Cerca nel blog

martedì 31 gennaio 2017

Arte e Carnevale a Venezia, con la mostra di arte contemporanea "L'Arte tra maschere e colori del Carnevale"


"L'Arte tra maschere e colori del Carnevale", il mondo visto con gli occhi degli artisti
44 artisti contemporanei a Venezia, nei giorni del Carnevale, per la grande mostra organizzata da PromArte

11 - 20 febbraio 2017
Galleria d'Arte "San Vidal" U.C.A.I. Venezia - Campo San Zaccaria - Scoletta San Zaccaria


A Venezia, proprio nei giorni del celebre Carnevale, si terrà "L'Arte tra maschere e colori del Carnevale", una mostra collettiva ad ingresso gratuito, organizzata dall'associazione culturale PromArte.

Dall'11 al 20 febbraio 2017, nelle antiche sale del Centro d'Arte San Vidal - U.C.A.I. (Unione Cattolica Artisti Italiani), presso gli spazi della "Scoletta di San Zaccaria", 44 artisti contemporanei dediti alla pittura, scultura, grafica e fotografia, esporranno i loro lavori e il proprio modo di vedere il mondo che li circonda. 

Il vernissage si terrà sabato 11 febbraio, alle ore 17:30, con cocktail di benvenuto e performance live della violinista Costanza Benedetelli. A presentare la mostra saranno i critici d'arte Giorgio Pilla (autore anche della presentazione critica inserita nel catalogo) e Francesca Catalano.

Nelle opere esposte è possibile ritrovare l'ansia, i turbamenti, le emozioni e le speranze dei loro autori, diversi negli stili, nei linguaggi e nel tema scelto. Proprio in virtù di questa eterogeneità, la mostra offre una ampia visione dell'arte contemporanea, come una sorta di viaggio tra città diverse, dove ognuno di noi può trovare un pezzetto di sé rappresentato. 

Particolarmente interessante, inoltre, è il contrasto tra la modernità delle opere e la storicità del luogo che le ospita, fatto di una bellezza classica e senza tempo, dove il mondo dell'oggi resta fuori, tutto viene nobilitato dal ricordo del passato.

In onore del Carnevale di Venezia, del quale la mostra si propone come evento collaterale, molti degli artisti hanno deciso di ispirarsi proprio alla magia del Carnevale veneziano, tra i più antichi del mondo, rivisitando il concetto del gioco della trasformazione. 

Altri, essendo il tema partecipativo libero, hanno voluto aprirsi al mondo, con opere dedite alla rappresentazione dell'Uomo e del suo ambiente, facendo maturare idee e sensazioni colme di trepidanti pensieri rivolti ora al quotidiano, altrove al visionario.

"Quelle esposte sono opere frutto di chi dall'Arte sa trarre il "condimento" della Vita, trasformando il veduto nella diuturna lotta tra il bene ed il male, tra il bello ed il brutto sempre, tuttavia, fornendoci una chiave di lettura capace di instillare in chi guarda il senso di verità mai dette che solo i più sensibili sanno captare. - Ha commentato il critico d'arte Giorgio Pilla. - Nel caso presente le opere sembrano, oltretutto, venire accolte dai storici luoghi e permeate con un tocco elegiaco che trasforma ogni pennellata, ogni materiale, ogni scatto fotografico, ogni segno grafico in sublimazioni del lavoro dell'Uomo, creando così una osmosi tra il pensiero creativo e colui che osserva, venendo conseguentemente a suscitare stati d'animo ed emozioni che trasformano i lavori in immagini fantastiche, in visioni dal significato umano universale. Tutti gli artisti partecipanti hanno saputo rendere una realtà talvolta oggettiva, altrove pregna di immaginifiche situazioni, sempre comunque all'altezza di considerazioni positive sia per la resa poetica, quanto per la tecnica usata e la realizzazione scelta come propria peculiarità artistica donando a tutto l'insieme un'aura di armonici respiri, difficilmente riscontrabile in certa arte oggi in circolazione; da tale assunto si può dedurre quale e quanta serietà e capacità possiamo attribuire sia all'Organizzazione, quanto ai singoli partecipanti.".



--
www.CorrieredelWeb.it

domenica 29 gennaio 2017

Vincitore Premio Tiziano Campolmi - V edizione SetUp Contemporary Art Fair



Image
 Vª EDIZIONE
27-29 Gennaio 2017

AUTOSTAZIONE
Piazza XX Settembre 6 Bologna

SetUp Contemporary Art Fair
Image


Volge quasi al termine questa terza giornata – 29 gennaio 2017 – della V edizione di SetUp Contemporary Art Fair, l'unica fiera indipendente di arte contemporanea a ruotare su un unico tema a livello internazionale.
Reduce dello straordinario successo delle scorse giornate, anche quest'oggi l'Autostazione di Bologna ha visto uno alto numero di visitatori e momenti di memorabile suggestione nel segno dell'Equilibrio, scelta tematica che ha mosso le redini di questa edizione.

La straordinaria apertura domenicale di oggi – dalle ore 12.00 alle 22.00 – ha spalancato per l'ultima volta il varco a uno spazio abitato da ben 60 gallerie, di cui un quarto estere, e ha avuto il suo coronamento alle ore 15.00 con l'ultima premiazione in programma: il Premio Tiziano Campolmi, novità esclusiva e originale di questa edizione 2017, per aver coinvolto direttamente il grande pubblico nella selezione degli artisti in gara nell'ambito fotografico.

Premio Tiziano Campolmi

Come ogni anno SetUp si distingue per unicità e innovazione con eccezionali riconoscimenti da assegnare ad artisti, curatori e gallerie intervenuti non solo dall'Italia, ma da tutto il panorama mondiale, per espandersi quest'anno su tutti i fronti. Il Premio Tiziano Campolmi ha previsto due fasi; la prima selezione si è svolta on line attraverso la votazione sull'apposita pagina Facebook Premio Tiziano Campolmi, coinvolgendo il pubblico della rete a cui è stato chiesto di esprimere il proprio apprezzamento delle undici opere in gara per mezzo del like.
Le 5 opere più apprezzate (White Forest di Olmo Amato (BI-BOx Art Space), Senza titolo di Veronica Billi (Belgravia Bongiovanni Artecontemporaneadue); I capelli di Venezia di Gianmaria De Luca (Galleria B4); THE STILT FISHERMAN di Giacomo Bruno (galleria Stefano Bartoli); The Importance of Breathing: Deep Stairway di Nicola Malnato (galleria metroquadro) allo scoccare delle ore 1.00 di sabato sono state esaminate della Direzione organizzativa di SetUp che, assieme ad Andrea Benericetti, Presidente dell'associazione Tiziano Campolmi, hanno decretato l'opera vincitrice che sarà acquisita dell'associazione stessa.

Con le seguenti motivazioni: per la capacità di espressione visuale e onirica di taglio "nolaniano" e per la dinamicità di un'opera ad oggi non classificabile in un deja-vu vince il Premio Tiziano Campolmi la fotografia The Importance of Breathing: Deep Stairway di Nicola Malnato rappresentato dalla galleria metroquadro di Torino.

Con questo premio, si completa la prestigiosa cartina tornasole delle premiazioni assegnate in questa V edizione di SetUp Contemporary Art Fair, una mappa che ormai da cinque anni contribuisce a definire lo stato attuale del mondo dell'arte contemporanea, tra proposte emergenti e storici professionisti.

Intanto, in attesa dei risultati e dei numeri ufficiali, si respirano i segni positivi di questo SetUp 2017, che anche quest'anno ha riscosso una forte adesione e un sentito gradimento sia da parte del grande pubblico che degli addetti al settore, a conferma del successo preannunciato nei mesi scorsi.

Con un esito simile, anche questa edizione 2017 si prepara agli sgoccioli dell'ultima giornata, sazia abbastanza per ricaricare le pile e gli entusiasmi da cui ripartire per la prossima edizione, che come annunciato sarà celebrata nel segno dell'Attesa.


INFORMAZIONI UTILI

Date e orari:
27/28 GENNAIO 2017 – DALLE ORE 17.00 ALLE 01.00
29 GENNAIO 2017, DALLE ORE 12.00 ALLE 22.00

Ingresso: € 7.00
Gratuito per bambini di età inferiore ai 10 anni

Direzione organizzativa:
051.4122665 | 051.4856976

Simona Gavioli

Alice Zannoni

Segreteria Organizzativa
Roberta Filippi

Link di riferimento
Twitter:@setupartfair
Instagram: @setupartfair

INFO KINDER SetUp
Ogni laboratorio ha la durata di un'ora ed è rivolto a bambini dai tre anni in su.
Per i bambini sotto i sei anni è richiesta la presenza di un genitore.
Orari:
Venerdì 27 gennaio: alle ore 17.30 - 19.00 - 21.00;
Sabato 28 gennaio: alle ore 17.30 – 19.00 – 21.00;
Domenica 29 gennaio: alle ore 14.30 – 16.00 – 17.30 – 19.00.
Costi:
La partecipazione delle attività Kinder SetUp è 3 € per bambino
(*L'ingresso a SetUp Contemporary Art Fair è gratuito per bambini fino a 10 anni)
Per info e prenotazioni: bea@beatricecalia.it


CULTURALIA DI NORMA WALTMANN

Agenzia di comunicazione e ufficio stampa

tel : +39-051-6569105 mob: +39-392-2527126

email: info@culturaliart.com web: www.culturaliart.com



www.CorrieredelWeb.it

sabato 28 gennaio 2017

Flavio Caroli e la lingua viva dell’arte: domenica a Modena

Flavio Caroli e la lingua viva dell'arte: domenica a ModenaLa passione per l'arte di Flavio Caroli, raccontata in tv per undici anni, diventa un libro che raccoglie e illustra, in un museo strutturato in trenta sale tematiche, 200 capolavori "da rubare".

Domenica 29 gennaio l'autore incontra il pubblico al BPER Forum Monzani di Modena: l'appuntamento è gratuito.



Flavio Caroli non è solo un famoso storico dell'arte, ma è soprattutto un indagatore che entra nell'opera con profondità ed intensità psicologica, con uno sguardo che ne svela storie e fisiognomiche. 

Proprio in questo suo particolare stile rientra la sua forza divulgativa, la sua narrazione prima ancora della sua scrittura.

E lo si evince bene nel suo nuovo libro "Il Museo dei capricci. 200 quadri da rubare" (Electa), che l'autore presenta domenica 29 gennaio alle 17 al BPER Forum Monzani di Modena. 

Nei dieci anni di partecipazione alla trasmissione televisiva "Che tempo che fa" condotta su Rai 3 da Fabio Fazio, Caroli ha avuto modo di trattare decine di tematiche legate al mondo dell'arte e di commentare centinaia di dipinti. 

Il meglio di tale sconfinato materiale iconografico confluisce ora in un ideale Museo strutturato in trenta sale dedicate ognuna a un tema: dall'erotismo ai misteri dell'arte, dal cibo all'amore, dalle stagioni al volto delle città, dall'amore all'arte nel cinema 

Una carrellata di oltre 200 immagini esaustivamente raccontate al lettore dal professor Caroli con il consueto rigore scientifico ma anche con il suo linguaggio accattivante e chiaro che ne ha fatto un campione della divulgazione.

Flavio Caroli è ordinario di Storia dell'arte moderna presso la facoltà di Architettura del Politecnico di Milano. 

Ha collaborato con diverse testate giornalistiche, tra cui il "Corriere della Sera" e "Il Sole 24 Ore", e con numerose riviste di storia dell'arte italiane e straniere. 

Ha pubblicato numerosi libri tra i quali segnaliamo: Trentasette, Tutti i volti dell'arte, Il volto di Gesù, Il volto e l'anima della natura, Il volto dell'amore, Il volto dell'Occidente, Voyeur. I segreti di uno sguardo, Con gli occhi dei maestri.



Infoline: BPER Forum Guido Monzani, tel. 059 2021093



--
www.CorrieredelWeb.it

And the winner is… I vincitori dei primi tre premi proclamati a SetUp Contemporary Art Fair 2017


Image

Vª EDIZIONE
27-29 Gennaio 2017

AUTOSTAZIONE
Piazza XX Settembre 6 Bologna

SetUp Contemporary Art Fair



Proclamazione dei vincitori dei premi presenti a SetUp 2017

And the winner is…



Anche questa Va edizione di SetUp Contemporary Art Fair dedica alle premiazioni uno spazio che si distingue per unicità e innovazione e si espande a livello internazionale, con eccezionali riconoscimenti rivolti ad artisti, curatori e gallerie intervenute non solo dall'Italia, ma da tutto il mondo. Se il primo anno, infatti, le gallerie estere aderenti erano 3, quelle dell'edizione 2017 sono diventate ben quindici, per un totale di 60 gallerie espositrici.

Le premiazioni si sono svolte questa sera, 27 gennaio alle ore 20.00, presso l'Area Talk al piano terra dell'Autostazione, nel segno dell'EQUILIBRIO – tema di SetUp 2017 – con l'assegnazione dei primi tre dei quattro premi previsti per questa quinta edizione. Un momento importante e di forte partecipazione, che prestigiosamente costituisce ormai da cinque anni l'occasione per mappare lo stato attuale del mondo dell'arte contemporanea, tra proposte emergenti e storici professionisti.

Seguono nel dettaglio i vincitori e le motivazioni della giuria.


Premio SetUp

Sommo e consueto premio della manifestazione fieristica, il Premio SetUp intende valorizzare il miglior artista e il miglior curatore under 35 presentati dalle gallerie concorrenti, conferendo rispettivamente 1.000 e 500 euro.
Ad aggiudicarsi il Premio SetUp 2017 come miglior artista under 35 è Alice Patrinieri, presentata dallo Spazio Espositivo EContemporary (Trieste), con l'opera "Celeste".
La giuria, composta dal Comitato Scientifico, ovvero Silvia Evangelisti e Diego Bergamaschi, e dal Comitato Direttivo, Simona Gavioli e Alice Zannoni, ha conferito il riconoscimento con le seguenti motivazioni: "per la capacità  di osare dando il senso della leggerezza al peso materico del cemento e per la capacità di creare equilibrio tra le forme geometriche del volume e lo sfumato del colore, interpretando in senso astratto il tema della manifestazione".
A vincere il Premio SetUp come miglior curatore under 35 della manifestazione è Michele Medici, con il progetto "L'equilibrio di un'acrobata senza vertigine", testo critico per il lavoro di Ilaria Gentilini, della Galleria 13 Arte Moderna e Contemporanea (Reggio Emilia), con la seguente motivazione: "per la capacità di esprimere in modo conciso e con l'uso di un linguaggio efficace, pur nella semplicità espressiva, il progetto fotografico dell'artista Ilaria Gentilini e per aver dato al lavoro un'interpretazione coerente con il tema dell'edizione di Setup 2017, l'equilibrio".


Premio Alviani ArtSpace

Novità assoluta di quest'anno è il Premio Alviani ArtSpace, che offre all'artista selezionato nella nuova sezione S.O.S SetUp Open Space l'occasione di realizzare un progetto espositivo per lo spazio Alviani ArtSpace di Pescara durante la stagione 2017/2018, per aver sperimentato e osato più degli altri, valorizzando il tema dell'equilibrio inteso come mancanza di quiete e come generatore di motore esistenziale.
Colui che ha soddisfatto al meglio questa richiesta è l'artista Ilaria Biotti, presentato dall'Associazione Culturale Peninsula Berlino, con il progetto "8min20sec – on Time Travelling".
A decretare il vincitore è stata la commissione formata dal Comitato Direttivo e da Lucia Zappacosta, Direttore artistico Alviani ArtSpace, con la seguente motivazione: "per l'esplorazione del tema dell'equilibrio coniugato al presente ad amplificato con la pratica della mindfullness e per il senso di perdita di equilibrio sintetizzato nell'esperienza immersiva e nel potente contrasto tra la pulizia delle immagini e lo spaesamento del suono".


Premio Residenza Casa Falconieri

Si è rinnovata anche quest'anno la selezione per il Premio Residenza Casa Falconieri, che offrirà all'artista premiato una residenza di dieci giorni presso lo Studio Casa Falconieri, un piccolo centro immerso negli spazi delle più grandi tenute vinicole della Sardegna: un'esperienza al confine tra spazio e natura, spazio e sole, spazio e vento, in un equilibrio di sensazioni per l'esplorazione utopica di segni ed equilibri sul territorio.
A vincerlo è l'artista Stefano Gioda con il ciclo di lavori presentati in fiera, con la galleria Eggers 2.0 Let's do it together.
Il vincitore è stato selezionato da una commissione formata da Gabriella Locci, Presidente di Casa Falconieri e Dario Piludu, Direttore artistico di Casa Falcionieri, assieme a Simona Gavioli e Alice Zannoni, con le seguenti motivazioni: "per la figurazione, definita con un tratto immaginifico, che gestisce quale moderno alchimista delineando un personalissimo universo".

Domenica 29 gennaio, invece, sarà il momento del quarto premio previsto per questa quinta edizione: il Premio Tiziano Campolmi.
Il vincitore sarà proclamato alle ore 15 presso l'Area Talk per permettere al pubblico di votare fino a sabato sera.

Per tutto il resto, SetUp prosegue straordinarimente e rinnova il suo invito per domani, con la seconda giornata di questa strepitosa edizione.


INFORMAZIONI UTILI

Date e orari:
27/28 GENNAIO 2017 – DALLE ORE 17.00 ALLE 01.00
29 GENNAIO 2017, DALLE ORE 12.00 ALLE 22.00

Ingresso: € 7.00
Gratuito per bambini di età inferiore ai 10 anni

Direzione organizzativa:
051.4122665 | 051.4856976

Simona Gavioli

Alice Zannoni

Segreteria Organizzativa
Roberta Filippi

Link di riferimento
www.setupcontemporaryart.com
Facebook: www.facebook.com/setupartfair
Twitter:@setupartfair
Instagram: @setupartfair

INFO KINDER SetUp
Ogni laboratorio ha la durata di un'ora ed è rivolto a bambini dai tre anni in su.
Per i bambini sotto i sei anni è richiesta la presenza di un genitore.
Orari:
Venerdì 27 gennaio: alle ore 17.30 - 19.00 - 21.00;
Sabato 28 gennaio: alle ore 17.30 – 19.00 – 21.00;
Domenica 29 gennaio: alle ore 14.30 – 16.00 – 17.30 – 19.00.
Costi:
La partecipazione delle attività Kinder SetUp è 3 € per bambino
(*L'ingresso a SetUp Contemporary Art Fair è gratuito per bambini fino a 10 anni)
Per info e prenotazioni: bea@beatricecalia.it

CULTURALIA DI NORMA WALTMANN

Agenzia di comunicazione e ufficio stampa

tel : +39-051-6569105 mob: +39-392-2527126

email: info@culturaliart.com web: www.culturaliart.com


www.CorrieredelWeb.it

Galleria Fidia - Franz Borghese "Le tecniche miste"



["Fidia Arte Moderna Sas"]
Franz BORGHESE "Le tecniche miste"

Per tutto il mese di febbraio, la Galleria Fidia vi invita a visitare  una raffinata selezione di tecniche miste dell'artista Franz Borghese (Roma 1941-2005).

Queste opere su carta testimoniano la natura sperimentatrice e ironica del pittore romano, protagonista della stagione artistica del secondo Novecento. 

L'autore ritrae la borghesia di inizio secolo, con vena ironica e fantastica, tagliente e amara, vicina e empatica alla debolezza umana, tramite un linguaggio e una poetica che si elevano a metafora universale.

Alcune delle opere presenti in mostra accompagnano ed illustrano dei mini racconti, dai titoli stravaganti, scritti dall'artista stesso e raccolti nel catalogo "Il libro delle invenzioni" (Ed. Fidia dic. 2000). Ne "Il verificatore di prezzo", Borghese  illustra una sua invenzione rivoluzionaria, un verificatore di prezzo che attribuirebbe il vero valore alle opere d'arte. 

"Il mio fallimento è stato determinato" apostrofa sarcastico Borghese "dalla mentalità antiquata dei galleristi che si ostinano a ritenerla invenzione di poco conto e, comunque, priva di utilità".

Un omaggio a una stagione pittorica e ai suoi protagonisti spesso dimenticati ma a  ragione facenti parte della genetica dell'arte italiana del tardo Novecento.
Servizio gratuito di valutazione via whatsapp al  +393381359307
Risposta entro 24h.
Fidia Arte Moderna Sas
Via Brunetti 49 - 00186 Roma
063612051 - 3381359307

© 2017 Fidia Arte Moderna Sas
www.CorrieredelWeb.it

venerdì 27 gennaio 2017

Al via L'arte per i diritti umani

L'arte per i diritti umani: oltre 1.000 gli studenti coinvolti dall'Associazione Voci per la Libertà e da DeltArte nei laboratori didattici grazie al bando "Attivamente" della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo.


Il progetto "L'arte per i diritti umani" scende in cattedra per parlare dell'importanza della creatività e dell'arte al servizio dei valori fondanti della Dichiarazione universale dei diritti umani.  

E' questa la nuova sfida che si è posta l'associazione Voci per la Libertà e il festival d'arte contemporanea DeltArte - il delta della creatività. 

Da gennaio a giugno saranno oltre un migliaio gli studenti coinvolti e frequentanti 30 scuole, tra medie e superiori, della provincia di Padova e Rovigo

Questo ambizioso progetto didattico ha come obiettivo la sensibilizzazione alle tematiche legate ai diritti umani, comprendendo il valore dell'uguaglianza attraverso gli stimoli creativi che derivano dall'arte.

"Vogliamo stimolare gli studenti insieme ai propri insegnanti a diventare parte attiva nella promozione dei diritti grazie al potere dell'esperienza artistica", spiegano gli organizzatori. 

"L'arte è uno strumento potente, diretto e immediato per promuovere i diritti umani e aiuta a comprendere, diffondere e promuovere i valori dell'uguaglianza sociale", puntualizza la curatrice di DeltArte Melania Ruggini. 

"L'arte, nelle sue molteplici forme e linguaggi, è un incedibile strumento di formazione per i nostri ragazzi e di aggregazione sociale, specialmente in un momento storico come questo, in cui vengono a mancare certi punti di riferimento che la scuola dovrebbe necessariamente fornire come base per la crescita", afferma il direttore artistico di Voci per la Libertà. 

Un sentito ringraziamento alla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo che anche in questa occasione ha sposato le potenzialità di questo progetto".

Tre sono i settori di intervento del progetto: l'arte contemporanea, la musica e il cinema.

Per l'arte contemporanea si lavorerà nello specifico per mezzo della street art quale mezzo veloce, fresco e diretto per parlare delle tematiche complesse affrontate.  

Si prevede la realizzazione di 10 murales, alcuni nelle scuole, altri negli spazi urbani, realizzati dagli studenti coordinati dagli artisti selezionati, ossia Luca Vallese, Centocanesio, Pietro Anceschi, Patrick Bonandini e Marco Fregnan. 

Questi laboratori sono coordinati dalla curatrice Melania Ruggini, esperta di settore, che ha già alle spalle diverse esperienze nella street art. 

La proposta musicale prevede 10 lezioni/spettacolo insieme ai musicisti Mud, Anna Luppi, Marmaja,  Do' Storieski, che hanno già partecipato alle passate edizioni del festival Voci per la Libertà – Una Canzone per Amnesty. 

Durante i laboratori, i musicisti spiegano ai ragazzi come nascono le loro canzoni, si esibiscono dal vivo e raccontano il loro specifico legame con i diritti umani e l'impegno civico.

Il percorso cinematografico prevede la proiezione del film documentario "Presi a caso" sull'eccidio di Villadose nella Seconda Guerra Mondiale, alla presenza del regista Alberto 


Gambato e della storica Laura Fasolin. Successivamente i ragazzi vengono coinvolti in un laboratorio sulle fonti e nel dibattito finale. 

Durante tutti gli incontri è presente un'esperta di diritti umani che coordina l'evento e aiuta gli studenti a diventare parte attiva nella loro promozione grazie al potere dell'esperienza artistica.

A tutti gli studenti è consegnato il calendario dei diritti umani 2017 e un libretto con la Dichiarazione universale dei diritti umani, entrambi con le illustrazioni dell'artista Luca Vallese che sarà coinvolto anche in due laboratori di street art. 


Per maggiori informazioni sui laboratori: 
www.vociperlaliberta.it e www.deltarte.com


--

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI