi, superando le rigide separazioni delle categorie artistiche, sconfinando nell'illustrazione, nel design, nel progetto architettonico, nell'oggetto. Ha partecipato all'esperienza dei "Nuovi Futuristi" milanesi esponendo in mostre personali e collettive in Italia e all'Estero.

La mostra in Villa Calvi - la prima vera retrospettiva dedicata a questo schivo autore - propone una scelta antologica di lavori ( con oltre 100 pezzi ) realizzati dal 1973 ad oggi, documentati da un catalogo (126 pagine) edito per l'occasione da La Vita Felice di Milano, con un testo introduttivo di Renato Barilli, il critico che più ha seguito e valorizzato la sua ricerca. 

Notizie biografiche

Battista Luraschi è nato a Lurago Marinone nel 1951, dove vive e lavora. Si è diplomato all'Accademia di Belle Arti di Brera a Milano, svolgendo poi attività di illustratore, scenografo, designer e pittore. Una serie di mostre personali e collettive concorre a visualizzare gli intrecci disciplinari del design con l'arte. Dalle prime ricerche "L'interno dopo la forma dell'utile" a "Nuove intenzioni di design" (1982), dal "Racconto per un ambiente" (1985) a "Effetto placebo" (1987), da "Spaziloqui" (1987) a "Ordine e disordine" (1988) si giunge con la mostra "Anni Novanta" (1991) ad un misurato riciclaggio di oggetti comuni che restituiscono economie di produzione-lavoro ai cristallini sistemi dell'arte. Piccole tracce, per uno spazio contemporaneo rimandate ai cataloghi e alle riviste di settore. La sua ultima attività nasce all'insegna dello spaesamento, privilegiando gli aspetti legati alla ricerca metaprogettuale, gestita con interventi pittorici, grafici e di design. 

IMMAGINI DISPONIBILI IN ALTA RISOLUZIONE SUL SITO  www.uessearte.it 

Informazioni e richiesta di materiale stampa:

uessearte Via Natta 22 Como - tel. 031 269393  fax 031 267265   info@uessearte.it

giovedì 7 gennaio 2010

PREMIO INTERNAZIONALE LIMEN ARTE 2009: SUCCESSO PER "LA STANZA DEL COLORE" DI ANNA SECCIA




Piazza S. Leoluca - Complesso Monumentale Valentianum - 89900 Vibo Valentia e-mail presidenza@vv.camcom.it

SUCCESSO PER L'HAPPENING "LA STANZA DEL COLORE" DI ANNA SECCIA REALIZZATO A VIBO VALENTIA NELL'AMBITO
DEL PREMIO INTERNAZIONALE LÌMEN ARTE 2009

Suggestivo, dinamico, coinvolgente. Così è stato l'happening creativo dell'artista abruzzese Anna Seccia, invitata dalla Camera di Commercio di Vibo Valentia a tenere, nell'ambito del Premio Internazionale Lìmen Arte, una innovativa "lezione" di creatività, in cui la concezione di arte come atto individuale del singolo viene abbandonata a favore di un lavoro integrato e collettivo, simbolico dell'unione e della partecipazione che deve accompagnare la crescita dell'intera società.
L'inedita performance, denominata "La stanza del colore" ha avuto luogo lo scorso 21 dicembre a Palazzo comunale E. Gagliardi, dove è ospitata, fino al prossimo 10 gennaio, la mostra d'arte contemporanea del Premio Lìmen Arte, con le di 75 artisti nazionali ed internazionali.
Con "La Stanza del colore" Anna Seccia ha dato vita ad un interessante laboratorio di interdisciplinarietà tra le arti (pittura, musica, danza, meditazione) finalizzato alla realizzazione di un'opera d'arte "collaborativa", frutto della condivisione di emozioni ed di espressività.
Nell'androne di Palazzo Gagliardi è stata infatti posata una grande tela delle dimensioni di mt.5x2,20 circa; su questa sono stati sistemati pennelli e colori; tutt'intorno hanno preso posto allievi della locale Accademia di Belle Arti Fidia con il preside Michele Licata e allievi dell'Istituto d'Arte di Vibo Valentia con la professoressa Carmela Sorrenti.
Con la sapiente regia di Anna Seccia ha preso così corpo la "Stanza del colore"; sottolineati da mirati brani musicali, si sono alternati, armonizzandosi, percorsi meditativi, attività creative, gestualità ritmiche, momenti di soggettività e altri di interazione.
Ognuno dei partecipanti è stato, all'inizio. protagonista di uno spazio della tela, lo stesso che poi è stato "contaminato", nel rispetto dei tratti e delle cromie, dalla creatività dei compresenti che, in circolo, hanno lasciato la propria traccia espressiva, il proprio segno, perché ogni individualità fosse amalgamata con la generalità per rendere così l'opera corale, totale, "collaborativa".
"La stanza del colore" è stata sperimentata a partire dal 1998 e ultimamente è stata utilizzata nei territori abruzzesi colpiti dal recente sisma allo scopo di superare il trauma e il dolore attraverso l'atto creativo.
La "Stanza del colore" realizzata a Vibo Valentia è stata, a detta dei partecipanti e di tutti i presenti, un'esperienza unica ed entusiasmante: un evento che la Camera di Commercio di Vibo Valentia ha inteso realizzare per accrescere le occasioni di promozione dell'arte nella sua duplice valenza di espressione della creatività umana e di importante risorsa di sviluppo sociale, culturale ed economico. Un'esperienza positiva testimoniata dalla grande tela che Anna Seccia ha voluto intitolare "Energie della Calabria" e che, ora presso la sede della Camera di Commercio, rimarrà patrimonio comune della città e del territorio.

Rosanna De Lorenzo
-responsabile informazione e comunicazione istituzionale-






martedì 5 gennaio 2010

Donne: mostra video fotografica di Elio Scarciglia

    "All'origine di ognuno di noi c'è sempre una donna, c'è sempre una madre. Anche all'inizio di questo terzo millennio della storia ci sono le donne, le madri di oggi, chiamate a vivere con la stessa disponibilità credente e amante di Maria per generare la nuova umanità.

    E' proprio la donna, con le sue ricchezze e i suoi limiti, con il suo genio femminile e materno, che può offrire un contributo fondamentale per generare e far crescere la società e la cultura del terzo millennio." (dagli scritti di suor Enrica Rosanna sottosegretario Città del Vaticano).

    La mostra video/fotografica "Donne", di Elio Scarciglia, ha origine dalla volontà di suor Enrica Rosanna di documentare anche fotograficamente la figura della donna nel nostro tempo. Naturalmente, pur partendo dalla traccia di suo Enrica, la mostra prende la connotazione del sentire di Elio Scarciglia.

    La vita di oggi assegna alla donna ruoli molteplici e molto più articolati rispetto a ieri, accanto agli stereotipi pericolosi, che purtroppo ancora oggi sopravvivono, la bellona seminuda e oca o la Madonna ligia e madre di famiglia, troviamo la donna manager, imprenditrice, studiosa, ricercatrice o, in negativo, anche membro e a volte capo di organizzazioni malavitose.

    Le pressanti istanze da parte della famiglia e della società spingono le donne ad essere sempre più all'altezza delle situazioni più disparate, non trascurando mai l'aspetto fisico secondo il modello imposto dai media, ma tutto ciò può causare disorientamento,confusione, antitesi tra l'apparire e l'essere. Il superamento di questa dicotomia e il recupero del senso della "maternità spirituale, affettiva e culturale della donna inciderà profondamente sullo sviluppo delle persone e sulla umanizzazione dell'umanità"

    La mostra intende illustrare, quindi, alcuni aspetti della vita e della personalità di donne del nostro tempo. Sono donne di diversa estrazione sociale e  di  età differenti che attraverso la loro immagine e il loro ambiente  raccontano storie ed esperienze di vita. Gli oltre 25 pannelli fotografici sono accompagnati da tre video Shakti, Matrika, Shekara che rappresentano, attraverso la danza di Luisa Spagna e la musica di Paolo Pacciolla, tre aspetti delle antiche  dee-madri, incarnazioni delle forze riproduttrici della natura. 

    cell. 3201532619

    tel e fax 0832 378738

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI